McLaren punta alla vittoria a Monaco

La McLaren nell’ultimo GP in Spagna ha mostrato di rimanere l’unica squadra in grado di contrastare il predominio della Red Bull. In queste prime cinque gare, solamente Lewis Hamilton è riuscito a togliere – una sola volta – la vittoria a Vettel. L’anglocaraibico punterà a fare il bis a Montecarlo, su una pista dove il manico dei piloti può ancora fare la differenza.

Giovedì si torna in pista per le prime prove libere ed Hamilton non vede l’ora di iniziare: “Sono ansioso di poter correre, sono sicuro che vedremo una corsa diversa dagli anni precedenti. La combinazione tra il KERS, il DRS e le gomme Pirelli danno vita a corse davvero interessanti, mi piacerebbe vedere qualche sorpasso, nonostante Montecarlo non aiuti da questo punto di vista. La Zona DRS a Monaco sarà di 300 metri, quindi piuttosto breve, non ci permetterà di ottenere uno slancio maggiore per permetterci il sorpasso in quella zona. Tuttavia, credo che le gomme daranno modo di animare la gara”.

La Pirelli porterà per il circuito monegasco le mescole più morbide, ossia la extra-soft e la soft: “Le gomme non avranno un degrado critico come è stato in Turchia, ma comunque dovrebbero andarsi a creare delle opportunità di sorpasso. Sono impaziente di correre”.

Anche Button ha bei ricordi legati alla pista monegasca, specie quando ha vinto nel 2009: “Quella vittoria era un sogno poi divenuto realtà, il Grand Prix di Monaco è uno dei miei preferiti. Viene spesso in contrasto con quello di Barcellona: quello è un circuito veloce, fluido, mentre a Monaco gireremo molto più lenti e dovremo affrontare curve strette, le più dure del campionato. Il primo giro fuori dai box è incredibile: l’accelerazione tra i muretti è incredibile e gli ostacoli sono fin troppo vicini. Poi, dopo qualche giro, fai l’abitudine alla visuale e ti comporti come in un qualsiasi altro circuito”.

Il pilota inglese sostiene che gli pneumatici potranno offrire spettacolo anche in una pista come quella di Monaco, mentre ha dei dubbi per quanto riguarda il KERS, che userà solo per migliorare il tempo sul giro: “C’erano dei dubbi sul reale vantaggio del KERS a Montecarlo, ma le nostre simulazioni hanno suggerito che vale la pena usarlo, il che è positivo perché il motore Mercedes-Benz che abbiamo è tra i migliori nel circus”.

Il team principal della McLaren, Martin Whitmars, ci tiene a sottolineare che entrambi i suoi piloti hanno già vinto a Montecarlo: “La McLaren ha un record invidiabile di vittorie per le strade del Principato, ben 15, più di qualsiasi altra squadra. Domenica, cercheremo di alzare il numero a 16! Quei punti stop-start della pista a Monaco possono essere a favore della nostra Mp4-26, dovremmo essere in buona forma questo weekend”.

37 Commenti

  1. mah,sono scettico sulla competitività mclaren.
    ovviamente mi auguro che abbiano ragione withmarsh e il nostro amico bruce però già l’anno scorso abbiamo visto come fossimo in difficoltà a montecarlo.
    se non possiamo vincere noi,allora spero che la ferrari sia veramente competittiva in modo da togliere punti alle lattine e tenere il campionato aperto
    è nelle prossime tre gare,tre circuiti atipici,dove bisogna fare di tutto per battere le redbull,perchè poi si torna sui “loro” circuiti

  2. anche io sono perplesso, secondo me è pretattica…un po cm l anno scorso, quando sembrava che dovessimo andare a monaco per fare chissa che cosa, invece siamo stati i piu lenti tra i 6 per tutto il weekend…boh, curve strette, percorrenze curva a basse velocita asfalto con sconnessioni paurose, unite all uso di gomme veramente di carta per la corsa, nn mi fa ben sperare….mba, vedremo

  3. Io la vedo dura ma voglio sperare che qualche credito con la fortuna inizi a rientrare alla mclaren.
    Fino ad ora,meritatamente,per caritá,a vettel e redbull è andato sempre tutto liscio.piccole cose si,tipo un lungo in frenata,una partenza lenta,doppiaggi difficili,ecc..
    Alla ferari è andata anche meglio tanto da mascherare alcune lacune evidenti agli osservatori meno smaliziati o con una visione della realtá troppo filtrata dalla fede rossa,ma alla fine le magagne vengono fuori,tipo ieri…..
    La mac invece in queste prime gare ha avuto sempre piccoli problemi sia di strategia che di pilotaggio che di preparazione di setup.piccole cose certo,ma sono quelle che poi hanno fatto la differenza con la redbull.
    A me è sembrata sin dalla prima gara molto competitiva con le dure.alla pari della rb e in alcune occasioni anche meglio.ieri complessivamente ha dimostrato di essere più performante della red e solo una serie di coincidenze poco favorevoli non le ha permesso di vincere.
    I pit stop più lenti.la linea drs 50 metri troppo lunga (dato che arrivava a sfiorare gli scarichi di vettel troppo in fondo.oppure qualche giro in più con le gomme quando vettel rientrava.o i doppiaggi poco grintosi e più sudati di quelli di vettel.
    Fatto stá che per come la vedo io ne aveva di più sul finire.
    Vediamo a monaco se fanno il colpaccio ricordando cmq che la differenza la fanno sempre gli uomini e i piloti soprattutto e NON i mezzi meccanici che sembrano così determinanti fino alle prove 3….

