2014, la Formula del cambiamento

11 agosto 2011 15:02 Scritto da: Davide Reinato

Il 2014 sarà l’anno del cambiamento per la Formula 1: il nuovo motore e le novità tecniche correlate rappresenteranno una sfida tutta nuova per gli ingegneri, specialmente per i motoristi, chiamati ad un grande lavoro di ricerca e sviluppo. Le nuove regole della categoria si stanno pian piano delineando e, nonostante le grandi discussioni in corso, cambieranno la tendenza del momento. Meno aerodinamica, più spazio ai propulsori.

Come lo stesso Leo Turrini affermava qualche giorno fa in una nostra intervista: “Questo è il futuro, non si scappa e non si discute”. La parola d’ordine alla FIA è dimenticare il cospicuo consumo dei potenti propulsori per dare spazio all’efficienza, sulla quale tutti i costruttori di automobili stanno puntando in quest’epoca. La Formula 1 deve adeguarsi, stare al passo con i tempi, se non vuole rischiare di diventare solo una macchina mangia soldi. L’imperativo del mercato automobilistico è quello di avere auto più ecologiche e la lungimirante Presidenza Todt ha imposto questa linea. Il difficile, da qui a due anni, sarà trovare il giusto compromesso per fare in modo di non snaturare questo sport più di quanto non si sia già fatto negli anni precedenti.

Un cambiamento radicale che servirà per dare un futuro alla categoria. Bisogna spostare gli investimenti dei team dall’aerodinamica alla meccanica, specialmente elettronica e motori. Il primo passo per la F1 del futuro è stato fatto proprio dai motori: i nuovi saranno delle unità 1.6 litri con architettura V6 e sovralimentazione, con limiti nei flussi di carburante e nei giri al minuto, fissati per 15.000. A questo si aggiungerà anche il KERS più potente, oltre ad un sistema di recupero energia dagli scarichi che consentiranno l’alimentazione elettrica della monoposto in pitlane.

Questo è il futuro. La Formula 1 sta abbracciando sempre più tecnologie che possono essere trasferite sulle vetture stradali. Sulla questione, il presidente di Renault Sport, Jean-Francois Caubet, ha ammesso: “Sosteniamo totalmente la FIA in questa scelta. Tutto ciò ha molto senso per una casa automobilistica come Renault, penso sia un punto chiave per il futuro della Formula Uno. In termini di strategia, si adatta perfettamente al mercato. Abbiamo condotto un lungo studio su quello che saranno le vetture stradali nei prossimi 5-6 anni, probabilmente il 60 o 70% del mercato sarà diventato ibrido o totalmente elettrico”.

Anche Ross Brawn, team principal della Mercedes, è convinto che gran parte delle tecnologie in F1 verranno poi riversate sulle auto stradali: “Ci sono molte considerazioni che si dovrebbero fare quando si cambiano motori in F1. Ovviamente, la tecnologia in campo automobilistico sta cambiando e la domanda è: quanto e come vogliamo essere rilevanti per il futuro dell’auto? Se non vogliamo finire come i dinosauri tra cinque o dieci anni, dobbiamo cambiare. La tecnologia applicata a questi nuovi motori avranno molto in comune con quelli stradali: piccola cilindrata, motore turbo, iniezioni diretta, KERS. Usando questi elementi, possiamo generare interesse verso altri costruttori per entrare o tornare in Formula 1. Non potremmo convincerli se continuassimo ad utilizzare i V8 aspirati”.

Anche la Ferrari, dopo aver scongiurato l’ingresso di motori a quattro cilindri, ha accolto positivamente il compromesso di una configurazione V6. Luca Cordero di Montezemolo, in una recente intervista all’agenzia Reuters, ha ammesos: “La decisione del V6 è importante per il futuro, non solo della Ferrari, ma anche per tutti gli altri”.  Infatti, anche le squadre che non producono propulsori in proprio sono desiderose di intraprendere questa strada. E’ il caso della Williams che tramite il suo Presidente, Adam Parr, ammette: “Per diversi anni abbiamo detto che la Formula Uno aveva la necessità di diventare più sostenibile. Il nostro team è stato un forte sostenitore del KERS e pensiamo che la formula del nuovo motore sia fondamentale per il futuro di questo sport”.

L’obiettivo era dare un segnale di cambiamento per iniziare ad attirare investitori e nuovi costruttori, ed in parte è già raggiunto. Non a caso, oltre i fornitori tradizionali, dal 2014 farà il proprio debutto come motorista P.U.R.E, a cui fa capo Graig Pollock, già in passato in F1 con Villeneuve e la British American Racing. Inizialmente, Pollock spingeva per il motore quattro cilindri, perché la sua industria stava già lavorando a quel progretto: “L’occasione ideale per PURE è capitalizzare le conoscenze per dimostrare la propria esperienza di efficenza e prestazione con motori eco-friendly anche in F1″.

