Mercato piloti: Hamilton si sta guardando intorno?

13 giugno 2011 16:43 Scritto da: Davide Reinato

Un altro weekend nero per Lewis Hamilton: la sua aggressività lo ha portato al contatto con Webber nelle prima fasi della gara, tanto che l’australiano ha definito “goffo” il tentativo d’attacco in quel modo. Lewis ha dovuto fare i conti anche con il compagno di squadra che – forse non vedendolo arrivare – lo ha stretto a muro, facendogli rompere una sospensione, costringendolo così al ritiro.

Dopo quell’incidente, Hamilton non è rientrato subito ai box, ma ha preferito calmarsi un po’. Ad aspettarlo nella pitlane c’era Ron Dennis: non sappiamo cosa i due si siano detti, ma di certo il vecchio Ron non doveva essere entusiasta dell’ennesima prestazione del suo pupillo.

E in questa aria un po’ tesa, viene fuori l’indiscrezione che sarebbero avvenuti i primi contatti tra Hamilton e la Red Bull. A lanciare questo rumor è l’autorevole settimanale Autosport che racconta di un incontro tra Lewis e Chris Horner lo scorso sabato sera. Il team principal della Red Bull ha ospitato Hamilton per un quarto d’ora, ma ovviamente nessuno sa cosa si siano detti.

Magari sono stati lì a parlare di donne e noi siam lì a montare lo scenario per il fanta-mercato, ma non è detto che questa chiacchierata non possa essere preludio di una trattativa più seria. In fondo, i primi segni di una frustrazione crescente nei confronti della McLaren, ci sono. Oltre gli incidenti in Canada e a Monaco, Hamilton sta facendo i conti con un compagno di squadra che si sta dimostrando tutto, fuorché un paracarro.

Il contratto di Hamilton con la McLaren scadrà alla fine del 2012. C’è ancora tempo, ma Lewis sembra si stia guardando intorno. Solamente tre le alternative possibili: rimanere ancora in McLaren, passare in Red Bull o accontentare il banco Santander e passare in Ferrari. Già, perché gli spagnoli non hanno fatto segreto di sognare una coppia Alonso – Hamilton per la Ferrari, riproponendo così una delle rivalità interne più famose degli ultimi anni. E sappiamo bene quanto contino gli spagnoli a Maranello ultimamente…

Sarà solo fanta f1?

39 Commenti

  • Comunque ragionandoci un attimo, Vettel è da un po’ che dice che vorrebbe in futuro andare in Ferrari, la Ferrari da parte sua sicuramente lo tiene in considerazione, Hamilton ha un contratto con la McLaren fino al 2012, non sarebbe tanto assurdo che la RedBull stia cercando di prendere i primi contatti con Hamilton pensando all’eventuale partenza di Vettel in un non lontano futuro.
    Alonso però ha un contratto con la Ferrari fino al 2016, e sinceramente fossi io a decidere non gli affiancherei ne Hamilton ne Vettel, 2 galli in un pollaio di solito non sono un bene per una scuderia, perlomeno in ottica mondiale piloti, ma non si può mai sapere…….

  • Io credo più realisticamente si tratti di un caso montato… Lewis sta benissimo dove sta, non vedrei perchè dovrebbe andare in RBR. Se a inizio campionato si lamentava che voleva una macchina competitiva, beh ora, in particolare col diviento degli scarichi in rilascio, praticamente ha una macchina al pari delle Lattine, negli ultimi 3 GP forse anche meglio in assetto gara.
    Queste indiscrezioni di certo non fanno morale alla squadra, in questo sì deve imparare dal suo compagno.
    E poi anche se la Santander vorrebbe rivedere il duo Lewis-Nando sulla Rossa, siamo sicuro il loro pupillo Asturiano sarebbe molto d’accordo? Io non credo…

  • Lewis in Redbull o in Ferrari (con Alonso)?
    Quanto al discorso Ferrari credo che nessuno nè Alonso nè Lewis abbiano nostalgia del 2007, quando hanno buttato un mondiale che avevano in tasca. Per cui ,salvo che alla Ferrari non siano masochisti, credo che Lewis a Maranello non andrà finchè ci sarà Alonso.
    Quanto al discorso Redbull condivido in pieno quello che dice DAVIDE78: I “Bibitari” potranno avere la macchina più forte (finchè ci sarà Newey e finchè consentiranno soluzioni aerodinamiche al limite del regolamento), ma correre per Mclaren o Ferrari è tutta un’altra storia, senza considerare che comunque sia si tratta sempre di scuderie che ,bene o male, a lottare per il campionato ci sono quasi sempre.
    Perciò prima di lasciare “Casa” Lewis dovrebbe pensare a cosa andrebbe incontro…

  • Mauro

    carloM
    intanto splendida intervista di button letta su autosport,invito chi fosse interessato a leggerla.
    è fondamentale avere una buona squadra con un buon rapporto.
    io archivio il canada tra gioie e dolori e guardo avanti,dai lewis dai reagisci

    vero, l ho letta anche io….pero..io sono sempre portato a vedere la malafede nelle cose…e cioè button in cuor suo sa di averla fatta sporca, o cmq di aver tardato troppo la difesa della traiettoria, e quindi ha voluto dire delle buone parole per restituire un po quanto preso….
    spero cmq di sbagliarmi, e cioè che lui nn l ha davvero visto, e che ci sia davvero questo rispetto reciproco….ma boh…io da quando è in mclaren ho visto un button, che ha sempre fatto di tutto per superare hamilton (ricordiamoci la turchia 2010) anche ai limiti della correttezza tra compagni…. in piu…boh, quelle parole “cosa sta facendo?” mi lasciano perplesso…se nn l ha visto, cm poteva fare sta domanda? caso mai poteva chiedere “cosa è successo?”….mba…

    sul fatto che l’ha visto lo penso anche io,infatti irmango dell’idea che button l’abbia fatta sporca.
    però voglio credere che in cuor suo si sia reso conto di aver esagerato,e l’importante è che ci sia stato il chiarimento.
    d’altra parte sono due piloti che si sono sempre stimati e hanno sempre avuto un ottimo rapporto,gli incidenti capitano e si superano.
    leggendo l’intervista ho avuto l’impressione che il team si sia ricompattato;certo,non potremo mai sapere quanto sincere sono certe dichiarazioni,ma io voglio crederci.

  • carloM
    intanto splendida intervista di button letta su autosport,invito chi fosse interessato a leggerla.
    è fondamentale avere una buona squadra con un buon rapporto.
    io archivio il canada tra gioie e dolori e guardo avanti,dai lewis dai reagisci

    vero, l ho letta anche io….pero..io sono sempre portato a vedere la malafede nelle cose…e cioè button in cuor suo sa di averla fatta sporca, o cmq di aver tardato troppo la difesa della traiettoria, e quindi ha voluto dire delle buone parole per restituire un po quanto preso….
    spero cmq di sbagliarmi, e cioè che lui nn l ha davvero visto, e che ci sia davvero questo rispetto reciproco….ma boh…io da quando è in mclaren ho visto un button, che ha sempre fatto di tutto per superare hamilton (ricordiamoci la turchia 2010) anche ai limiti della correttezza tra compagni…. in piu…boh, quelle parole “cosa sta facendo?” mi lasciano perplesso…se nn l ha visto, cm poteva fare sta domanda? caso mai poteva chiedere “cosa è successo?”….mba…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!