Trulli: “La tecnologia ha rovinato la F1″

28 giugno 2011 20:45 Scritto da: Antonino Rendina

Jarno Trulli, classe ’74, corre in Formula 1 da quindici stagioni e di cambiamenti nei suoi 242 Gp in carriera ne ha visti tanti. Dagli anni in Prost al sogno incompiuto di far vincere la Toyota, passando per la Renault con quella bellissima vittoria a Montecarlo nel 2004 e alfiere adesso di un marchio glorioso come quello del Team Lotus.

Una storia questa con il team anglo malese abbastanza travagliata. Jarno, sebbene sia generalmente contento della squadra, nel 2011 si aspettava maggiori progressi dalla macchina mentre è costretto a lottare stabilmente con il servosterzo della sua vettura, cosa che gli impedisce di trovare il limite della prestazione e di dare il meglio di sè.

Nonostante questo fastidioso inconveniente il pescarese non sta demeritando, assecondando l’attuale potenziale dell’auto e correndo a ridosso dei team “classici”, sempre davanti ad Hrt e Virgin.

Ventesimo al traguardo a Valencia, dietro al compagno di team Kovalainen, l’italiano ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni sullo stato attuale della F1 nella sua personale rubrica sul sito del quotidiano la Repubblica. Trulli è un pilota talentuoso e apprezzato dai tifosi, per la lealtà in pista ma anche per la schiettezza delle dichiarazioni.

Le ventiquattro vetture al traguardo del Gp d’Europa sono, secondo Jarno, un record tutt’altro che positivo per la Formula 1. Una tale affidabilità rovina lo spettacolo più di quanto si possa pensare: “La gara di Valencia ha eletto, secondo me, anche un altro vincitore, oltre al solito Vettel. E questo vincitore è la tecnologia. Che dopo aver stravinto negli ultimi anni la partita contro l’elemento umano (sempre meno importante in F1), ha finito per vincere anche quella, un po’ più filosofica, contro l’imprevisto e, più in generale, contro l’imprevedibile. Che nel nostro mondo si traduce nel “guasto meccanico”. Dieci-quindici anni fa, quando cominciavo a correre, un pilota sapeva come cominciava una gara ma non sapeva come l’avrebbe finita. Anzi. Non sapeva nemmeno se l’avrebbe finita. Oggi, invece, l’affidabilità è diventata ordinaria: le macchine hanno quattro ruote e sono affidabili. Non ricordo più da quanto tempo non si rompe un motore in una gara di F1. Tutto ciò rappresenta  un’ulteriore perdita di fascino da parte della F1. E non è un caso che la gara di Valencia sia stata anche la più noiosa dell’anno”.

Il pensiero si allarga anche alla MotoGp: “Mi viene da riflettere anche sulla MotoGp, prima spettacolare e combattutta mentre oggi le gare dopo pochi giri sono finite. La tecnologia ha preso il sopravvento. E non è un caso che da qualche tempo siano arrivati nel mondo delle due ruote un sacco di ingegneri provenienti dalla F1″.

La chiusura di Jarno è sulla (non) lotta mondiale di quest’anno. La Ferrari è migliorata ma Vettel ha già vinto il campionato: “Vettel ha praticamente vinto, gli bastano pochi podi. La Red Bull di quest’anno mi ricorda la Ferrari del 2004, è un missile”.

15 Commenti

  • Ultimamente si lamenta spesso Jarno. Sulla tecnologia ha ragione.

  • In effetti mi manca quell’ondata di fumo bianco che usciva dai motori guastati…tipo Alonso a Monza nel 2006 intenderci. =) http://www.youtube.com/watch?v=LJp8U3gwAwE

  • che senso ha continuare? mi dispiace, ma la penso così

  • è incredibile quest’uomo.si lamenta continuamente che non ha fortuna nemmeno di finire la gara,ora invece,dice che ha finito la gara grazie alla tecnologia…ha problemi quest individuo

  • thecomeback

    Trulli è di Pescara !
    Ma ad Alberobello ci sono costruzioni molto particolari chiamati “TRULLI “…trattasi di Battuta!

  • trulli ha ragione in questo senso:
    non c’è più un motore che faccia la differenza, non c’è più una sospensione vincente, non c’è più un cambio rivoluzionario. tutto è standardizzato e solo l’aerodinamica fa la differenza.
    questa è la f1 odierna, che piaccia o no.

  • thecomeback

    hahahahha….quello che non ha neanche il servosterzo….siamo nel 2010 Trulli di Alberobello!

  • Sul discorso di jarno concordo solo al 50%
    Mi spiego:
    L’avvento della tecnologia e dell’elettronica ha apportato grandi progressi nella gestione motore, nei consumi, nella sicurezza ed inoltre ha avuto grandi ricadute sulla produzione di serie. D’altro canto questo elevato tenore tecnologico ha tolto alcune delle qualità intrinsiche di un ottimo pilota come ad esempio la sensibilità, la visione di gara, la gestione della vettura ecc..ecc… Ora tutto gli viene detto e suggerito via radio (troppa telemetria) come usare gomme, come usare consumi e smagrimento miscela, come ripartire la frenata….manca solo che li dicano qundo deve fare pipiì !!!
    Io suggerirei quanto segue: Non togliere la telemetria in quanto è giusto per il progresso che i tecnici sappiano cosa avvienein vettura ma viteri assolutamente le comunicazioni via radio. Lascierei solo avvisi tramite luci led per segnalazioni di sicurezza in pista ed una luce che indica solo quando deve rientrare ai box. Anche se io vorrei vdere aboliti i pit stop !!!

    • Esatto. È quanto dicevo nella “F1 che vorrei”. Basta l’eliminazione della radio per vedere da subito un’altra F1. Magari all’inizio saranno conservativi, ma poi il pilota campione salta fuori.

  • Non condivido per niente. La non rottura del motore è l’unica cosa buona che ha portato la tecnologia. Avere tante macchine in pista è divertente e tiene alta la competizione. Caso mai l’areodinamica, la telemetria esasperata, i piloti comandati via radio dai box e le pazzie della FIA e di Bernie hanno distrutto il cuore meccanico di questo sport.

  • MassaisTheBest

    Ha ragione, tipo nel ’96 massimo finivano le gare in 10, così c’era qualche opportunità per i team minori, che riuscivano anche ad andare a ridosso del podio

  • io ritengo trulli un ottimo pilota,altrimenti nn sarebbe ancora li dopo tanti anni;però secondo me è diventato un po troppo lamentoso..

  • quoto in parte i motori nn si rompono piu perche sono limitati e cmq nel 2010 di rotture se ne sono viste diverse poi dal 2014 con i 6 celindri sovralimentati vedrete che belle nuovole a ripetizione…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!