Ennesimo weekend deludente per la Mercedes

31 luglio 2011 17:56 Scritto da: Andrea Facchinetti

Altra gara deludente per la Mercedes, che conquista solo due punti grazie al 9° posto di Rosberg. La scuderia tedesca allunga in campionato rispetto ai rivali della Renault che, come la Mercedes, ha visto il traguardo con solo una vettura: Michael Schumacher si è infatti dovuto ritirare nel corso del 27° giro a seguito di un problema al cambio.

La pioggia che aveva bagnato la pista prima del via e la partenza sprint dei due piloti tedeschi, dava l’impressione che per la Mercedes poteva iniziare una gara davvero promettente. Rosberg e Schumacher erano infatti risaliti in 5° e 6° posizione nel corso del primo giro, ma pian piano, come spesso accade, i due alfieri della casa di Stoccarda hanno perso terreno e posizioni. Rosberg ha disputato una discreta prima parte di gara, duellando a lungo con le Ferrari di Alonso e Massa. L’eccessiva usura delle gomme supersoft ha fatto retrocedere Rosberg in 8° posizione, ma è quando sono iniziate a scendere le prime gocce di pioggia che Rosberg è finito a centro gruppo, merito anche di un passaggio troppo repentino agli penumatici intermedi. Negli ultimi giri Nico non è riuscito ad avere la meglio sul gruppetto che comprendeva Di Resta, le due Sauber e le due Toro Rosso, concludendo comunque la gara ungherese in 9° posizione staccato di un giro.

Queste le dichiarazioni di Rosberg rilasciate nel ‘ring’ al termine della gara ungherese: “Sono partito bene, il 6° posto era incoraggiante. A metà gara sono passato alle dure ma non davano abbastanza grip, così siamo passati alle intermedie sperando della pioggia. Purtropppo non ha piovuto e sono dovuto rientrare a rimettere le gomme slick e ho perso posizioni. Ho provato a passare sia Buemi che Di Resta in fondo al rettilineo ma era impossibile. Ora arrivano due piste veloci, dove il nostro motore dovrebbe darci una mano”.

La gara di Michael Schumacher è terminata al 26° giro quando ha dovuto parcheggiare la propria Mercedes nella via di fuga della curva 4: fino a quel momento, il sette volte campione del mondo stava difendendo l’8° posizione da Massa. Schumacher, autore di una partenza strepitosa (4 posizione recuperate al via), ha dovuto vedersela anche lui con le Ferrari e, grazie alla sosta ritardata, per qualche curva ha anche comandato la gara, cosa che non gli succedeva dalla disgraziata corsa di Suzuka 2006.

Deluso per il ritiro Michael Schumacher:“Un problema al cambio mi ha costretto al ritiro, ma da quanto sappiamo non ha nulla a che fare con il contatto che ho avuto con Felipe. Ero partito bene, ma sono rientrato a cambiare le gomme troppo tardi. E’ un peccato, ma difficilmente sarei riuscito a finire più avanti dell’8° posto”.

1 Commento

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!