Alonso sprona la Rossa: “La vittoria è vicina”

20 giugno 2011 23:01 Scritto da: Antonino Rendina

Fernando Alonso suona la carica. Finora, per lo spagnolo della Ferrari, soltanto due piazzamenti sul podio in sette gare. Il terzo posto della Turchia e la splendida piazza d’onore di Montecarlo. Bottino magro considerando che l’obiettivo stagionale era ben altro ai nastri di partenza.

L’asturiano e la Ferrari hanno ormai virato verso aspirazioni più realistiche rispetto a un titolo mondiale ormai praticamente perso. Ovvero tornare quanto prima sul gradino più alto del podio. Iniziare a vincere dei Gran Premi per dare un senso a un’annata che, plausibilmente, passerà alla storia come quella del dominio di Vettel.

Ci crede Fernando che sprona la Rossa e “sente” la prima vittoria più vicina che mai: “Quest’anno in quanto a fortuna ci sta andando tutto male ma la ruota prima o poi deve girare. So che c’è tanta attesa da parte dei nostri tifosi per la prima vittoria della stagione e vi assicuro che anche per noi è la stessa cosa. Nelle ultime due gare abbiamo dimostrato chiaramente di avere il potenziale per vincere e, soprattutto a Monaco, ci siamo andati molto vicini anche se credo che anche in Canada avremmo potuto lottare fino in fondo, considerato quello che si era visto in qualifica. Adesso andiamo su un tracciato che ha delle caratteristiche abbastanza simili a quello di Montreal e non ci dovrebbero essere apparentemente dei motivi per cui non dovremmo essere competitivi anche lì”.

In effetti quello di Valencia è un tracciato cittadino con molte curve nette, tra cui alcune sufficientemente lente, dove conta molto la trazione in uscita e l’agilità della vettura. Una pista molto più simile a Montreal che a quelle pro Red Bull. L’unica incognita è legata alle Pirelli medium, mescola al debutto stagionale. Ma la temperatura dovrebb’essere sufficientemente alta da non creare problemi.

Ecco cosa pensa a riguardo lo spagnolo: “La novità più grande sarà il debutto ufficiale della gomma a mescola media prodotta dalla Pirelli, che sarà accoppiata a quella supermorbida. Durante l’inverno avevamo potuto provare diverse volte questo pneumatico ma adesso sarà tutta un’altra cosa, visto che la differenza di temperatura rispetto ai test di febbraio e marzo sarà di una ventina di gradi e che le caratteristiche del tracciato di Valencia non sono certo paragonabili né a quelle di Jerez o di Barcellona né tantomeno a quelle del tracciato permanente di Cheste, situato ad una ventina di chilometri dal centro città”.

Matador comunque mostra di crederci e pure tanto. I tempi sono ormai maturi: “Comunque corriamo il Gran Premio d’Europa che io ho già vinto due volte, quando la corsa si disputava al Nürburgring: in Italia si dice non c’è due senza tre…”

In attesa che speri di essere competitiva tra le strade della bella città spagnola, la Ferrari sul suo sito ufficiale, nella rubrica “Grillo Rampante”, si è affrettata a bollare come “sciocchezze” le tante voci di mercato che la vedono coinvolta sia per quanto riguarda il fronte piloti che per quello tecnici. Il tormentone è sempre lo stesso: la squadra non si tocca.

Se più che legittima appare la difesa d’ufficio di Felipe Massa (quanto credibile fate voi), più perplessi lascia l’ironia sul mercato tecnici “…su quello degli ingegneri, alimentato dalla ristrutturazione dell’area tecnica della Scuderia, si è scatenata una ridda di voci che ha portato alla formazione di una lista di candidati da far invidia ad un ufficio di collocamento…”

Che male ci sarebbe ad ammettere che si lavora per potenziare l’organico del team?

60 Commenti

  • Alby
    Bravo alonso e certo che ora che vinciamo…ci hanno rubato due vittorie certe sia a montecarlo sia in canada…ora dobbiamo rischiare di più….nessuna pietà…come fanno gli altri…ruotate e vittorie!!!

    Certo la Ferrari subisce sempre torti… Ma per favore……

  • Bravo alonso e certo che ora che vinciamo…ci hanno rubato due vittorie certe sia a montecarlo sia in canada…ora dobbiamo rischiare di più….nessuna pietà…come fanno gli altri…ruotate e vittorie!!!

