Tutti contro Hamilton. Ma è davvero solo colpa sua?

30 maggio 2011 21:21 Scritto da: Mario Puca

Che vinca o che si piazzi in una discreta sesta posizione, Lewis Hamilton riesce comunque a far parlare di se, conservando saldamente il posto tra gli indiscutibili protagonisti di questo mondiale, che sembra pendere sempre più inesorabilmente verso Sebastian Vettel e la sua stratosferica Red Bull. La gara del pilota della McLaren, infatti, ha certamente caratterizzato il Gp di Monaco ed è stata uno dei principali argomenti di discussione tra addetti ai lavori ed appassionati.

Anche tra le anguste stradine del Principato, Lewis ha confermato la propria indole di pilota combattivo, sempre pronto alla battaglia e sempre pronto a cercarsi il varco per scalare la classifica e puntare alle posizioni che contano, senza fare troppi complimenti. Sembra un pò il profilo di un pilota di altri tempi, ben lontano dai “ragionieri” che da qualche decennio calcano le piste del circus. Ma Hamilton è così, è un pilota vecchio stampo e piace alla gente proprio perchè in grado di suscitare emozioni mettendo in scena quello che dovrebbe essere il repertorio standard di qualsiasi pilota, fatto di staccate a limite e duelli chick to chick, col coltello tra i denti.

Causa probabilmente l’angusto e folle tracciato monegasco, la condotta di gara di Lewis si è trasformata, per i più, da spettacolare a delirante, suscitando le polemiche sia dei piloti che delle squadre, nonchè la reazione dei giudici di gara, i quali l’hanno punito prima in pista con un drive though e poi con 20 secondi sul tempo finale a fine gara; penalità, quest’ultima, che non gli ha fatto perdere la sesta posizione ma che appesantisce ulteriormente la bufera che si è scatenata sul pilota della McLaren. Ma è davvero tutta colpa di Hamilton?

Difficile dirlo e non saremo certo noi a prendere una posizione; ma guardando bene i filmati si possono individuare diversi punti di vista, che potrebbero anche scagionare Lewis Hamilton.

Andiamo con ordine, analizzando il video del primo sorpasso, estremamente spettacolare (forse solo perchè senza incidenti?), effettuato su Michael Schumacher; la manovra ci servirà per analizzare l’incidente con Maldonado:

Se analizziamo il sorpasso frame per frame, si nota che Hamilton, al punto di corda, è dentro di poco più di mezza macchina; il tedesco, accorgendosi di non poter concludere la curva in quel modo, allarga leggermente, lasciando lo spazio necessario anche ad Hamilton per permettegli di passare indenne. Non che Michael lo abbia lasciato passare, per carità! Gli ha solo concesso lo spazio “legittimo” per concludere indenne la manovra.

Secondo episodio, questa volta molto discusso e che è costato a Lewis un drive through:

La visuale dall’alto evidenzia che in realtà Massa chiude completamente la porta all’inglese; il brasiliano si butta all’interno, uscendo quindi dalla linea ideale, ma non per tentare il sorpasso su Webber, bensì proprio per impedire il sorpasso ad Hamilton, il quale, però, a quel punto è già in traiettoria di sorpasso, con mezza macchina dentro. La manovrà è un pò azzardata, ma se Massa avesse mantenuto la traiettoria ideale, avrebbe lasciato lo spazio necessario a Lewis, così come aveva fatto Schumacher. Al tunnel, poi, Hamilton lo supera di forza, prendendosi la traiettoria migliore. Neanche in questa occasione il brasiliano molla, finendo, a causa anche dell’ala rovinata, sullo sporco e di conseguenza contro il muretto. E ancora, da un’altra visuale:

Al pilota della McLaren non si può imputare nessuna responsabilità rilevante, invece, in occasione dell’incidente che ha causato la bandiera rossa a sette giri dal termine; come si evince dal video, Hamilton sorpassa Petrov mentre Sutil imposta male la curva finendo sul guard rail e carambolando di curva in curva completamente fuori controllo:

Ultimo episodio, che costa ad Hamilton la penalità di 20 secondi a fine gara e causa le ire del giovane Maldonado, il quale avrebbe potuto chiudere a punti su uno dei circuiti più belli e difficili del mondiale:

La manovra è l’esatta fotocopia del sorpasso effettuato su Schumacher nei primi giri; Lewis prende la scia, cerca un varco (e dal camera car di Maldonado ci si accorge di qualche cambio di direzione di troppo del venezuelano…), si butta all’interno prendendosi la traiettoria migliore. Al contrario dell’esperto Schumacher, Pastor chiude la traiettoria senza lasciare spazio ad Hamilton, che a quel punto ha già messo mezza macchina sul punto di corda e non può fare altro che tagliare palesemente la curva.

