Pirelli punta alle due soste al GP di Monaco

25 maggio 2011 13:58 Scritto da: Davide Reinato

Il responsabile Motorsport di Pirelli, Paul Hembery, ha ammesso che al Gran Premio di Monaco i team potrebbero puntare anche ad una strategia con due soli pitstop, nonostante sul circuito monegasco saranno utilizzate le mescole più morbide. Certo, anche in Spagna aveva annunciato tre soste e poi tutti hanno puntato sulle quattro, ma Button ha mostrato che terminare la corsa con tre soli pit era comunque possibile.

Per Montecarlo, dunque, avremo le Pzero Yellow Soft come gomme “Prime”, mentre le PZero Red Supersoft come “Option”. Questo è il pneumatico più estremo della gamma Pirelli e, pur non essendo una gomma da qualifica, offre la prestazione più elevata in confronto agli altri compound. La caratteristica di questa mescola è che entra facilmente in temperatura, ma il range di durata dovrebbe essere limitato a circa una decina di giri, dodici al massimo.

La combinazione di gomme morbide portata da Pirelli permetterà ai team di giocare con le strategie, tenendo conto anche dei possibili ingressi della Safety Car: “Siamo impazienti di assistere al debutto delle Pzero Red Supersoft – ammette Hembery – anche se ovviamente sarà un’esperienza del tutto nuova, perché fino ad ora abbiamo provato solo su tracciati permanenti. Azzeccare la giusta strategia farà la differenza tra vincere e perdere”.

Hembery spera sia possibile fare anche due sole soste per i 78 giri di gara: “Vorremmo vedere una strategia a due soste e dovrebbe essere fattibile su un circuito a bassa velocità, tutto sarà collegato al degrado dovuto dal pattinamento. Il picco di prestazione della supersoft è sicuramente un giro e poi si degraderà rapidamente. Ma fa parte del piano, non voglio fare una previsione”.

12 Commenti

  • Mauro
    ci metteranno degli anni a ripulire le strade dai quintali di truccioli che si depositeranno ovunque xD
    sono un po scettico anche per le gomme…secondo me qui le due soste nn le fara nessuno.. alle “prime” do venti giri al massimo e alle “option” una decina?? mba….staremo a vedere

    ci saranno sicuramente dai 2 ai 3 pit stop;molto,anzi tutto dipenderà dalle qualifiche..

  • Alexandro HAMALORAI

    Sembra il campionato in cui il protagonista è Paul Hembery, cè sempre lui in prima pagina…e basta caxxo

  • Alexandro HAMALORAI

    ferrarista84
    due soste la vedo dura

    Come fai a vederla dura se porteranno le supersoft?

    Battutaccia :-D, vado a nanna!

  • Per quel che riguarda il Gp Di Spagna,secondo me la Ferrari perdeva all’incirca 3 decimi a giro,non tantissimo ma comunque inferiori a Red Bull e Mclaren.Detto questo,nonostante ormai appare chiaro che questa vettura non verrà sviluppata fino all’ultimo,sarà buona cosa accumulare più punti possibili.
    Ritornando agli pneumatici,sono proprio curioso di sapere come si comporteranno le supersoft e vincerà la gara probabilmente il pilota più in forma,possibilmente con la vettura migliore(e questa non è una novità),ma anche chi saprà interpretare al meglio il funzionamento delle nuove mescole e soprattutto chi le consumerà di meno durante le qualifiche,dove mi aspetto qualche sorpresa.

  • Scoooopp fresco fresco !!!

    Un amicone del nuovo responsabile vettura (suo vecchio conoscente e fans) mi scrive privatamente e mi dice che la Ferrari per Monaco farà la q3 con le supersoft……partirà in prima fila o al massimo in 2a fila…..poi…poi farà un solo pit-stop ( ha conservato un set di superdure ex Montmelò) e tirerà sino alla fine….tanto e difficile superare :):):):)
    Inoltre mica vorremo far vincere una vetturaccia progettata dal ex direttore tecnico !!!!
    Sono già embriago……a furia di allenarmi con bocchettoni e rifirnimenti quale nuovo addetto….comunque il mio combustibile non è infiammabile ed è pure ad alto ottanaggio…ora chiamo Todt alla Fia e li propongo il mio nuovo carburante. Se fosse adottato i motorini a 4 cilindri di certo verranno visti come almeno 8 !!! :):):)

    • Da Brivido ! !!!! Sulla carta sembra un ottima strategia, (mi meraviglio,non penso provenga dalla stessa mente malata che organizzò i pit stop di abu dhabi 2010) ma bisognerà vedere se effettivamente alonso agguanterà la 2° fila . Mi accontento della 2°fila perché dopo la partenza in Spagna credo in Nando come in un Dio.
      Comunque resto fiduciosa per 2 motivi
      1) Monaco è una pista dove il pilota si esalta ( E Alonso ha ampiamente dimostrato in passato di essere un grande)
      2)Soprassare (sembra un ritornello) è difficilissimo… quindi una strategia del genere é ok ,a patto che le superdure facciano il proprio dovere,ovvero non devono far girare la f150° su tempi altissimi !!!!

      Bene bene bene,la strategia c’è,il pilota pure,la macchina un po’ meno,ma mai dire mai con queste nuove gomme può accadere davvero tutto !

      Forza Nando,fai diventare quei roti rossi delle mucche sbiadite !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Loro dicono una trentina con le prime, che equivarrebbero a 20 giri su un circuito ‘normale’, ma anche io credo che difficilmente ne faranno più di 20.
    Wow che riduzione dei costi….

  • Mah!!!!! Ma che senso ha portare in gara una gomma che da il picco in un giro?
    Sono chiaramente gomme da qualifica come ammettono stesso loro, ma tanto le qualifiche, quelle vere, è da un pezzo che non esistono più.
    Cmq, bisogna fare sempre +1 a quello che dice Hembery. Quindi minimo tre soste.
    Il degrado delle gomme sarà dato maggiormente da un fattore meccanico rispetto a quello aerodinamico. Leggi curve lente e pattinamento in accelerazione.

  • ci metteranno degli anni a ripulire le strade dai quintali di truccioli che si depositeranno ovunque xD
    sono un po scettico anche per le gomme…secondo me qui le due soste nn le fara nessuno.. alle “prime” do venti giri al massimo e alle “option” una decina?? mba….staremo a vedere

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!