Da Silverstone stop ai “blown diffuser”. Ecco cosa cambia

29 giugno 2011 13:56 Scritto da: Mario Puca

Dalla prossima gara, in programma sullo storico circuito di Silverstone, la Formula 1 dirà addio al diabolico sistema dei “blown diffuser”, o diffusori soffiati che dir si voglia. In realtà la Formula 1 aveva già detto addio a questa brillante invenzione, ma la nuova normativa sarebbe entrata in vigore solo per la prossima stagione, lasciando un alone di ambiguità per la stagione in corso che i progettisti hanno prontamente sfruttato. Le regole per la stagione 2012 prevedono, infatti, che i terminali di scarico dovranno soffiare sopra al diffusore e dovranno superare nella loro lunghezza di circa 30cm l’asse posteriore, soffiando quindi sul bordo del diffusore stesso, e non prima.

Tale regolamentazione, però, ha lasciato tutto invariato per la stagione in corso, creando non poca confusione a riguardo. Proprio dal Gp d’Europa, la Fia ha tentato un primo passo verso Silverstone, obbligando le squadre ad utilizzare le stesse mappature sia per la qualifica che per la gara; da Silverstone, poi, sarà fatto divieto alle squadre di utilizzare i fatidici gas in rilascio per incrementare il grip in curva.

Al di là delle eventuali perplessità sulla legittimità di modificare le carte in tavole a partita in corso, per di più con mezza stagione già alle spalle, cerchiamo di capire meglio come funziona il sistema e cosa potrebbe realmente cambiare dalla prossima gara, e se davvero lo strapotere della Red Bull dovrebbe dissolversi magicamente come molti credono.

L’attuale sistema denominato “blown diffuser”, letteramente “diffusore soffiato”, è l’ultima evoluzione di quel sistema di cui abbiamo sentito parlare per la prima volta nella stagione 2009 e che fece la fortuna di Ross Brawn e di Jenson Button. In realtà, quello attuale, inventato da quel solito genio diabolico di Adrian Newey, è concettualmente molto diverso e davvero molto innovativo, in quanto coinvolge non solo l’aerodinamica della vettura in senso stretto, ma anche il motore. Difatti, il congegno sfrutta i gas di scarico roventi per creare un’ulteriore appendice aerodinamica che sigilla il diffusore ai due lati, massimizzando e concentrando il flusso dell’aria che scorre sotto la vettura; una sorta di “minigonna” praticamente, creata con i gas roventi. L’immagine qui al lato chiarifica ulteriormente il concetto. In rosso ci sono i gas di scarico che fuoriescono da condotti appiattiti davanti alle ruote posteriori e sigillano il diffusore ai due lati. L’aria che scorre all’interno del diffusore subisce, quindi, un’ulteriore depressione e ciò contribuisce ad aumentare il grip della vettura. Principi base dell’effetto suolo.

Tale sistema, però, rende al 100% solo quando è massimo anche il flusso di scarico ed è ovvio che ciò non avverrebbe in curva, quando il pilota molla l’acceleratore; ed è qui che avviene la “magia”: attraverso un complicato sistema elettronico che gestisce il motore, si fa in modo che anche quando il pilota alza il piede dall’acceleratore, allo scarico affluisca ancora una certa quantità di gas rovente. Ciò accade perchè le valvole, invece di chiudersi alla fine del normale ciclo di combustione, rimangono aperte, facendo defluire un mix di aria e benzina incombusta verso gli scarichi, la quale brucia all’interno del condotto, generando così l’effetto sigillo sufficiente a tenere la monoposto incollata anche in curva. Ovviamente il tutto si riverbera negativamente sui consumi, ma questo è un problema facilmente risolvibile dalle squadre.

Da Silverstone non sarà più possibile sfruttare i gas in rilascio; la norma interviene, quindi, sull’elettronica che gestisce il motore e dovrebbe influenzare le prestazioni delle vetture che utilizzano il sistema. Non avere un flusso regolare di gas roventi significa che il sistema in curva funziona molto meno e non genera grip a sufficienza. Meno grip significa non solo meno velocità, ma anche peggior consumo delle gomme. E’ normale, quindi, pensare che ad avere la peggio con le nuove disposizioni dovrebbe essere proprio la Red Bull, che del grip in curva fa il suo cavallo di battaglia. Il problema è che tutti i top team sfruttano il sistema e le prestazioni dovrebbero decadere un pò per tutti. Sarà difficile quindi vedere una Red Bull che fatica per entrare in Q3… oppure no?

