Alonso: “Per me la Ferrari vale più di un mondiale”

4 luglio 2011 20:51 Scritto da: Antonino Rendina

Sempre più innamorato della sua Rossa. Fernando Alonso non si pente di aver firmato per la Ferrari, più precisamente si è detto contento di aver scelto Maranello al posto della Red Bull.

Il team austriaco aveva contattato Alonso ai tempi della sua seconda esperienza in Renault. Ma l’asturiano all’epoca declinò gentilmente la bibita energetica, preferendo un futuro con la Scuderia italiana.

Nonostante la Red Bull di questi anni si sia rivelata una squadra invidiabile per il potenziale tecnico dimostrato, Matador ha le idee chiare: “No, non rimpiango di aver rifiutato la Red Bull. Magari adesso avevo uno o due titoli in più, ma non sarei così felice, come lo sono alla guida della Ferrari. Io credo che per un pilota sia più importante correre per la Ferrari che vincere un campionato del mondo”.

Parole e atteggiamento molto simile a quello di un altro indimenticato pilota Ferrari: Jean Alesi. Il francese nel 1991 pur di guidare per la Ferrari stracciò letteralmente un contratto già firmato con la micidiale Williams di allora. Rinunciando a chissà quante vittorie. Eppure Jean, ancora oggi, quando parla del quinquennio in rosso si illumina e quella vittoria in Canada nel ’95 vale per i tifosi quanto un titolo. Il francese è rimasto legato alla Ferrari e non ha mai rimpianto quella ,a conti fatti, fu una scelta di vita.

Fernando Alonso, oggi, guarda Vettel scappare lontano ma non si rammarica. Come Alesi è orgolioso di difendere i colori della Ferrari. A differenza di Alesi, però, l’asturiano corre con una Ferrari  molto diversa, che presto potrebbe regalargli  enormi soddisfazioni. Questione di tempo, e di fiducia…

58 Commenti

  • marcoct

    Caribbean Black

    marcoct
    Dico solo: Senna e Mclaren Honda.

    Quoterei…..ma penso in realtà che Senna, sia senna, e basta…..un pilota indipendente dalla vettura che guidava…..un pilota con “UN SOLO ED UNICO SOGNO” (che non era la ferrari di certo, precontratto o non precontratto) quello di vincere piu di tutti e di battere tutti…..vincere piu mondiali di Prost e provare ad eguagliare Fangio almeno…..il resto non ha valenza alcuna…..

    Per me Senna vale più del mito Ferrari ma molto di più…..

    -.- hahahahahahah

  • elpibedeoro

    La Ferrari è gloria , è eccellenza , è il sogno ! Tutti i piloti aspirano alla rossa di Maranello, anche Button ed Hamilton. La McLaren ha una vettura e un organizzazione migliore al momento , ma non puo’ minimamente mettersi a paragone con la Ferrari .Anche Senna era attratto fortemente dal cavallino, io ho conosciuto Ayrton. Lui e il grande vecchio si scambiavano sempre una lettera di auguri a Natale. Cesare Fiorio e Senna ebbero un incontro a Londra nel 1990 , lì si definì il passaggio di Ayrton alla Rossa di Maranello . Tutto saltò per le vivaci protesta di Prost, il quale prese la macchina e si fiondò a Torino da Cesare Romiti per protestare per la scelta di Fiorio. Romiti contattoò subito il team principal di allora e gli ordinò di annullare tutto. Ma nel 1992 , Senna aveva stretto un bel rapporto con Luca Cordero . Ayrton aveva fatto questa promessa ” Se riuscite ad avvicinarvi ad un secondo di distacco al giro dalla Williams , io verrò da voi “. Diceva che chiudere il suo cammino agonistico alla Ferrari era un sogno , voleva riportarla al trionfo dopo tanti anni . Ora , per quanto Ayrton sia stato grande ( anche se lo ritenevo meno completo di Prost , ma non gliel’ho mai detto in faccia ), lui non è paragonabile alla rossa di maranello . Anche salire soltanto su una stradale di Maranello è qualcosa di unico . Io ebbi l’immensa fortuna di farmi un giro in macchina con Alboreto , sulla meravigliosa Testarossa….che momenti. La magia della Ferrari sta nel fatto che tutto da nasce da un uomo non ricco , uno che a 19 anni era disperato perchè non sapeva che fare della sua vita. Tutto nasce da un sogno , quello di un matto modenese che aspirava a mettere su la macchina più veloce del mondo . Ci è riuscito , ma è andato ben oltre ; ha creato una leggenda , ha creato una scuderia che lascia il segno in ogni pilota che gli si avvicina. Alesì nel 91 ruppe il precontratto con la Williams , Alonso ha rifiutato la Red Bull…è un caso? e state certi , che se un giorno dovesse arrivare Hamilton dirà le stesse cose . McLarnen o non McLaren.

