Button vincitore morale, Lewis perde e dà scandalo

Sapere di poter vincere e tornare invece a casa con le briciole. É certamente la McLaren la grande sconfitta di questo GP di Monaco 2011: un po’ per sfortuna, un po’ per errori. Button chiude con un terzo posto di tutto rispetto ma che sta stretto, per quello che ha dimostrato Somerset Boy; Hamilton chiude sesto ma con infamia e senza lode.

Da una parte abbiamo quello che é certamente il vincitore morale della gara: Button, apparso come il più costante, uno dei più veloci e consistenti durante tutto il GP; dall’altra abbiamo il perdente morale: Hamilton. Perdenti le sue scelte in qualifica che hanno poi condizionato una gara anche troppo gagliarda. Perdente il suo atteggiamento in gara, condotta aizzato da una disordinata smania di rifarsi, prendendosela contro tutto e tutti: pregevoli alcuni suoi sorpassi (vedi quello su Shumy), ma ha rovinato la gara di gran parte dei suoi avversari, beccandosi un meritatissimo drive through dopo il contatto con Massa, e altri 20 secondi di penalty dopo la fine della gara per aver causato il carsh di Maldonado dopo la ripartenza. Lewis mantiene comunque il suo sesto posto finale, ma ha avuto parole di fuoco contro i giudici di gara: “É uno scherzo, questo atteggiamento degli stewards nei miei confronti mi sembra un ridicolo scherzo, dice di non avere colpe in merito alle collisioni con Massa e Maldonado. Lewis arriva anche ad imputare questo trattamento da parte dei giudici alla sua pelle nera! Poi se la prende anche coi colleghi drivers apostrofandoli come “ridicoli”. Sarebbe stato Maldonando ad effettuare una manovra scorretta: Questi piloti sono davvero ridicoli, proprio stupidi”. Una degna conclusione del week end di Hamilton, davvero poco “principesca”, oltre che ingiustificata.

Tronando alla gara. Le cose sembravano mettersi davvero bene per Button, partito in seconda posizione e rimasto sempre abbastanza vicino a Vettel nella primissima parte della gara. Poi il primo pit al 16esimo giro, Vettel rientra un giro dopo: é la svolta della gara del pilota inglese, o almeno sembrava poterlo essere. Dopo la prima girandola di pit stop Button é in testa, si mette dietro Vettel e Alonso e comincia ad inanellare giri veloci che gli valgono un distacco su Vettel che supera i 10 secondi. Poi gli altri pit, e la Safety Car a seguito del crash di Massa, causato indirettamente da Hamilton. L’anglo-caraibico affianca infatti Massa all’interno del tunnel dopo averlo toccato al retrotreno. Il brasiliano perde il controllo dopo pochi metri e va a sbattere inesorabilmente appena fuori dal sottopassaggio.

La strategia, sbagliata, porterà Button a fermarsi per ben 3 volte, Alonso 2, Vettel 1. É la chiave di volta della gara. Sembra impossibile che Vettel possa rimanere fuori tutti questi giri con le stesse gomme. E infatti Button e Alonso gli si fanno sotto. Al 47esimo giro Button (secondo, dopo il suo secondo pit stop) é incollato a Vettel (primo, con un solo pit). Dal muretto McLaren capiscono che se si vuole vincere Button deve tentare di sorpassare Vettel in pista. Poi il terzo pit stop per Button. Al rientro é terzo dietro Vettel e Alonso ma ricuce subito il gap, confermandosi il più veloce. Ma davanti Vettel fa da tappo a tutti e chiude tutte le porte. Vettel é in difficoltà ma regge. La ripartenza poi, dopo il crash che ha coinvolto Alguersuari e Petrov, non fa che facilitargli le cose, consentendogli di cambiare finalmente le gomme e di vincere comodamente, lasciandosi Alonso e Vettel alle spalle. Hamilton trova il tempo di causare un altro crash, quello di Maldonado.
Per la McLaren questo GP di Montecarlo 2011 verrà ricordato come quello che poteva essere e che non é stato. Peccato.

46 Commenti

  1. ok ok hamilton ha sbagliato in gara le sue colpe,credo che sia stato il primo a pagare i suoi errori,come è giusto che sia, ma le parole che ha detto…dimostrano veramente poca maturità e un filo di arroganza…dovrebbe contare fino a mille prima di parlare.

