Prove libere: Ferrari veloce in Germania

22 luglio 2011 18:40 Scritto da: Antonino Rendina

Prove libere positive per la Rossa: secondo tempo per Fernando Alonso e quarto tempo per Felipe Massa. Con l’asturiano più veloce di soli due centesimi rispetto alla sessione mattutina chiusa al comando e scavalcato da Mark Webber nei secondi novanta minuti.

Dietro per un decimo e mezzo, ma sono dettagli. Ciò che conta è che la Ferrari tra le curve del Ring va forte davvero, come a Silverstone se non di più.

Bilanciata, con tanta aderenza, e veloce. La F150° spaventa i piloti della Red Bull –“Abbiamo avversari fortissimi” hanno affermato Vettel e Webber- e inizia bene quello che da molti è stato definito come il week-end verità. Domenica pomeriggio sapremo se anche con il blow diffuser in funzione la Ferrari è sui livelli della Red Bull.

Per ora vince il partito degli ottimisti. La Ferrari è migliorata, e tanto, nel complesso e dovrebbe avere tutte le carte in regola per giocarsela alla pari con la scuderia austriaca. Entrambi i piloti hanno lavorato sulla distanza in funzione della gara. Alternando i due tipi di compund disponibili (soft e medium) per provare il passo gara. Con risultati incoraggianti. Tanti i giri a ritmo elevato soprattutto per lo spagnolo.

Fernando ammette che la vettura è competitiva anche con gli “scarichi soffiati”: “Un venerdì nella norma, come tanti altri. Le prime sensazioni date dalla vettura sono buone, il che conferma che stiamo lavorando nella giusta direzione. L’ho detto più volte: non è che a Silverstone sia avvenuto un miracolo per via delle regole sugli scarichi. Quel risultato è figlio dei tanti miglioramenti introdotti gara dopo gara, tanto è vero che è da Monaco che abbiamo ritrovato una buona competitività e anche qui, dove si è tornati alle regole di Valencia, siamo nelle prime posizioni. Il freddo in teoria non ci è amico: la Red Bull ha un ulteriore vantaggio ma sta a noi adattarci al meglio a queste condizioni. Inoltre, le basse temperature possono influire anche sulla strategia da adottare in qualifica, visto che non è facile fare il tempo già nel primo giro cronometrato. Se poi dovesse piovere la situazione sarebbe ancora più complicata. L’episodio con Michael? Non è successo nulla, forse non mi ha visto arrivare e allora ho dovuto frenare bruscamente. Poi, in un venerdì sempre uguale agli altri, ogni tanto qualche emozione è la benvenuta…” 

Ordinaria amministrazione per Felipe Massa: “E’ stata una buona giornata: avevamo tanto lavoro da fare e siamo riusciti a finirlo nelle due sessioni senza avere problemi. Direi che possiamo essere abbastanza soddisfatti della competitività, anche se è troppo presto per dire che possiamo davvero lottare per qualcosa d’importante. Il passo sulla lunga distanza non era male, con entrambi i tipi di gomme: c’è una bella differenza fra la Prime e la Option e bisognerà tenerne conto quando definiremo la strategia per la gara. Si fa un po’ fatica a fare il tempo subito al primo giro, anche con le Soft, ma credo che sia un problema comune a molti. Mi piace questo circuito: ci sono salite, discese e tanti cambi di direzione che rendono divertente la guida. Certo, se poi si ha una macchina veloce ci si diverte anche di più!”

L’unica preoccupazione per i due alfieri rossi, quindi, è rappresentata dal “freddo”. La temperatura dell’aria oggi era un po’ troppo bassa per la F150°. O meglio, troppo bassa per mandare subito in temperatura le mescole. Eppure la Red Bull dista solo un decimo…

13 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!