Il luogo comune vuole che la responsabilità sia quasi sempre di chi sta dietro e non di chi difende. Ma è giusto che chi difende pretenda di fare la curva come se non ci fosse nessuno all’interno? Il pilota che precede, ovviamente, non deve spalancare la porta e stendere il tappeto rosso, ci mancherebbe, ma deve avere l’obbligo (sportivo?) di lasciare lo spazio per lo meno minimo a chi sorpassa, soprattutto se quest’ultimo ha già infilato mezza macchina in curva.

Ultimamente si è parlato molto di “eccessivo agonismo” nei sorpassi, anche in Moto Gp, con il nostro Simoncelli, l'”Hamilton delle due ruote” praticamente, accusato di essere troppo cattivo nei sorpassi. Le vicende sono molto più simili di quanto si possa pensare, ma resta il fatto che stiamo parlando di due sport in cui i sorpassi e lo spettacolo che ne deriva dovrebbero essere il pane quotidiano. Certamente le manovre vanno fatte correttamente e chi esagera deve essere penalizzato. Ma la colpa non può essere sempre e solo di chi attacca…

365 Commenti

  • alfonso1960
    Esattamente, d’accordo con te, appunto, l’atteggiamento di Massa é stato come dire: “Passa pure Hamilton, sei un imprudente perché devo spostarmi in una zona pericolosa per la tua superbia”. Insomma un pericolo da squalifica! Massa é stato un Signore! Dopo l’ha ripetuto con Maldonado ma Lui non si è spostato perchè a credutoi chre Hamilton avrebbe interrotta l’azione come avrebbe dovuto fare secondo regolamento.
    </blockquote

    alfonso1960
    Esattamente, d’accordo con te, appunto, l’atteggiamento di Massa é stato come dire: “Passa pure Hamilton, sei un imprudente perché devo spostarmi in una zona pericolosa per la tua superbia”. Insomma un pericolo da squalifica! Massa é stato un Signore! Dopo l’ha ripetuto con Maldonado ma Lui non si è spostato perchè a credutoi chre Hamilton avrebbe interrotta l’azione come avrebbe dovuto fare secondo regolamento.

    a mio parere l’atteggiamento di massa è stato esattamente il contrario e secondo me ha fatto di tutto per andare a sbattere su hamilton, e si vede benissimo da come ka sua traiettoria era piu stretta di quella di webber…altro che farlo passare… ahahah massa un signore?? un signore è stato shumacher a nn creare un incidente con hamilton o rosberg con shumacher….massa ha il 50% della colpa altro che signore…(cmq nel tunnel è finito a muro o per un danno alla monoposto o perchè ha sbagliato traiettoria, nn certo perchè voleva farlo passare…).
    poi scusa…secondo te, un signore si lamenta in questo modo per un normale incidente alla montecarlo?? chiedendo penalita assurde come la squalifica?? mba… tu hai visto maldonado, quelli della virgin e toro rosso pestati da di resta, webber tamponato da massa, rosber tamponato da massa, hamilton tamponato da shumacher prima e da alguersuari poi, ecc ecc andare a fine gara a piangere dai commissari?? sono incidenti di gara, ci sono sempre stati e sempre ci saranno. altro che signore…a me pare una signorina…

  • alfonso1960

    In ogni caso faccio il tifo per i Latini Americani Massa e Maldonado! Vamos adelante Latino-Americanos!

