Renault: motori 4 cilindri o addio F1

Renault continua a minacciare il proprio ritiro dalla Formula 1 se nel 2013 non verranno introdotti i tanto contestati motori turbo a quattro cilindri. Il motorista francese sarebbe molto interessante a quel tipo di propulsori, che sarebbero molti vicini alla produzione di serie e, dunque, più conveniente per la Casa della Losanga.

La Commissione Formula 1 della FIA si riunirà la prossima settimana per discutere i piani del 2013. La linea integerrima di Todt, nelle ultime settimane, sembra aver fatto spazio ad un possibile ritardo nell’introduzione di questi motori, specie dopo che Ferrari, Mercedes e la stessa Cosworth si sono dette contrarie. Tuttavia, anche un rinvio avrebbe bisogno di una approvazione unanime delle squadre, per questo la situazione si fa movimentata: Renault non vuole saperne.

Il CEO di Renault Sport, Jean-Francois Caubet ha affermato di rispettare le preoccupazioni degli altri, ma ritiene che l’introduzione dei quattro cilindri turbo sovralimentati sia un bene per la categoria: “Non abbiamo cambiato idea. Abbiamo espressamente detto a Todt ed Ecclestone che spingiamo per avere il nuovo motore per rimanere in F1. Conosciamo la storia degli altri motoristi, ma la Renault non cambia posizione: Siamo nella zona rossa, perché così non sappiamo quale sarà il nostro futuro in Formula 1”.

Caubet sostiene che se i motori 1.6 non verranno introdotti, la Renault avrà problemi di credibilità a livello di management: “Non vogliamo perdere compatibilità con la F1, ma se le regole vengono modificate non avremo più il controllo della situazione e sarà un problema difficile. L’investimento di Renault in F1 è quantificabile in 100 milioni di euro, non possiamo cambiare direzione così”.

La situazione attuale vede la Ferrari totalmente contraria, mentre Mercedes e Cosworth sarebbero anche favorevoli, ma preoccupati per gli investimenti che servirebbero per lo sviluppo delle nuove unità. La settimana prossima, dopo la riunione della Commissione F1, ne sapremo molto di più.

47 Commenti

  1. Viaaaaaaaaaaaaaaaa, mi sono stufato, ormai è una guerra Francia-Inghilterra.
    Con queli ridicoli motori le potenze saranno le stesse, grazie al doppio Kers e ai 500 bar di pressione della benzina, ma che ci frega!!!!!! Non ammetto nulla sotto i V8, e devono essere aspirati, altrimenti andatevi a sentire il suono delle Cart………bleahhhh, turbo e 10mila miseri giri……….
    Ci manca solo l’Audi con i motori diesel e siamo apposto…

  2. LA SOLUZIONE CHE VA BENE PER TUTTI :

    Come proposto nel Topic La F1 Che Vorrei :

    Motore a Benzina con turbo compressore. Cilindrata 1.800 cc. N° Cilindri ed architettura motore ( a V – Boxer – Stella – Linea ) che facciano quello che vogliano. Ogni costruttore farà il motore che meglio gli si addice o crede !!! Troppo semplice ???

  3. s3

    Maso
    certo che in questo blog c’è gente dura di comprendonio: ripeto per l’ennesima volta NON è la cilindrata o il numero dei cilindri a determinare la potenza ma le scelte regolamentari della Fia: negli anni 80 lo sviluppo dei motori era libero, e ad esempio la Brabham BMW con un 4 cilindri in linea 1.5 turbo arrivava in qualifica a 1200cv(le F1 attuali sono sui 730 cv). Bisogna quindi sperare che la Fia non limiti troppo la potenza di questi nuovi motori; perchè se lasciate ai motoristi un pochino di libertà anche con un 1.6 vi tirano fuori potenze ben superiori ai motori attuali.

    Mha! Forse duro di comprendonio sei tu. Non e’ questione di potenza. Ma di frazionamento. Come può un marchio generalista imporre le sue idee, solo per averne un riflesso positivo sulle sue pseudoutilitarie?

    Esatto.
    Un costruttore come Ferrari (rimasto l’ultimo in F1, giusto?) un motore 4 cilindri lo usa per le macchinette del caffè in fabbrica.
    A parte le battute. È normale che Mercedes e Cosworth siano più caute. La Mercedes ha anche un mercato generalista e la Cosworth ha competizioni come i rally, in cui questo tipo di ricerca potrebbe tornare utile.
    Si chiamano sinergie.
    La Ferrari non potrebbe farlo, a patto di snaturare la propria identità. E per essa i costi sarebbero “ciechi” perché non avrebbero altri ritorni nella propria produzione da GT.
    Poi possiamo ragionare al contrario finché vogliamo: cioè, perché la Ferrari ultimo costruttore sportivo rimasto in F1 dovrebbe dettare legge?

    1. per carità rispetto la vostra idea…ma secondo me il frazionamento non è importante…io vorrei semplicemente che le nuove F1 non siano meno potenti delle precedenti. Detto questo visto che si va in questa direzione non mi stupirei di vedere una Ferrari stradale entry-level con un 4 cilindri turbo.

  4. Maso
    certo che in questo blog c’è gente dura di comprendonio: ripeto per l’ennesima volta NON è la cilindrata o il numero dei cilindri a determinare la potenza ma le scelte regolamentari della Fia: negli anni 80 lo sviluppo dei motori era libero, e ad esempio la Brabham BMW con un 4 cilindri in linea 1.5 turbo arrivava in qualifica a 1200cv(le F1 attuali sono sui 730 cv). Bisogna quindi sperare che la Fia non limiti troppo la potenza di questi nuovi motori; perchè se lasciate ai motoristi un pochino di libertà anche con un 1.6 vi tirano fuori potenze ben superiori ai motori attuali.