  • Caribbean Black

    marcoct
    Dico solo: Senna e Mclaren Honda.

    Quoterei…..ma penso in realtà che Senna, sia senna, e basta…..un pilota indipendente dalla vettura che guidava…..un pilota con “UN SOLO ED UNICO SOGNO” (che non era la ferrari di certo, precontratto o non precontratto) quello di vincere piu di tutti e di battere tutti…..vincere piu mondiali di Prost e provare ad eguagliare Fangio almeno…..il resto non ha valenza alcuna…..

    • Caribbean Black

      marcoct
      Dico solo: Senna e Mclaren Honda.

      Quoterei…..ma penso in realtà che Senna, sia senna, e basta…..un pilota indipendente dalla vettura che guidava…..un pilota con “UN SOLO ED UNICO SOGNO” (che non era la ferrari di certo, precontratto o non precontratto) quello di vincere piu di tutti e di battere tutti…..vincere piu mondiali di Prost e provare ad eguagliare Fangio almeno…..il resto non ha valenza alcuna…..

      Per me Senna vale più del mito Ferrari ma molto di più…..

      • se va beh….. come si fa a comparare 2 miti che c hai un metro speciale ?

  • Caribbean Black

    Simo

    john
    @ tutti : La ferrari è un mito che va la di la della competizione di f1perchè è una metafora della vita : un uomo con un sogno, privo di mezzi ma dotato di una forza d animo incredibile è riuscito a relezziare se stesso ai messimi livelli d eccellenza è un mito perchè rappresenta la storia di uomo, prima che di una macchina, il quale ha saputo rialazzarsi ad ogni batosta, vedi morte di del figlio dino o di gilles ,piu forte di prima, è un mito perchè ha sfidacto i colossi mondiali della auto, vedi ford, e li ha battuti, è un mito perchè insegna a tenere duro a tenere dritta la schiena , è un mito perchè ti dimostra che davide batte golia 1000000 a 0 ,è un mito perchè ti dimostra che l essere umano al di la delle sue nefandezze è vermanete un essere quasi divino nel senso che se viole veramente qualcosa con tutto se stesso nn deve fare altro che andare a prendersela e SOLO ALLA FINE è un mito perchè è la squadra piu vittoriosa di sempre quella dove hanno corso i migliori piloti di sempre, tranne senna ma forse ci sarebbe venuto, …. QUESTO è QUELLO CHE è PER ME LA FERRARI !!!!

    sono quasi commosso:))))))per commuovermi del tutto dovevi finire con un bel FORZA FERRARI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!:))))))))))))))))))))))))))

    john
    FORZA FERRARIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII TUTTA LA VITAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA :))) E VAI CON LE LACRIMUCCIE SIGH SIGH :)))

    ….mi state facendo venire da vomitare……. O_O aahahahahahahahahah

  • john
    @ tutti : La ferrari è un mito che va la di la della competizione di f1perchè è una metafora della vita : un uomo con un sogno, privo di mezzi ma dotato di una forza d animo incredibile è riuscito a relezziare se stesso ai messimi livelli d eccellenza è un mito perchè rappresenta la storia di uomo, prima che di una macchina, il quale ha saputo rialazzarsi ad ogni batosta, vedi morte di del figlio dino o di gilles ,piu forte di prima, è un mito perchè ha sfidacto i colossi mondiali della auto, vedi ford, e li ha battuti, è un mito perchè insegna a tenere duro a tenere dritta la schiena , è un mito perchè ti dimostra che davide batte golia 1000000 a 0 ,è un mito perchè ti dimostra che l essere umano al di la delle sue nefandezze è vermanete un essere quasi divino nel senso che se viole veramente qualcosa con tutto se stesso nn deve fare altro che andare a prendersela e SOLO ALLA FINE è un mito perchè è la squadra piu vittoriosa di sempre quella dove hanno corso i migliori piloti di sempre, tranne senna ma forse ci sarebbe venuto, …. QUESTO è QUELLO CHE è PER ME LA FERRARI !!!!

    sono quasi commosso:))))))per commuovermi del tutto dovevi finire con un bel FORZA FERRARI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!:))))))))))))))))))))))))))

