“La F1 che vorrei”, l’opinione di Maurizio Losa

5 luglio 2011 22:28 Scritto da: Davide Reinato

L’iniziativa “La F1 che Vorrei” continua il proprio viaggio d’avvicinamento al Fans Forum previsto per Monza e stiamo ancora
raccogliendo le vostre idee migliori da proporre all’associazione dei
team in quella occasione. Dopo aver sentito le opinioni di Carlo Vanzini e Gianfranco Mazzoni, questa settimana andiamo a sentire l’opinione di Maurizio Losa, vice direttore di Rai Sport.

Con lui abbiamo voluto approfondire una questione che sta a cuore ad ognuno di noi, ossia quella della gestione dei diritti TV. In molte delle vostre e-mail, arrivate all’indirizzo laf1chevorrei@blogf1.it, si toccava molto da vicino la questione dei diritti televisivi e chi meglio della RAI può rispondere in tal senso?

D: Quando si parla di Formula 1 in TV, il coro delle proposte diventa univoco: tutti vorrebbero vedere le prove libere in chiaro. Vogliamo approfittare di questo spazio per farti due domande in una: perché attualmente la RAI non trasmette le libere e quante possibilità ci sono che questo avvenga in futuro?

R: “Attualmente la Rai ha un contratto con FOM (in scadenza alla fine della stagione 2012) nel quale sono concessi i diritti tv sulle piattaforme terrestri in chiaro solamente per qualifiche e gara. I diritti per trasmettere le libere sono state concesse solamente per il solo Gran Premio d’Italia, in relazione al fatto che RAI è l’host broadcaster. Nel quadro della trattative per l’eventuale rinnovo del contratto saranno sicuramente inserite anche le prove libere per la loro diffusione sui nostri canali tematici Raisport 1 e 2. Le possibilità che questo avvenga sono davvero concrete e se le parti convenissero di chiudere la trattative prima della prossima stagione, le libere sulla RAI diverebbero realtà a partire dal 2012″.

D: Ci sono voci che la BBC stia pensando di non rinnovare il contratto per i diritti TV in vista del 2013. In Italia, che situazione avremo? La Rai continuerà a trasmettere la Formula 1 in chiaro?

R: “E’ vero, BBC sta discutendo i termini del suo contratto e non è detto che rinnovi. RAI continua ad essere assolutamente interessata e considera la Formula 1 un prodotto importante. Credo che a breve le parti si incontreranno per iniziare un confronto su una base di partenza di un triennio (2013-2015)”.

D: Nell’epoca della multimedialità e del web 2.0, c’è chi ricorda con piacere le vostre trasmissisioni post gara con gli interventi tramite e-mail degli appassionati a casa nei confronti degli ospiti in studio. Da un po’ di tempo questo non accade più e potrebbe essere un punto da migliorare. L’esempio delle mail è solamente uno spunto, ma pensi potrà esserci più interazione tra chi la F1 la racconta e chi la guarda da casa?

R: “Vero, ma va anche detto che rispetto a quel periodo è cambiata l’impostazione del programma che prevede uno spazio maggiore dalla pista e meno dallo studio. Tuttavia, è una cosa alla quale comunque a dedicare attenzione e non escludo che si possa, prossimamente, reintrodurre il confronto, magari utilizzando i social network come Twitter o Facebook”.

D: Infine, domanda di rito: su quali aspetti lavorerebbe Maurizio Losa per migliorare la Formula 1?

R: “Migliori riprese, possibilità di accedere con più frequenza nei box anche durante la gara per vedere cosa succede lì dentro. Vorrei delle grafiche più chiare, GPS che consenta la localizzazione delle vetture in pista (soprattutto durante i numerosi pitstop). Poi ci sono aspetti che riguardano la formula su qualifiche e gara: personalmente, tornerei all’ora di qualifica per tutti, una vera sfida. Sulla gara vera e propria, direi che il sistema “gomme” ha sicuramente movimentato e non ci sono più quei noiosi trenini”.

Ringraziamo Maurizio e ora passiamo la parola a voi 😉 Spazio ai vostri commenti!

