Entrambe le Mercedes a punti a Silverstone

10 luglio 2011 16:42 Scritto da: Andrea Facchinetti

Le premesse delle qualifiche non erano positive: la Mercedes sembrava ancor più in difficoltà dopo l’abolizione dei diffusori soffiati. La gara ha invece riservato una Mercedes più performante del previsto, grazie anche all’evoluzione del tracciato, che via via si è asciugato sempre più. Rosberg è giunto in 6° posizione mentre Schumacher è arrivato 9°, nonostante uno stop and go per un contatto con il giapponese della Sauber Kobayashi.

Nico porta a casa un insperato 6° posto, data anche la posizione in classifica al primo giro: 13°. Il tedesco infatti non ha brillato nelle prime curve del tracciato inglese e si è visto sfilare da 4 vetture, compresa quella del compagno di scuderia Schumacher. La strategia di sole due soste si rivela vincente, anche se Rosberg deve soprattutto ringraziare le disgrazie di Schumacher, Kobayashi, Button e Di Resta. Passa la gara a lottare con Perez, che nel finale è più veloce di lui, riuscendo però a mantenere una preziosa 6° posizione.

Una gara di rincorsa quella di Schumacher, tutto sommato positiva, nonostante il secondo contatto consecutivo in gara. Il sette volte Campione del Mondo è stato molto bravo a recuperare 4 posizioni al via ma, una volta avvicinatosi a Kobayashi, lo sperona danneggiando l’ala anteriore. La sosta obbligata si rivela quasi vincente: Schumacher è il primo a montare le gomme morbide e agevolmente riesce a ritornare in 9° posizione. La penalità subita lo ributta in fondo al gruppo ma, nuovamente, il tedesco risale al 9° posto. Nel finale non riesce a superare Heidfeld e conclude portando a casa 2 punti.

Così Schumacher nel dopo gara ha spiegato la sua corsa: “Voglio innanzitutto congratularmi con la Ferrari, sono contento per loro e per i tifosi del cavallino. Con Kobayashi ho sbagliato, usavo il DRS per la prima volta e sono arrivato lungo, ho sbagliato la frenata. Ho perso tanto tempo, ho dovuto fare un giro con l’ala danneggiata e in più ho ricevuto uno stop and go. Non capisco perchè uno stop and go e non un drive through, chiederò spiegazioni perchè non sono felice di questa penalità. Alla fine sono comunque 2 punti per il team”.

2 Commenti

  • Il Kaiser inizia però a commettere troppi errori. Credo stia maledicendo il giorno che hanno allargato così tanto l’ala anteriore, perchè non si contano più quante ne ha rotte in contatti in gara.
    Rosberg aveva molta più difficoltà in gara, solo grazie alla grande velocità di punta è riuscito a tenersi dietro un sorprendente Perez.
    Schumi avrebbe fatto una grande gara senza quell’errore costatogli carissimo, resta il fatto che le sue gare iniziano ad essere piene di se e ma…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!