  2. carloM

    Mauro
    gli hanno chiesto se sapeva perchè i commissari ce l avevano con lui, e lui ha risposto con una battuta presa da un certo Ali nn so cosa…poi dice che nn sa perchè ce l han con lui. farebbe abbastanza ridere se avesse avuto ragione. la risposta giusta da dire era, i commissari hanno fatto il loro lavoro, la formula 1 moderna è questa e ci si deve adeguare.
    anche se onestamente mi dispiace, perchè ha molto talento,e anche se montecarlo è troppo stretta per lui..deve capire che qui difficilmente si passa senza andare a sbattere , i commissari vietano i contatti di ogni tipo e quindi bisogna adeguarsi.

    certo,non fa una grinza.
    però che valga sempre per tutti.
    l’anno scorso in mclaren nessuno è andato a piangere per i tamponamenti di webber

    Hai ragione su webber, ma la tolleranza zero è iniziata quest’ anno

  3. Altruny
    carlo io ti voglio anche dare ragione ma…a monza lo scorso anno ha buttato lui all’aria la gara in partenza, e mi pare che il contatto con webber non sia tutta colpa dell’australiano!

    certamente,gli errori ci sono e sono evidenti,però fanno parte del gioco è questo che voglio dire 😉
    a singapore ancora ancora si può parlare di concorso di colpa,a melbourne invece fu proprio webber ad essere una capra.

    io non contesto le critiche agli errori di hamilton,tra cui anche oggi che ha esagerato(e comunque io apprezzo chi dà tutto e non fa il tassista),contesto l’accanimento un po’ di tutti su hamilton quando spesso è stato pure lui tamponato o altri piloti anche importanti si sono resi protagonisti di ismili episodi senza che ci fosse questo casino.
    gli errori fanno parte di questo sport,così come gli incidenti che capitano.
    non mi riferisco a te ma in generale,soprattutto ai commissari e ai media:è troppo comodo accettarli in alcune circostanze e fare i giustizieri in altre.

    per me hamilton con i suoi pregi e difetti,con i suoi numeri e i suoi errori è un pilota vero,autentico,e l’ha dimostrato anche oggi.

  4. carloM

    Mauro
    gli hanno chiesto se sapeva perchè i commissari ce l avevano con lui, e lui ha risposto con una battuta presa da un certo Ali nn so cosa…poi dice che nn sa perchè ce l han con lui. farebbe abbastanza ridere se avesse avuto ragione. la risposta giusta da dire era, i commissari hanno fatto il loro lavoro, la formula 1 moderna è questa e ci si deve adeguare.
    anche se onestamente mi dispiace, perchè ha molto talento,e anche se montecarlo è troppo stretta per lui..deve capire che qui difficilmente si passa senza andare a sbattere , i commissari vietano i contatti di ogni tipo e quindi bisogna adeguarsi.

    certo,non fa una grinza.
    però che valga sempre per tutti.
    l’anno scorso in mclaren nessuno è andato a piangere per i tamponamenti di webber

    si sono lamentati, pero è anche vero che con lui è stato preso piu volte un altro metro di giudizio. (per chi nn se lo ricorda, a melbourne lo tampona con una manovra inspiegabile, in cina lo sorpassa in regime di safety car e lo rallenta al via, e a singapore pretende di aver ragione in un salvataggio un po tirato per i capelli della posizione….mai penalizzato)

  5. Mauro
    gli hanno chiesto se sapeva perchè i commissari ce l avevano con lui, e lui ha risposto con una battuta presa da un certo Ali nn so cosa…poi dice che nn sa perchè ce l han con lui. farebbe abbastanza ridere se avesse avuto ragione. la risposta giusta da dire era, i commissari hanno fatto il loro lavoro, la formula 1 moderna è questa e ci si deve adeguare.
    anche se onestamente mi dispiace, perchè ha molto talento,e anche se montecarlo è troppo stretta per lui..deve capire che qui difficilmente si passa senza andare a sbattere , i commissari vietano i contatti di ogni tipo e quindi bisogna adeguarsi.

    certo,non fa una grinza.
    però che valga sempre per tutti.
    l’anno scorso in mclaren nessuno è andato a piangere per i tamponamenti di webber

  6. gli hanno chiesto se sapeva perchè i commissari ce l avevano con lui, e lui ha risposto con una battuta presa da un certo Ali nn so cosa…poi dice che nn sa perchè ce l han con lui. farebbe abbastanza ridere se avesse avuto ragione. la risposta giusta da dire era, i commissari hanno fatto il loro lavoro, la formula 1 moderna è questa e ci si deve adeguare.
    anche se onestamente mi dispiace, perchè ha molto talento,e anche se montecarlo è troppo stretta per lui..deve capire che qui difficilmente si passa senza andare a sbattere , i commissari vietano i contatti di ogni tipo e quindi bisogna adeguarsi.