36 Commenti

  • Caribbean Black

    Caribbean Black

    Rosso dentro
    capisco ciò che dici e hai ragione, ma è anche vero che si potrebbe migliorare il sistema, anche per far diventare “appassionati” quelli che ancora non lo sono…se tu durante il gp mi parli di gossip, io mi appassiono di gossip non di F1…
    Come ha già puntualizzato il buon Caribbean, che anche se tifa McL è uno che se ne intende :), nella telecronaca della MotoGP hanno raggiunto un buon compromesso per accontentare sia l’appassionato che lo spettatore occasionale…

    Bravissimo….è cio che intendevo e tu hai fatto un esempio trasparente e cristallino….”COMPROMESSO” è quel che ci vuole….Meda & Reggiani quanto meno danno i tempi di oltre il 90% dei giri percorsi con i vari raffronti tra i piloti piu importanti…..e poi durante il resto del giro parlano anche di altro….gossip, rumors e cose varie….
    Come vedi, se lo si puo fare in moto gp non vedo il motivo per non farlo anche in F1 😀
    Ti ripeto Gabry, è FATTIBILISSIMO….non si parla di commentare esclusivamente la parte tecnica, ma di incentrare la parte tecnica al minimo “INDISPENSABILE” ovvero la documentazione dei tempi di ogni giro con vari raffronti, almeno per il 90% dei giri percorsi…..

    gabriele72
    mah io infatti l’ho detto che si può fare molto e si può migliorare,solo voglio dire che non è tutto da buttare..

    😀 ma io non ho mai detto che sia tutto da buttare, assolutamente MAI MAI MAI MAI…..e siccome hai fatto il tuo intervento di critica in un mio post non generalizzando, ho dedotto automaticamente che lo stessi facendo presente a me :)
    Se volevi dire in generale avresti dovuto specificare a chi facevi riferimento 😀
    Anche io sono del parere che molte cose vanno per il verso giusto, ed infatti non ho criticato l’intero pacchetto offerto dalla rai, ma solo certi aspetti che possono essere migliorabili agevolmente.
    Si è parlato di “target” di spettatori, sostenendo a gran voce che non sono tutti esperti ed appassionati come noi, e che per via di questo dettaglio, non è possibile incentrare prevalentemente la telecronaca sotto il profilo dell’informazione tecnica, BENE, sono d’accordo anche io, ma neanche si dovrebbe incentrarla prevalentemente nel discorso inverso.
    Ripeto, documentare i tempi coi vari distacchi progressivamente, non è un’aspetto tecnico non comprensibile agli spettatori meno esperti o appassionati, anzi, è puro e semplicissimo calcolo matematico basilare, addizione/sottrazione, che renderebbe la telecronaca una vera e propria documentazione dello svolgimento dei fatti in gara…..ovvero, il principio fondamentale della documentazione stessa.

    Concordo in pieno con te Caribean, tranne sulla cronaca dei distacchi ad ogni giro, dal momento che la regia internazionale ha proposto il modello Nascar che da alternativamente, il distacco fra i piloti, il distacco dei piloti dal primo, ci da in tempo reale chi utilizza il DRSecc. quello che a me manca tantissimo, è il tempoche fa un pilota mentre il suo diretto avversario è in pit-lane, esempio: nel gp scorso, quando webber è rientrato ai box, nessuno ha avuto il buonsenso di co,unicare i tempi di Alonso, e nei successivi due giri, i commentatori Rai non hanno mai dato un confronto dei tempi fra Webber ed Alonso in modo da dare ai telespettatori un’idea di quello che accadeva.
    Quando Alonso è riebtrato im pista dopo la l’ultima sosta, dalla ripresa televisiva era alquanto difficile scorgere la vettura di Webber anche perchè essendo nel traffico non si riuscive a capire dove fosse, considerando poi le varie gaffe cui incorrono spesso Mazzoni e Capelli, prima di esultare ho apettato una ripresa decente.
    Perchè invece di parlare del gelato che piace a Kertikeyan non danno queste informazioni??

  • Caribbean Black

    Caribbean Black

    Rosso dentro
    capisco ciò che dici e hai ragione, ma è anche vero che si potrebbe migliorare il sistema, anche per far diventare “appassionati” quelli che ancora non lo sono…se tu durante il gp mi parli di gossip, io mi appassiono di gossip non di F1…
    Come ha già puntualizzato il buon Caribbean, che anche se tifa McL è uno che se ne intende :), nella telecronaca della MotoGP hanno raggiunto un buon compromesso per accontentare sia l’appassionato che lo spettatore occasionale…

    Bravissimo….è cio che intendevo e tu hai fatto un esempio trasparente e cristallino….”COMPROMESSO” è quel che ci vuole….Meda & Reggiani quanto meno danno i tempi di oltre il 90% dei giri percorsi con i vari raffronti tra i piloti piu importanti…..e poi durante il resto del giro parlano anche di altro….gossip, rumors e cose varie….
    Come vedi, se lo si puo fare in moto gp non vedo il motivo per non farlo anche in F1 😀
    Ti ripeto Gabry, è FATTIBILISSIMO….non si parla di commentare esclusivamente la parte tecnica, ma di incentrare la parte tecnica al minimo “INDISPENSABILE” ovvero la documentazione dei tempi di ogni giro con vari raffronti, almeno per il 90% dei giri percorsi…..

    gabriele72
    mah io infatti l’ho detto che si può fare molto e si può migliorare,solo voglio dire che non è tutto da buttare..

