Canada, d’Ambrosio ammesso al GP

A Jerome d’Ambrosio sarà concesso di correre domani, in occasione del GP di Canada, nonostante oggi in qualifica non sia riuscito a stare al di sotto del tempo limite, fissato nel 107% rispetto alla migliore prestazione.

Il tempo limite sarebbe stato 1’18”989, ma il best time del pilota belga della Virgin era stato addirittura: 1’19”414. Gli steward hanno comunque deciso di far correre d’Ambrosio, avendo preso in considerazione il fatto che oggi in qualifica stesse utilizzando un telaio nuovo. D’Ambrosio era stato infatti protagonista di un incidente durante la seconda sessione di libere, ieri. Il team era stato quindi costretto a rimontare una nuova monoposto attorno ad uno chassis di riserva, visto che le regole non consentono di avere una vettura muletto.

La ghigliottina del 107% non é così caduta sulla testa del pilota del Team Marussia Virgin, così come invcece era successo per i due piloti della HRT in occasione del primo GP della stagione, in Australia. Bisogna, tra l’altro, considerare il fatto che oggi, in Q1, tutti i top team sono scesi in pista con le gomme prime, ovvero le dure. Dettaglio che può dare una piccola mano ai piccoli team, a non incappare nella regola del 107% che li taglierebbe completamente fuori dal GP.

9 Commenti

  1. Ma gli steward non dovrebbero applicare il regolamento??? Sempre più ridicoli.
    Lancio un appello ai Top Team: Nella Q1 fate girare un pilota con le gomme più morbide e fatene fuori almeno 5-6 di queste tartarughe ambulanti che creano solo casini in gara…

  2. non solo si puo fare finta di avere un problema alla macchina,non girare e chiedere l’autorizazzione alla fia.adesso anche con questa storia del telaio,ditemi voi come puo essere applicato il 107%.ipocrisia della fia,e fa pure rima

  3. un altra perla di jean todt che ha voluto la regola del 107%.evidentemente approfittano della mancanza di todt. ”ma si,tanto sta alla lemans.nemmeno se ne accorgera”

Lascia un commento