Horner duro con Vettel: “Pensa a guidare!”

5 agosto 2011 17:34 Scritto da: Antonino Rendina

Sarà il caldo forte di questi ultimi giorni, sarà il bisogno di vacanza anche per le squadre, certo che una polemica tra il team principal della Red Bull, Chris Horner, e Sebastian Vettel era abbastanza difficile da pronosticare.

Non basta un campionato ammazzato, dominato. L’ambizione non ha limiti. E Sebastian è un pilota in ascesa assetato di vittorie.

Ed è da quando non vince più, cioè dal dopo Silverstone, che il tedeschino chiede alla Red Bull di migliorare la sua Kinky Kylie. Il pilota tedesco, che ha in pugno il mondiale, ha mal digerito le ultime tre vittorie delle rinate Ferrari e McLaren.

Gran Bretagna, Germania, Ungheria. Due secondi e un quarto posto per Sebastian, che all’Hungaroring ha praticamente chiuso la pratica mondiale. Ma non basta.

Dopo il secondo posto di Budapest Vettel aveva commentato: “Siamo andati meglio, ma mi aspetto un passo avanti a Spa. Servono miglioramenti sulla vettura”.

Parole forti che non sono piaciute a Horner. Che ha seccamente replicato:” “Lavoriamo come una squadra ed i piloti non hanno bisogno di dirci quello che dobbiamo fare, non è loro competenza valutare strategie e aggiornamenti. Loro devono guidare, noi fornir loro un mezzo vincente. Ma le scelte tecniche spettano a noi. . Vettel sta diventando impaziente, ma questo è naturale per un giovane, un pilota affamato di vittorie che ha vinto il suo primo campionato. Egli vuole di più e la determinazione di Vettel è lodevole, ma dobbiamo continuare a fare il miglior lavoro che possiamo e a ricevere sviluppi alla macchina. Se si guarda a tutte le gare di quest’anno, non credo ci siano gare in cui abbiamo veramente dominato. Se ripenso a Melbourne, Hamilton era dietro a Seb, così come a Barcellona, ​​anche a Valencia Alonso era molto vicino a noi, come a Montecarlo, dove c’era in lotta anche Button. Operativamente siamo stati molto, molto forti e abbiamo estratto il meglio dalla vettura nei weekend di Gran Premio adattandoci alle varie situazioni: è lì che la squadra è stata brava quest’anno. Quindi Vettel stia tranquillo e pensi a guidare. Ci sono difficoltà, come nel caso dei pneumatici le strategie sono molto complicate, ma l’unica cosa che è stata costante è la competitività della Red Bull in tutte le gare”.

Tradotto: alla Red Bull importa bissare entrambi i titoli iridati. Anche se questo può comportare una parte finale di stagione “ragionata” e corsa sulla difensiva. Troppo alta la posta in palio. Con buona pace della voglia di record di Seb…

24 Commenti

  • Horner e’ una persona falsa oltre che antipatica. Nel suo ruolo non c’e’ nessuno di Santo ma questo spara “mer.da” su chiunque indiscriminatamente. Lo ritengo anche poco intelligente. Criticare un pilota che a parte una gara che ha fatto quarto e’ sempre arrivato o primo o secondo, e che ha 100 punti di vantaggio sul secondo…..
    Ho idea che ci sia sotto qualcosa che non sappiamo ma secondo me il “Bubbone” sta’ scoppiandoi ed il buon Chris stia mettendo le mani avanti……

  • Fabio

    Daniele
    Secondo me, dopo il caos regolamentare di Silverstone, hanno detto alla RB di volare un po’ più basso altrimenti le tagliano di nuovo i fumi! Ecco perché abbiamo gare più combattute.

    Non vedo quale gadagno dovrebbe trarre la RedBull da un accordo del genere: se le “tagliano i fumi” perderà prestazioni e magari vincerà meno gare ma in ogni caso il mondiale lo hanno ipotecato, se si fosse accordata per “volare un po’ più basso” allo stesso modo non vincerebbe più tante gare, quindi tanto varrebbe correre “senza fumi” ma liberamente………..

    concordo con fabio, tantè vero che chi ci guadagna di piu con i fumi sono le MC, non le RB come tutti pensavamo.

  • Daniele
    Secondo me, dopo il caos regolamentare di Silverstone, hanno detto alla RB di volare un po’ più basso altrimenti le tagliano di nuovo i fumi! Ecco perché abbiamo gare più combattute.

    Non vedo quale gadagno dovrebbe trarre la RedBull da un accordo del genere: se le “tagliano i fumi” perderà prestazioni e magari vincerà meno gare ma in ogni caso il mondiale lo hanno ipotecato, se si fosse accordata per “volare un po’ più basso” allo stesso modo non vincerebbe più tante gare, quindi tanto varrebbe correre “senza fumi” ma liberamente………..

  • Facendo 2 rapidi conti si può vedere che se Vettel per assurdo si ritirasse e non corresse le restanti gare di questo campionato, avrebbe buone possibilità di vincerlo lo stesse se gli inseguitori si spartissero le vittorie!
    In una situazione del genere è abbastanza ovvio che la RedBull magari stia già lavorando per l’anno prossimo senza investire troppe risorse per la vettura attuale.
    Ovviamente Vettel ha fame di vittorie e come tutti i grandi campioni non si accontenta mai, e sicuramente avrà voglia di macinare record, ma che ci siano screzi con la scuderia ci credo poco!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!