“La F1 che vorrei”, l’opinione di Leo Turrini

9 agosto 2011 11:00 Scritto da: Davide Reinato

La “F1 che vorrei” si appresta a giungere alla conclusione: ancora fino al 20 agosto sarà possibile inviare le vostre proposte per un circus migliore, scrivendo una mail a laf1chevorrei@blogf1.it. Il tutto verrà raccolto in un volume cartaceo che consegneremo a Stefano Domenicali in occasione del FOTA Fans Forum che si terrà il 7 settembre a Milano.

Oggi ospitiamo con piacere Leo Turrini, noto giornalista italiano considerato uno dei maggiori esperti di Formula 1 che, da anni, segue i grandi dello sport per i quotidiani Il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno.

D: Un antico detto popolare diceva “Al tempo di carestia, ogni buco è galleria”. Sorvolando l’origine del proverbio e attuandolo alla F1, pare che di buchi nel regolamento ce ne siano diversi. Nelle ultime tre stagioni, c’è sempre stata una furbata dietro ad una vettura vincente. Cosa risponderesti a chi invoca il pugno duro della FIA? (Quello vero, non certo quello visto a Silverstone)

R: “Non è questione di pugno di ferro. Basterebbero poche regole chiare, con interpretazione autentica data prima del Gp numero uno della stagione. Tutto lì

D: La F1 è uno dei pochi sport dove le regole continuano a variare di anno in anno. Come giudichi la proposta di una stabilità regolamentare per un periodo minimo di 3-5 anni? Non sarebbe forse questo il primo passo verso una riduzione vera dei costi?

R: “Sì, io darei regole fisse per un triennio, ovviamente con la specifica annotazione del punto 1, cioè avere interpretazione sicura e definitiva prima del via della singola stagione”.

D: C’è molta confusione riguardo il futuro tecnico della categoria: bocciata l’idea del quattro cilindri, è passata invece quella del V6 sovralimentato, più altre novità come l’utilizzo del motore elettrico nella pitlane. A tal riguardo, pensiamo ci saranno ancora tira e molla sulla questione. Che idea hai riguardo questa forzatura verso l’elettrico imposta dalla FIA?

R: “Bisogna intendersi. Todt ha ragione a volere una F1 possibilmente ‘ecocompatibile’. E’ il futuro, non si scappa e non si discute. Occorre trovare un punto di equilibrio, magari coinvolgendo i grandi costruttori, gli unici ai quali può interessare lo sviluppo delle tecnologie verdi abbinate a prodotto e corse”.

D:Ultima domanda di rito, quasi un tema libero! Su cosa lavorerebbe Leo Turrini per migliorare la Formula 1?

R: “Io lavorerei sulla… anagrafe! La F1 è vecchia. Ecclestone comanda dagli anni Settanta, Todt è in giro (vedi Peugeot) da tre decenni, Montezemolo era ai box Ferrari nel 1973. La F1 non interessa più ai giovanissimi perchè, purtroppo, è un Paese per vecchi, altro che film dei fratelli Coen…”

11 Commenti

  • F1-ESC
    Avrà avuto poco tempo per rispondere. Non ha detto proprio nulla di interessante.

    Non saranno idee nuove o particolarmente innovative,ma sicuramente ha le idee chiare,poche opinioni,precise e chiare.Poi è un punto di vista,però meglio di grandi discorsi che poi si perdono nel nulla perchè confusi e irrealizzabili.

  • Avrà avuto poco tempo per rispondere. Non ha detto proprio nulla di interessante.

  • Sull’anagrafe ha fatto una grossa gaffe, il pilota in carica campione del mondo è il piu’ giovane di tutti i tempi Vettel, Domenicali e Horner non sono dei vecchietti.
    Quoto invece su Ecclestone anche se ha dimenticato il compare inglese Charlie Waiting. Per il resto Todt viene dai motori come gestione tecnica forse è la grande novità dopo i vari Balestre e Mosley. La F1 interessa ai giovanissimi grazie ad Hamilton Vettel e tanti altri piloti giovani, non ho mai visto tanti giovani in f1 protagonisti. In italia mancano dei telecronisti che possano fare infiammare i fans durante le gare iniziamo a sostituire i due comici

    http://www.youtube.com/watch?v=cJmDkhi-yYc

    Gradirei anche la sostituzione di Stella Bruno che al di là dell’aspetto fisico non proprio è la ciliegina sulla torta sulla telecronaca già pessima, con i suoi interventi spesso fuori luogo e privi di importanza.
    Manca anche un pilota italiano giovane, come si può andare avanti con Trulli che ora mai è stracotto… che guida una Lotus ?

  • F150
    Molto interessanti le sue opinioni,nulla di azzardato o complesso,ma idee chiare e precise.
    Complimenti alla redazione,questo insieme di opinioni aiuta ad avere un quadro più completo e ordinato.
    Onestamente mi interessa molto la risposta D,bisogna essere consapevoli,ribadisco,che la F1 è giustamente indirizzata a diventare ecocompatibile,verde.Certo,bisogna fare un passo alla volta,ma non dimentichiamo che la F1 è un laboratorio in continua evoluzione,ecco perchè ridurre eccessivamente i costi è sbagliato,ovviamente è necessario imporre un tetto per evitare anche di favorire team con maggiori possibilità economiche,però questo sport non può accogliere team,mi dispiace far nomi,HRT e Virgin,che non si impegnano e non investono come sta facendo la Lotus di Fernandes.Fra l’altro avevamo un team di buone intenzioni come la Stefan Grand Prix che non è riuscita ad entrare nella serie massima.

  • L’ultima risposta si può applicare a molteplici campi, primo fra tutti, la politica….

  • però quello che dice Turrini non è completamente vero perchè io sono un giovanissimo e da quando seguo la Formula 1 non riesco a fare a meno di lei … (scusate il gioco di parole)

  • Turrini è un grande… Giustissima la risposta sui vecchi della F1

  • Molto interessanti le sue opinioni,nulla di azzardato o complesso,ma idee chiare e precise.
    Complimenti alla redazione,questo insieme di opinioni aiuta ad avere un quadro più completo e ordinato.
    Onestamente mi interessa molto la risposta D,bisogna essere consapevoli,ribadisco,che la F1 è giustamente indirizzata a diventare ecocompatibile,verde.Certo,bisogna fare un passo alla volta,ma non dimentichiamo che la F1 è un laboratorio in continua evoluzione,ecco perchè ridurre eccessivamente i costi è sbagliato,ovviamente è necessario imporre un tetto per evitare anche di favorire team con maggiori possibilità economiche,però questo sport non può accogliere team,mi dispiace far nomi,HRT e Virgin,che non si impegnano e non investono come sta facendo la Lotus di Fernandes.Fra l’altro avevamo un team di buone intenzioni come la Stefan Grand Prix che non è riuscita ad entrare nella serie massima.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!