E questa è la sfida che la FIA ha lanciato agli ingegneri: speremere le meningi per avere motori potenti ma efficienti. La FIA ha anche imposto un limite di carico durante la gara, limitando il flusso di carburante nelle camere di combustione. Attualmente, una vettura di F1 usa circa 160 Kg di carburante a gara. L’intenzione è quella di ridurre i consumi di circa il 30 – 35%. Inoltre, il motore V6 non potrà consumare più di 100 kg di carburante all’ ora.

Questa sarà forse la vera sfida, come conferma Rob White, vice CEO di Renault Sport F1: “C’è una sorta di doppia limitazione che sta per spingerci verso il miglioramento nei consumi di carburante. Se vorremo tirar fuori maggiori prestazioni, l’unico modo per farlo sarà migliorare l’efficienza.

Gilles Simon, ex responsabile motori alla FIA e ora passato alla PURE di Graig Pollock, conferma che i regolamenti sono stati pensati per spingere sempre più sul risparmio di carburante: “Se vuoi avere più potenza, è sufficiente avere una maggiore efficienza. Nel nuovo regolamento, non ci saranno compromessi possibili. Si avrà un certo quantitativo di carburante e sarà necessario estrarre il massimo della potenza in quei limiti. Si lavorerà sodo per avere miscele più magre e una combustione più efficiente, perché tutti vogliono avere più cavalli a bordo. Per le squadre, la ricompensa enorme sarà quando avranno anche solo l’1% di efficienza in più rispetto a qualcun’altro. Questo sarà il gioco, che è molto diverso da oggi, dove puoi avere più potenza ma consumando più carburante”.

Come dicevamo poco sopra, oltre al nuovo motore avremo un uso più massiccio di apparecchiature elettroniche. Il KERS sarà più potente, ben 120 KW ed un limite di energia di 4 MJ. Ma non è tutto, perché sulle nuove monoposto ci sarà anche un secondo motore elettrico. Sarà possibile farlo recuperando energia dall’unico scarico che ci sarà sulle monoposto.  Gilles Simon spiega il funzionamento: “Sarà un motore di circa 50 kW, un nuovo modo di recuperare energia. Il motore elettrico deve essere in grado di spingere l’auto in corsia box. Quando i piloti premeranno il pulsante per la pitlane, la monoposto sarà spinta solo da questo motore. Crediamo sia importante, perché su questa strada si sta orientando il mercato dell’auto. In definitiva, la chiave è dare ai team di Formula Uno le sfide ingegneristiche che guideranno le tecnologie stradali più rilevanti per il futuro”.

35 Commenti

  • penso che in tre anni si cambieranno e si rivedranno ancora diverse cose (lo spero, il fatto di percorrere la pit-lane in modalità elettrica é ridicolo e poi potrebbe essere pericoloso per i meccanici che non potrebbero sentire arrivare una vettura). Bisogna ricordare che i motori v8 di oggi sono sempre gli stessi inseriti nel 2006, dopo l’abolizione dei v10; se invece di dover aspettare 8 anni prima di poter cambiare seriamente le architbbbbetture e le componenti dei motori si fosse potuto agire lungo gli anni, cambiando il tipo di iniezione, sfruttando una sovralimentazione, ecc si sarebbero contenuti consumi e emissioni, siccome é questo oggi il pensiero della FIA, che è corretto ma mi sembra eccessivo nei confronti di come la f1 è nata e si articolata negli anni, cioè un banco di ricerca per il futuro ma anche un modo per appassionare e divertire la gente.

  • mauroantognini

    Mai sottovalutare le capacità degll’ingegneria e della tecnica moderna.Ricordo il primo anno dell’abolizione dei motori turbo,si correva con motori aspirati di 3500cc di cilindrata che a fatica raggiungevano i 650cv…nel giro di pochi anni hanno dovuto abbassare la cilindrata a 3000cc perché le potenze crescevano di 100cv anno…..vedrete che non ci saranno grosse differenze prestazioni con le F1 attuali.

  • Alexandro HAMALORAI

    ma chi ci dice che seppur molto ecologiche, queste f1 del 2014 non arrivino a fare i tempi sul giro e le velocità delle f1 attuali?

    Vi ricordo che seppur ci saranno questi cambiamenti, la f1 comunque cercherà sempre di progredire verso l’alto e si arriverà lo stesso ad avere grandi prestazioni , anche con cilindrata più bassa e meno cavalli. Non so in che zona dell’auto lavoreranno, ma secondo me riusciranno a falro.