  • Cypher155
    @ Simo
    Ciao Simo! Guarda il Banco copre per intero l’ingaggio di Nando e per indotto fornisce molti più soldi di quanto si possa pensare, oltre ad avere un peso politico forte su certe scelte.
    Le mosse fatte da post Abu Dhabi non sono solo per volere di Alonso o per furor di popolo, sono prese di posizioni che la Ferrari in passato raramente ha compiuto così drasticamente. Sicuramente Montezemolo non si fa mettere i piedi in testa, ma conosce benissimo le leggi di mercato e sa come agire anche da dietro le quinte o come Presidentissimo che ci mette la faccia, come fa più abitualmente nel recente.
    Per inciso, Ethiad non ha continuato con la Ferrari perchè a Maranello gli chiedevano una camionata di soldi che gli emiri, nell’ottica di ridurre le spese di sponsorizzazione, non accettarono.
    Non dimentichiamoci che oggi con quella sorta di budget-cap che viene (saltuariamente) applicato, la Ferrari copre grandissima parte dei suoi ingaggi e parte dei costi del reparto corse grazie alle sole Philip Morris e Santander, non è poca cosa….
    Per cui non mi sembra una cosa così brutta o denigrante ammettere quanto potere abbiano questi due sponsor.
    Ricordo la Marlboro ha fatto cambiare alla Rossa prima il nome storico della Scuderia, poi il colore della livrea ed infine (a.d. 2011) il simbolo.

    grazie per le precisazioni:) in realtà il mio commento era rivolto a tutti coloro che pensano che la ferrari sia la ”scuderia santander”e, seppur i banchieri hanno il loro peso, si tende ad ingigantire un po’ la cosa e secondo me è sbagliato. In ogni caso nando sarebbe arrivato in a Maranello, baco o non banco:)))

  • alonso e il più paracu.. che conosca….però sono contento perche è semplicemente la verità………la ferrari e la mitica della f1,le altre tutte secondarie anche quando vincono mondiali….le parole di alonso sono frecciatine mandate ai suoi colleghi…li e territorio vietato per tutti!!!

  • john
    @ tutti : La ferrari è un mito che va la di la della competizione di f1perchè è una metafora della vita : un uomo con un sogno, privo di mezzi ma dotato di una forza d animo incredibile è riuscito a relezziare se stesso ai messimi livelli d eccellenza è un mito perchè rappresenta la storia di uomo, prima che di una macchina, il quale ha saputo rialazzarsi ad ogni batosta, vedi morte di del figlio dino o di gilles ,piu forte di prima, è un mito perchè ha sfidacto i colossi mondiali della auto, vedi ford, e li ha battuti, è un mito perchè insegna a tenere duro a tenere dritta la schiena , è un mito perchè ti dimostra che davide batte golia 1000000 a 0 ,è un mito perchè ti dimostra che l essere umano al di la delle sue nefandezze è vermanete un essere quasi divino nel senso che se viole veramente qualcosa con tutto se stesso nn deve fare altro che andare a prendersela e SOLO ALLA FINE è un mito perchè è la squadra piu vittoriosa di sempre quella dove hanno corso i migliori piloti di sempre, tranne senna ma forse ci sarebbe venuto, …. QUESTO è QUELLO CHE è PER ME LA FERRARI !!!!

    Bravo!
    Complimenti,la penso come te.

  • @ Simo

    Ciao Simo! Guarda il Banco copre per intero l’ingaggio di Nando e per indotto fornisce molti più soldi di quanto si possa pensare, oltre ad avere un peso politico forte su certe scelte.
    Le mosse fatte da post Abu Dhabi non sono solo per volere di Alonso o per furor di popolo, sono prese di posizioni che la Ferrari in passato raramente ha compiuto così drasticamente. Sicuramente Montezemolo non si fa mettere i piedi in testa, ma conosce benissimo le leggi di mercato e sa come agire anche da dietro le quinte o come Presidentissimo che ci mette la faccia, come fa più abitualmente nel recente.

    Per inciso, Ethiad non ha continuato con la Ferrari perchè a Maranello gli chiedevano una camionata di soldi che gli emiri, nell’ottica di ridurre le spese di sponsorizzazione, non accettarono.

    Non dimentichiamoci che oggi con quella sorta di budget-cap che viene (saltuariamente) applicato, la Ferrari copre grandissima parte dei suoi ingaggi e parte dei costi del reparto corse grazie alle sole Philip Morris e Santander, non è poca cosa….
    Per cui non mi sembra una cosa così brutta o denigrante ammettere quanto potere abbiano questi due sponsor.
    Ricordo la Marlboro ha fatto cambiare alla Rossa prima il nome storico della Scuderia, poi il colore della livrea ed infine (a.d. 2011) il simbolo.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!