  7. Guardate che l’ affermazione sul colore della sua pelle era ironica…ha citato una frase di Ali..per il resto dopo una gara del genere meglio stare zitti e pensare al prossimo gp…

  8. Altruny
    Lewis ti prego nella tua breve carriera tutto puoi aver da ridire tranne che i commissari ce l’hanno con te, ma ti rendi conto che tu sei la dea bendata fatta persona???2 anni fa sbatti contro le barriere su una montecarlo bagnata e vinci lo stesso perchè ovviamente non la tua macchina non si fa nulla, oggi sei stato in mezzo ad un patatrack di 4 auto e ti si rompe l’alettone posteriore…ritiro obbligato???ma anche no bandiera rossa e ti ricostruiscono tutto, per non parlare delle sportellate a massa di oggi e delle altre mille fortune che ti sono capitate.
    Ps.: Kobayashi ha avuto un ammonizione dai commissari non si è lamentato dicendo, ce l’hanno con me perchè ho la pelle GIALLA???ahah

    bè insomma,ritiro all’ultimo giro a barcellona lo scorso anno:18 punti che gli avrebbero dato il titolo,più le tamponate di webber.
    è nella media,non mi pare così fortunato.

    sulla pelle nera hai ragione,ha toppato alla grande,ma le lamentele sono dovute a tute le volte che hanno penalizzato le sue manovre,non solo per oggi.

    1. carlo io ti voglio anche dare ragione ma…a monza lo scorso anno ha buttato lui all’aria la gara in partenza, e mi pare che il contatto con webber non sia tutta colpa dell’australiano!

  9. Caribbean Black
    inutile dire che hamilton con queste dichiarazioni si è porpio reso ridicolo, piu ridicolo di quanto lui “abbia ritenuto i suoi colleghi” ……..spregevole a dire poco questo atteggiamento.
    Credevo fosse cambiato….ma invece, è sempre lo stesso. Impara a fare meno ca@@ate, magari ti calmi un po.

    che abbia esagerato nelle dichiaraizoni è fuori di dubbio,ma in quanto essere umano e pilota a parer mio ne ha ben donde di lamentarsi non tanto per oggi,quanto per un susseguirsi di cose che capitano dal 2008 quasi a voler fargli pagare in eterno la gru del 2007.
    questo è vergognoso.

  10. e anche questa volta le previsioni si sono avverate….piu i proclami son grossi, e meno si porta a casa. ormai nn è piu statistico, è matematico!
    lewis parte dal giovedi a dire io qua, io la e poi finisce sesto tra le polemiche degli altri, e le sue (neanche gli avessero dato la vodka al posto che gli integratori durante la gara).
    button se ne sta zitto fino al sabato, parla dopo le qualifiche “la vittoria è possibile”, e paaaam!!! finisce terzo, con la safety che gli toglie il secondo posto e una possibile battaglia per il primo posto.
    altro che vincitori morali, vincitori a parole!!!

  11. Lewis ti prego nella tua breve carriera tutto puoi aver da ridire tranne che i commissari ce l’hanno con te, ma ti rendi conto che tu sei la dea bendata fatta persona???2 anni fa sbatti contro le barriere su una montecarlo bagnata e vinci lo stesso perchè ovviamente non la tua macchina non si fa nulla, oggi sei stato in mezzo ad un patatrack di 4 auto e ti si rompe l’alettone posteriore…ritiro obbligato???ma anche no bandiera rossa e ti ricostruiscono tutto, per non parlare delle sportellate a massa di oggi e delle altre mille fortune che ti sono capitate.
    Ps.: Kobayashi ha avuto un ammonizione dai commissari non si è lamentato dicendo, ce l’hanno con me perchè ho la pelle GIALLA???ahah

  12. cmq oggi la vittoria era palesemente in mano a jenson button!!!in mclaren sono stati ridicoli ridicoli ridicoli licenzierei tutti,ma cm si fa dopo ke aveva 15secondi di vantaggio su vettel a montargli dinuovo le supersoft mah io nn li capisco propio questi qua!!

      1. e si!!incompetenti loro anno buttato via il mondiale di alonso lo scorso anno

Lascia un commento