    Mha! Forse duro di comprendonio sei tu. Non e’ questione di potenza. Ma di frazionamento. Come può un marchio generalista imporre le sue idee, solo per averne un riflesso positivo sulle sue pseudoutilitarie?

  5. certo che in questo blog c’è gente dura di comprendonio: ripeto per l’ennesima volta NON è la cilindrata o il numero dei cilindri a determinare la potenza ma le scelte regolamentari della Fia: negli anni 80 lo sviluppo dei motori era libero, e ad esempio la Brabham BMW con un 4 cilindri in linea 1.5 turbo arrivava in qualifica a 1200cv(le F1 attuali sono sui 730 cv). Bisogna quindi sperare che la Fia non limiti troppo la potenza di questi nuovi motori; perchè se lasciate ai motoristi un pochino di libertà anche con un 1.6 vi tirano fuori potenze ben superiori ai motori attuali.

  6. ADDIO RENAULT …TANTO STATE RIMANENDO IN F1 SOLO PERCHE’ LO SVILUPPO DEI MOTORI E’ CONGELATO E QUINDI NO SPENDETE SOLDI IN RICERCA …ALTRIMENTI I MOTORI FERRARI E MERCEDES VI AVREBBERO FATTO IL SEDERE A STRISCE !!!! FORA DI BALL!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  7. sTI FRANCESI HANNO ROTTO SI VUOLE SNATURARE LA F1 , HA RAGIONE LA FERRARI I PROPULSORI 4 CILINDRI FANNO RIDERE I POLLI!….MA DOVE ANDREMO A FINIRE ? SENZA CONTARE CHE LA STORIA DEL RISPARMIO è UNA STUPIDAGGINE …PROGETTARE NUOVI MOTORI COSTEREBBE PIU CHE TENERSI GLI ATTUALI!!…E POI 2400CC ATTUALI!…MA PARLIAMOCI CHIARO …SONO GIà POCHI….QUESTE REGOLE C A S T R A N O LA F 1…………………..B A S T A ! ! ! ! ! ! !

  8. MA IO MI DOMANDO E DICO SE DOBBIAMO FARCI PRENDERE PER IL COLLO DA STI MANGIA CROISSANT!!!BASTA MICA STIAMO FACENDO MOTOCICLETTE !!!!!!!!!!!!E CHE CAVOLO !!!!…CI VOGLIONO MOTORI POTENTI NON DEI MOTORINI PER TAGLIAERBA !!…IO SONO PER IL RITORNO DEI 3500CC V12 !!!…O AL LIMITE UN 6 CILINDRI TURBO SENZA LIMITI DI ALMENO 2000CC

  9. Quoto

    robindoh
    Tanti saluti alla renault, non ci mancherà.
    In F1 ci vogliono motori che facciano sognare la gente, i motori piu potenti del mondo,non motori paragonabili a quelli delle macchine da rallye.

  10. Tanti saluti alla renault, non ci mancherà.
    In F1 ci vogliono motori che facciano sognare la gente, i motori piu potenti del mondo,non motori paragonabili a quelli delle macchine da rallye.

  11. 4 cilindri turbo come le auto stradali?

    ma non si chiamava f1?

    almeno v6 turbo senza limite di rotazione di giri.
    e poi sarebbe bello vedere qualche motore rompersi come in pasato.

    1. Vero La renault negli ultimi 20 anni ha vinto ben 9 volte mentre la Ferrari 8, parlando di Motori.
      Ma se poi mettiamo che per vincere non basta un motore e quattro ruote ma ci vuole anche un telaio, e sommiamo le vittorie dei telai a quelle dei motori avremo L Ferrari con 16 vittorie e la Renault con 11.
      se poi escludiamo i Mondiali vinti dalla Williams Renault che ricordiamo vincenti grazie alle sospensioni Attive e non certo per i Motori, allora Renault ha ben poco da crogiolarsi.
      Motori 1600 Turbo quelli che sono stati vietati qualche anno fa perchè ritenuti troppo pericolosi.
      L’ho detto io mettiamoci pure il catalizzatore e il filtro antiparticolato, magari poi sui circuiti tipo Silverstone o Menza piuttosto che SPA mettiamo anche gli autovelox con le pattuglie della stradale…
      Fanculo all Renault e al contenimento dei costi, la F1 è uno sport che unisce lo spettacolo della velocità con la ricerca tecnologica della massima potenza ricavabile quindi uno sport dove gli investimenti nella ricerca la fanno da padrone ergo la F1 è per ricchi, se non vi conviene CIAO.

  12. s3

    AlbyOra ci mancava la renault a fare i capricci….di sicuro la ferrari con un v4 da 1.6 fa un figurone sulle auto di serie…..la ferrari questo nuovo motore non gli serve a niente..e mai acceterà!!!la renault si dovra abbassare alle altre squadre!!!

    alzare, non abbassare…

    cosa alzare???il mio abbassare significava che la renault dovrà rinunciare anche lei al micro motore e rimpicciolire al massimo quello attuale…cioe da v 8 a v6…con consquenza calo di cilindrata ma con un kers che va almeno per tre volte quello di ora!!!

Lascia un commento