  4. Frank Pitonetti
    Mi aspetto di vedere una lotus renault in grande spolvero, sulla Mclaren nutro delle perplessità soprattutto con il passo così lungo. I punti stop-start dovrebbero favorire anche altri team, Ferrari inclusa, quindi non necessariamente la Mclaren, a meno che non abbiano trovato un compromesso molto promettente.
    Penso tra l’altro che i sorpassi saranno duri anche con queste gomme, perchè la natura del circuito è molto penalizzante in tal senso.
    Qualifiche determinanti come sempre, redbull favorita.

    Dici? a me non è sembrata una vettura molto reattiva.

  5. Mi aspetto di vedere una lotus renault in grande spolvero, sulla Mclaren nutro delle perplessità soprattutto con il passo così lungo. I punti stop-start dovrebbero favorire anche altri team, Ferrari inclusa, quindi non necessariamente la Mclaren, a meno che non abbiano trovato un compromesso molto promettente.
    Penso tra l’altro che i sorpassi saranno duri anche con queste gomme, perchè la natura del circuito è molto penalizzante in tal senso.
    Qualifiche determinanti come sempre, redbull favorita.

  6. Bruce
    di solito whitmarsh non parla mai a sproposito,e non fà proclami di vittoria se realmente non ce n’è la possibilità..e se si realizzasse davvero ciò che nessuno di noi si aspetta..? una vettura a passo lungo che conquista Montecarlo..Vi prego riportatemi alla realtà perchè io inizio a crederci.
    Un’appunto,penso che la differenza tra le due mescole non sia di 2 sec/2 sec e mezzo ma molto meno e quindi anche se ci saranno due vetture con pnumatici dal rendimento diverso chi è davanti riuscirà a difendersi.Alonso l’anno scorso faticò parecchio a passare le Virgin e le Lotus vetture di 3/4 secondi più lente.Secondo me saranno duri ugualmente i sospassi..

    bruce secondo te è prevista una versione con ruote meno distanziate? oppure ci toccherà correre con l’autotreno?

    1. in piu hai visto che spettacolo l’ala anteriore nuova che ci dava molta piu deportanza all’anteriore? Hai visto come ondulava dai 260 km/h in su???? 😀

    2. Secondo me è impensabile essere così fiduciosi sapendo che questa vettura non può adattarsi a Monaco.La dichiarazione: Quei punti stop-start della pista a Monaco possono essere a favore della nostra Mp4-26, dovremmo essere in buona forma questo weekend”.Mi rende curioso e ottimista.Io penso che ci sia qualcosa sotto,non posso neanche chiedere più di tanto perchè mi è già stato risposto.Top Secret assoluto.Neanche fossi il buon Nigel Stepney.

  7. di solito whitmarsh non parla mai a sproposito,e non fà proclami di vittoria se realmente non ce n’è la possibilità..e se si realizzasse davvero ciò che nessuno di noi si aspetta..? una vettura a passo lungo che conquista Montecarlo..Vi prego riportatemi alla realtà perchè io inizio a crederci.
    Un’appunto,penso che la differenza tra le due mescole non sia di 2 sec/2 sec e mezzo ma molto meno e quindi anche se ci saranno due vetture con pnumatici dal rendimento diverso chi è davanti riuscirà a difendersi.Alonso l’anno scorso faticò parecchio a passare le Virgin e le Lotus vetture di 3/4 secondi più lente.Secondo me saranno duri ugualmente i sospassi..

  8. In bocca al lupo. Anche se credo che il passo lungo della MC poco si adatta alle caratteristiche del circuito monegasco.
    Che ricordi!!! Vedere a lato la pianta del circuito mi emoziona.
    Negli anni novanta ho avuto la fortuna di essere presente diverse volte. Il più delle volte ero sul rettilineo di partenza, poi una volta al Massenet, una volta al Mirabeau haute e un paio di volte al Portier.
    DRS per 300 metri? Certo che la FIA non conosce il significato della parola RIDICOLO.

Lascia un commento