  • alfonso1960
    Non si parla solo del contatto di Massa nel tornantino, guardate l’azione che ha fatto Hamilton con Schiumacher e con Maldonado, inoltre anche quell’azione fatta con Massa sotto il tunnel che pur non avendolo toccato ha costretto Massa di spostarsi un pò a sinistra con tutti i rischi que si è preso. Insomma un atteggiamento poco produnte a scapito dei compagni! Tutti i piloti potrebbero fare cosi, attaccare dove non è possibile!

    va beh, dai alfonso…mi va bene che sia criticato per i sorpassi che ha fatto su una pista in cui è impossibile superare, del tipo che “ogni occasione è buona”, pero dare la colpa a lewis per il botto nel tunnel è troppo. massa si è schiantato per due motivi:
    – o ha perso aderenza per la botta data a webber
    – o ha fatto un errore di guida alla perez…si è spostato troppo verso sinistra, ha messo due ruote nello sporco e è andato a sbattere (quella a cui credo di piu)
    dal camera car di lewis (che purtroppo è stato tolto da youtube) si vede benissimo come hamilton nn abbia ne toccato massa nel tunnel, ne stretto lui sullo sporco… massa ci è finito da solo, per uno dei motivi che ti ho scritto sopra.

    • alfonso1960

      Esattamente, d’accordo con te, appunto, l’atteggiamento di Massa é stato come dire: “Passa pure Hamilton, sei un imprudente perché devo spostarmi in una zona pericolosa per la tua superbia”. Insomma un pericolo da squalifica! Massa é stato un Signore! Dopo l’ha ripetuto con Maldonado ma Lui non si è spostato perchè a credutoi chre Hamilton avrebbe interrotta l’azione come avrebbe dovuto fare secondo regolamento.

  • Massa non poteva spostarsi per far passare Ham dato che c’era Mark Webber che gli impediva di spostarsi. Lewis invece si è infilato e lo ha sbattuto contro l’australiano.

    Nel sorpasso su Maldonado invece non è assolutamente vero che è la fotocopia del sorpasso ai danni di Schumi. Nel sorpasso ai danni del tedesco, Hamilton ha trovato lo spazio prima dell’entrata in curva, quando Schumi aveva ancora la possibilità di cambiare traiettoria.
    Invece nel sorpasso sul venezuelano Lewis si infila all’ultimo secondo, quando Pastor ha già impostato la curva, e quindi per lui era impossibile cambiare traiettoria per permettere il passaggio di Hamilton.

    Comunque capisco queste esagerazioni della realtà nei vostri articoli, è l’unico modo che hanno i giornalisti per riempire le pagine, piuttosto che cercare le notizie preferiscono inventarsele.

  • Grande Lewis!!! Sorpassi al limite (a volte anche oltre), lotte ruota a ruota, sono queste le emozioni che rendono fantastica la F1… Avercene di piloti come Hamilton…

  • Caribbean Black

    Alby

    Caribbean Black
    INFATTI Iceman!!!! Chiudiamo questo argomento con un bel
    FORZA MCLAREN A CARATTERI CUBITALI!!!!!!!!!
    😀
    </blockquote
    carribean hai raggione…….l’ala massa la rotta quando ha chiuso a hamilton tamponando leggermente webber che era davanti….ma questo non toglie che hamilton stava passando massa in un posto sbagliato….gli poteva succedere a lui di ronpere un’ala…poi piangeva e voi davate colpa a massa….

    ciao alby…..vorrei chiudere una volta per tutte l’argomento, dicendoti bravo perchè hai riconosciuto di aver sbagliato nel valutare l’incidente riconoscendo che hamilton non ha toccato massa sotto il tunnel inducendolo allo schianto.

    Questione ala rotta….nel contatto con webber, si vede perfettamente che salta in aria un pezzo di colore “rosso” nell’avantreno della vettura di massa…..
    Il pezzo di colore rosso dell’ala anteriore sulla vettura di massa è la bandella frontale destra posizionata orizzontalmente all’estremità dell’alettone anteriore.
    Si vede perfettamente che l’unica parte di auto che tocca la macchina di webber è l’alettone anteriore, ma lo fa in maniera talmente sensibile, che l’intera ala non si muove e non vibra nemmeno un po, per cui, l’ala anteriore ha retto alla perfezione, il che significa che l’ala pur perdendo un pezzo, è rimasta intatta.
    Sia nel contatto con hamilton che lo spinge verso webber causando il secondo contatto (quello dove vola per aria il pezzo di colore rosso) si nota palesemente che oltre all’ala non viene toccato nessun altro componente della vettura (ammesso che l’effetto ottico del doppio replay con 2 diverse angolazioni + il camera car non mi abbiano fatto prendere un abbaglio), per cui decadono automaticamente ipotesi possibili come rotture di piantone dello sterzo, così’ come foratura di un pneumatico.