    😀 ma io non ho mai detto che sia tutto da buttare, assolutamente MAI MAI MAI MAI…..e siccome hai fatto il tuo intervento di critica in un mio post non generalizzando, ho dedotto automaticamente che lo stessi facendo presente a me :)

    Se volevi dire in generale avresti dovuto specificare a chi facevi riferimento 😀

    Anche io sono del parere che molte cose vanno per il verso giusto, ed infatti non ho criticato l’intero pacchetto offerto dalla rai, ma solo certi aspetti che possono essere migliorabili agevolmente.

    Si è parlato di “target” di spettatori, sostenendo a gran voce che non sono tutti esperti ed appassionati come noi, e che per via di questo dettaglio, non è possibile incentrare prevalentemente la telecronaca sotto il profilo dell’informazione tecnica, BENE, sono d’accordo anche io, ma neanche si dovrebbe incentrarla prevalentemente nel discorso inverso.

    Ripeto, documentare i tempi coi vari distacchi progressivamente, non è un’aspetto tecnico non comprensibile agli spettatori meno esperti o appassionati, anzi, è puro e semplicissimo calcolo matematico basilare, addizione/sottrazione, che renderebbe la telecronaca una vera e propria documentazione dello svolgimento dei fatti in gara…..ovvero, il principio fondamentale della documentazione stessa.

    • gabriele72

      wow,ma xkè te la prendi cosi?ho espresso solo un parere al tuo post,e poi ho fatto un commento in generale..non volevo “rimproverarti” niente,anzi sono d’accordo con te e aggiungo che anche sulla regia internazionale ci sarebbe da ridire molto..

      • Caribbean Black

        e mica me la son presa???? ho messo le faccine sorridenti per farti capire che non era una bacchettata ma una puntualizzazione approfondita 😀

  • Caribbean Black

    Rosso dentro
    capisco ciò che dici e hai ragione, ma è anche vero che si potrebbe migliorare il sistema, anche per far diventare “appassionati” quelli che ancora non lo sono…se tu durante il gp mi parli di gossip, io mi appassiono di gossip non di F1…
    Come ha già puntualizzato il buon Caribbean, che anche se tifa McL è uno che se ne intende :), nella telecronaca della MotoGP hanno raggiunto un buon compromesso per accontentare sia l’appassionato che lo spettatore occasionale…

    Bravissimo….è cio che intendevo e tu hai fatto un esempio trasparente e cristallino….”COMPROMESSO” è quel che ci vuole….Meda & Reggiani quanto meno danno i tempi di oltre il 90% dei giri percorsi con i vari raffronti tra i piloti piu importanti…..e poi durante il resto del giro parlano anche di altro….gossip, rumors e cose varie….

    Come vedi, se lo si puo fare in moto gp non vedo il motivo per non farlo anche in F1 😀

    Ti ripeto Gabry, è FATTIBILISSIMO….non si parla di commentare esclusivamente la parte tecnica, ma di incentrare la parte tecnica al minimo “INDISPENSABILE” ovvero la documentazione dei tempi di ogni giro con vari raffronti, almeno per il 90% dei giri percorsi…..

  • Caribbean Black

    gabriele72
    @caribbean,ma veramente credi ke mazzoni,capelli e la rai in genere nn sappiano quello che fanno?anche a me piacerebbe una telecronaca come quella che dici tu,ma purtroppo la maggior parte del pubblico non segue la f1 come la seguiamo noi,e non tutti hanno le competenze che molti hanno in questo blog..
    la rai deve vendere un prodotto che attiri il maggior numero di pubblico,e quindi il pettegolezzo o la curiosità piace e attira l’attenzione..non credo che la rai possa permettersi di fare un prodotto per pochi intenditori e veri appasionati.
    senza troppa ipocrisia,credo che la verità sia questa..

    ALT ALT ALT!!!! Se leggi bene, non ho detto di evitare chiacchiericci e rumors vari….leggi attentamente….la mia richiesta era fattibilissima ed incentrata minimo all’informare i tempi sul giro di ogni tornata e raffrontarli tra i piloti che sono in bagarre nelle prime posizioni e quelli che lottano per il mondiale. OGNI GIRO i tempi e i distacchi di chi è almeno nelle prime 4 posizioni, non è incentrare la telecronaca solo ed esclusivamente sull’aspetto tecnico. C’è tuto il tempo prima durante e dopo la gara per commentare anche i pettegolezzi, e colpire un target di utenze piu vasto, ma ALMENO ALMENO pretendo i tempi di ogni giro, i distacchi e sapere se essi crescono o diminuiscono e di quanto crescono e diminuiscono….non è chiedere troppo se vedi in fondo in fondo.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!