111 Commenti

  • Frank Pitonetti

    golewis
    La mia personale opinione è che con queste nuove regole la ferrari sarà il team di riferimento!!si si la ferrari avete capito bene!!red bull e mclaren perderanno molto nelle loro prestazioni,xo la red bull ha una capacità di reazione e cmq un vantaggio tale che gli permetterà di essere vicina alla rossa…mentre la mclaren sarà dietro a mio avviso.
    Per quanto riguarda gli altri team vedo in grande ascesa soprattutto la sauber che potrebbe portarsi stabilmente in top ten, crescerà la williams e perderà tanto la lotus renault(heidfeld-petrov).

    Non sono molto convinto su ciò che dici.. direi di aspettare il responso della pista.

    A dire il vero, in parte sono daccordo con golewis, questo perchè con l’eliminazione del blown diffuser ad acceleratore alzato la RB potrebbe avere un grosso problema di bilanciamento e consumo gomme con un carico elevato in rettilineo che si perde poi in curva ad acceleratore alzato, un problema che in Ferrari dovrebbe essere minimo o quanto meno non molto accentuato, tra l’altro durante i test invernali hanno provato tantissimo senza blown diffuser.

    La parte in cui non sono tanto daccordo è il fatto che sarebbe fuori di ogni logica che Newey con tutto il tempo che ha avuto a disposizione, non abbia trovato una soluzione al problema, per cui concordo con Frank (anche perchè non si può fare altrimenti) che bisogna attendere il responso della pista.

  • Frank Pitonetti

    golewis
    La mia personale opinione è che con queste nuove regole la ferrari sarà il team di riferimento!!si si la ferrari avete capito bene!!red bull e mclaren perderanno molto nelle loro prestazioni,xo la red bull ha una capacità di reazione e cmq un vantaggio tale che gli permetterà di essere vicina alla rossa…mentre la mclaren sarà dietro a mio avviso.
    Per quanto riguarda gli altri team vedo in grande ascesa soprattutto la sauber che potrebbe portarsi stabilmente in top ten, crescerà la williams e perderà tanto la lotus renault(heidfeld-petrov).

    Non sono molto convinto su ciò che dici.. direi di aspettare il responso della pista.

  • john

    Simo

    pisco
    FABIO C ……cercasi disperatamente
    abbiamo bisogno delle tue news
    fatti vivo……………
    grazie

    FABIO CCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCC!!!!!!
    SE CI SEI BATTI UN COLPO!!!!!

    facci saper per favoreeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee !!!!!!!!!

    lo avranno arrestato per spionaggio 😀 scherzo ah

  • Simo

    pisco
    FABIO C ……cercasi disperatamente
    abbiamo bisogno delle tue news
    fatti vivo……………
    grazie

    FABIO CCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCC!!!!!!
    SE CI SEI BATTI UN COLPO!!!!!

    facci saper per favoreeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee !!!!!!!!!

  • pisco
    FABIO C ……cercasi disperatamente
    abbiamo bisogno delle tue news
    fatti vivo……………
    grazie

    FABIO CCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCC!!!!!!
    SE CI SEI BATTI UN COLPO!!!!!

  • Sicuramente la Red Bull perderà qualcosa,ma dire quanto è difficile per tutti!
    Cumunque ritengo che i valori in campo potranno variare ma non stravolgersi.
    La vettura da battere è sempre la stessa.

  • … magari senza usare gli scarichi in rilascio il posteriore scaldera’ meno cosi’ come il motore … e potranno usare il KERS al 100% cosi’ da compensare in parte la perdita di prestazioni in curva

  • FABIO C ……cercasi disperatamente
    abbiamo bisogno delle tue news
    fatti vivo……………
    grazie

  • Buongiorno a tutti!!!
    Anch’io sono dell’idea che non cambierà molto, sarebbe riduttivo credere che il grande vantaggio delle RB sia da imputare solo agli scarichi, è tutto il pacchetto ad essere imbattibile (Vettel compreso), ma spero di sbagliarmi! 😉

  • Ma se li usiamo anche noi e la MCL, qualcosa dovremmo perdere no?
    quindi secondo me cambierà qualcosa, ma poco….

  • Sempre se perderà qualcosa!Personalmente io credo che possa essere beffata in qualche circuito,come SPA ma nei suoi tracciati preferiti la RB7 darà agli avversari un distacco sicuramente sufficiente per vincere.E’ difficile stimare un distacco,però bisogna dire che Vettel,così come il team stesso,può gestire bene il campionato anche se dovesse perdere 5 decimi,come ipotizzava Marko.

  • thecomeback
    Sono stato come spettatore alla 24 ore di Lemans…mica come pilota , ma non capite mai nulla..e. che diamine 😉

    O forse sei tu che non ti esprimi correttamente i tuoi pensieri?Di solito nel linguaggio sportivo le apparizioni sono partecipazioni…
    P.S. Ciò non toglie che dovresti essere più “umile”,evitando di parlare con certezze.
    Comunque torniamo a parlare seriamente,secondo voi quanto perderà la Red Bull dagli avversari(in decimi).

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!