    Assodato cio, si nota altrettanto palesemente come hamilton perda un pezzo di bandella laterale posizionata verticalmente, ma a differenza di massa, hamilton la perde completamente, si stacca nella sua totalità, mentre a massa una parte rimane.

    L’ala di massa rimane praticamente intatta mentre quella di hamilton subisce un danno visibile ed a mio avviso maggiore per il corretto funzionamento della direzionalità dell’auto, che nonostante la rottura, non compromette affatto la guidabilità della sua vettura,l per cui di conseguenza, mi chiedo come possa compromettere la guidabilità di quella di massa….

    In virtù di questo, mi chiedo come sia stato possibile che hamilton abbia curvato così bene sotto il tunnel, mentre massa incredibilmente, abbia scelto una diversa traiettoria (insensata) sfruttando la parte esterna della traiettoria, piena di marbles.

    A questo punto io mi chiedo come si possa ancora credere che l’incidente di massa sotto il tunnel sia stato causato per colpa della rottura “ininfluente alla direzionalità ell’auto” di un pezzo di ala anteriore, in una curva (qyella di entrata nel tunnel che vira verso destra) dove il carico aerodinamico in appoggio non serve. Massa ha sbalgiato completamente l’inserimento in entrata del tunnel, per un errore suo e non per un cedimento strutturale, e questo mi sembra essere stato provato con tutti i replay visualizzabili qui sopra nell’articolo.

    Ora in conclusione…..io ritengo entrambi responsabili, hamilton per eccesso di foga (la colpa è solo sua se si è compromesso la gara nelle qualifiche) e massa per un eccesso di doppia stupidità (quello di stringere hamilton + quello di entrare come uno scellerato nel tunnel andando nella traiettoria piu esterna)

    Mi dispiace solo che tu ogni volta ti accanisci in quel modo contro di lui, senza valutare bene tutte le dinamiche del caso.
    Io anche nel live del blog e poi nel dopo gara non ho avuto parole al miele per massa, ma me ne sono reso conto ed ho detto che non mi sarei espresso fino a che non avessi rivisto bene il replay…..ora l’ho visto ed ho preso la mia posizione.

  • sam michael (direttore tecnico della williams): normale incidente di gara tra lewis e pastor !!!!!!!!

  • AdMclaren67

    Ciao ragazzi , se permettete dico la mia , se hamilton era li davanti con i primi 3 li dava paga a tutti sia a vettel che alonso
    un pilota cosi nn si vede dai tempi di senna e prost
    a parte che sono suo tiffoso lo sostengo in pieno , se ragazzini come massa nn sanno come si fa . allora che se ne vada a guidare a luna park !!!! FORZA HAMILTON

  • irbas io penso che vettel sia forte,molto forte pero lo voglio valutare con 1 vettura meno efficente..quest anno è nettamente migliorato rispetto all anno scorso…mi ha colpito molto 1 cosa….nel gp di montecarlo non ha ascoltato il box ma ha fatto di testa sua per quanto riguarda la strategia e poi ha vinto…è un pilota che non sbaglia mai…freddo come pochi !!!!!

  • ronny
    ragazzi certamente hamilton puo ancora crescere e comunque in certi aspetti assomiglia molto a senna(almeno secondo me)…..frank correggimi se sbaglio…in questa epoca il talento vale molto meno della vettura che fa la differenza….magari in passato non era propio cosi….

    è proprio così oggi conta molto la vettura ed è purtroppo per questo motivo che spesso non si riconosce il reale valore del pilota ad esempio come accade con vettel che per molti non è un fenomeno solo perchè guida la macchina più forte.. ovvio la vettura lo aiuta ma indubbiamente quando c’è da lottare non si tira indietro mai..

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!