  • pepizzi

    Carlo65

    27Io rimango dell’idea che la fortuna la si crea..la penso alla Enzo Ferrari a riguardo! E se si vuole fare questo discroso allora vettel l’anno scorso ne ha avuta di sfortuna: corea, australia, barcellona e barhein per citare 4 casi. Fra tutti al netto cmq degli errori che tutti hanno compiuti è stato il più sfortunato. Più cina quest’anno. Alonso se non cannava le partenze a inizio anno un po’ di punti in più gli avrebbe (senza contare l’errore in malesia)e hamilton più che sfortuna parlerei di errori perchè fare 8 punti in2 gare dove la tua macchina ha le carte per vincere, parlare di male sorte mi pare azzardato.

    quoto in pieno, dite che hamilton e alonso siano superiori, peccato che hamilton con una vettura allivello della RB nelle ultime 2 gare ha fatto 8 punti contro un 1° e 2° posto di vettel, ragazzi levatevi le fette di salame dagli occhi, vettel è lo schumi del futuro.

    Correre sapendo che hai la macchina piu’ forte e’ diverso dal dover inseguire e vincere ad ogni costo per riaprire il campionato. Da qui gli errori di Hamilton ed Alonso che devono rischiare molto di piu’ di Vettel. Detto questo considero Vettel un fuoriclasse al pari degli altri due. Oggi abbiamo la fortuna di avere tre campionissimi a lottare su tre macchine diverse. per lo spettacolo e’ una cosa positiva… se poi aggiungiamo dei possibili outsider fortissimi (Button Rosberg ecc.)….
    L’unico vero problema e’ la Fia che ogni 3×2 cambia le carte in tavola, creando confusione e dissapori…..

    Quotone a Pepizzi…
    E’ chiaro che Vettel è forte ma quanto ancora credo non si possa dire, l’anno scorso ha vinto il mondiale per un soffio, causa errore degli altri (anche se lui non è stato da meno), quest’anno ha una macchina che in mano ad altri forse andrebbe ancora meglio. La macchina conta troppo, purtroppo, qualche anno fa piloti che hanno vinto solo qualche GP stavano per vincere il mondiale, solo avendo una freccia da guidare, senza questa freccia non sono andati da nessuna parte. Forse non è il caso di Vettel ma credo si debba aspettare almeno a fine di questo campionato, almeno. Non dimentichiamo poi che è stato l’unico tra i big a dover cambiare o quasi la monoposto a causa dei bacetti sui muri delle varie piste…

  • Carlo65

    27Io rimango dell’idea che la fortuna la si crea..la penso alla Enzo Ferrari a riguardo! E se si vuole fare questo discroso allora vettel l’anno scorso ne ha avuta di sfortuna: corea, australia, barcellona e barhein per citare 4 casi. Fra tutti al netto cmq degli errori che tutti hanno compiuti è stato il più sfortunato. Più cina quest’anno. Alonso se non cannava le partenze a inizio anno un po’ di punti in più gli avrebbe (senza contare l’errore in malesia)e hamilton più che sfortuna parlerei di errori perchè fare 8 punti in2 gare dove la tua macchina ha le carte per vincere, parlare di male sorte mi pare azzardato.

    quoto in pieno, dite che hamilton e alonso siano superiori, peccato che hamilton con una vettura allivello della RB nelle ultime 2 gare ha fatto 8 punti contro un 1° e 2° posto di vettel, ragazzi levatevi le fette di salame dagli occhi, vettel è lo schumi del futuro.

    Correre sapendo che hai la macchina piu’ forte e’ diverso dal dover inseguire e vincere ad ogni costo per riaprire il campionato. Da qui gli errori di Hamilton ed Alonso che devono rischiare molto di piu’ di Vettel. Detto questo considero Vettel un fuoriclasse al pari degli altri due. Oggi abbiamo la fortuna di avere tre campionissimi a lottare su tre macchine diverse. per lo spettacolo e’ una cosa positiva… se poi aggiungiamo dei possibili outsider fortissimi (Button Rosberg ecc.)….
    L’unico vero problema e’ la Fia che ogni 3×2 cambia le carte in tavola, creando confusione e dissapori…..

  • Vorrei aggiungere che la vittoria potrebbe essere vicina se aboliscono del tutto la mescola dura……

  • 27
    Io rimango dell’idea che la fortuna la si crea..la penso alla Enzo Ferrari a riguardo! E se si vuole fare questo discroso allora vettel l’anno scorso ne ha avuta di sfortuna: corea, australia, barcellona e barhein per citare 4 casi. Fra tutti al netto cmq degli errori che tutti hanno compiuti è stato il più sfortunato. Più cina quest’anno. Alonso se non cannava le partenze a inizio anno un po’ di punti in più gli avrebbe (senza contare l’errore in malesia)e hamilton più che sfortuna parlerei di errori perchè fare 8 punti in2 gare dove la tua macchina ha le carte per vincere, parlare di male sorte mi pare azzardato.

    quoto in pieno, dite che hamilton e alonso siano superiori, peccato che hamilton con una vettura allivello della RB nelle ultime 2 gare ha fatto 8 punti contro un 1° e 2° posto di vettel, ragazzi levatevi le fette di salame dagli occhi, vettel è lo schumi del futuro.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!