  • sarò in controtendenza ma sono curioso di vedere i tempi sul giro e la velocità massima…spero di rimanere sorpreso!!!

  • le nascar vanno a etanolo,eppure nulla toglie allo spettacolo..non bisogna avere paure e pregiudizi nei confronti delle innovazioni

  • Carlo65

    Caribbean Black
    Buongiorno Davy….ehehehehe, purtroppo certe informazioni non le possiamo avere noi utenti, però, frequentando il blog da ormai oltre un anno e mezzo, tu sei sicuramente quello dichiaratamente piu giovane :)

    no no, sono io il piu giovane 😀 😀 😀

    a bè mi fa piacere saprelo…..ma comunque carlo, quanti anni hai?

  • Caribbean Black
    Buongiorno Davy….ehehehehe, purtroppo certe informazioni non le possiamo avere noi utenti, però, frequentando il blog da ormai oltre un anno e mezzo, tu sei sicuramente quello dichiaratamente piu giovane :)

    no no, sono io il piu giovane 😀 😀 😀

  • Il tema è appassionante.
    Una F1 che punta alla ricerca finalizzata alla produzione, quindi risparmio, efficenza, aerodinamica, motori elettrici, ecc.
    Una F1 che punta alla prestazione, poche regole, sicurezza ma tempi sul giro che vengono infranti ogni anno.
    Io dico che la prima è una formula più pratica “da crisi” la secona è una formulamda sogno.
    A me una Ferrari che arriva silenziosa ai box fa effetto…
    Come sempre se la competizione sarà serrata lo spettacolo televisivo sarà sempre appassionante anche se sul rettilineo di Monza non si toccheranno i 340 km/h.
    Vedremo, giudicheremo e spegneremo la TV se non vi sarà più spettacolo.

  • davy

    Caribbean Black

    davy

    davy

    Caribbean Black

    mauroantognini
    Non vedo nulla di male nel solo scarico…..ricordate il motore BMW 4 cilindri turbo degli anni 80? aveva un solo scarico, più di 1000 cv in versione da qualifica ed un suono da peli dritti sulle braccia (fidatevi che io l’ho sentito dal vero sul rettifili di Monza), Piquet ci vinse un mondiale.L’unica cosa che forse obbietterei è l’imposizione dello stesso,dovrebbero lasciare secondo me i progettisti un pò più liberi.

    si mauro, ma i motori previsti per il futuro non erogheranno mai una potenza di 1000 CV…..qui si parla addirittura di motori elettrici…..è ridicolo per certi versi…..le potenze che gia sono limitate a poco piu di 700 CV saranno destinata a scendere ancora di piu se non erro….per cui, tieniti il tuo meraviglioso ricordo ben saldo nella mente, perchè qui piu si va avanti e piu si peggiora….. :(

    carribean hai ragione , pero ricordati che la formula 1 è la massima categoria automobilistica e quindi deve essere al passo coi tempi , ed il futuro è l’ ecologia quindi è anche giusto che la FIA punti su questo aspetto per fare essere la f1 al passo coi tempi

    Quoto quoto, difatti dopo aver sostenuto che il tutto è “ridicolo” ho scritto “per certi versi” perchè non è totalmente ridicolo il concetto del motore elettrico proprio in funzione del fatto che la f1 deve stare al psso coi tempi.
    La mia esclamazione “ridicolo” era volta piu al raffronto con il bellissimo ricordo che ha esposto l’utente mauro :)

    in questo caso non posso essere che d’ accordo con te 😉 una domanda che non c’ entra niente, chi è l’ utente più giovane del forum perchè volevo sapere se sono il più giovane… ho tredici anni…

    scusatemi per gli errori , però ero di fretta…

  • Caribbean Black

    davy

    davy

    Caribbean Black

    mauroantognini
    Non vedo nulla di male nel solo scarico…..ricordate il motore BMW 4 cilindri turbo degli anni 80? aveva un solo scarico, più di 1000 cv in versione da qualifica ed un suono da peli dritti sulle braccia (fidatevi che io l’ho sentito dal vero sul rettifili di Monza), Piquet ci vinse un mondiale.L’unica cosa che forse obbietterei è l’imposizione dello stesso,dovrebbero lasciare secondo me i progettisti un pò più liberi.

    si mauro, ma i motori previsti per il futuro non erogheranno mai una potenza di 1000 CV…..qui si parla addirittura di motori elettrici…..è ridicolo per certi versi…..le potenze che gia sono limitate a poco piu di 700 CV saranno destinata a scendere ancora di piu se non erro….per cui, tieniti il tuo meraviglioso ricordo ben saldo nella mente, perchè qui piu si va avanti e piu si peggiora….. :(

    carribean hai ragione , pero ricordati che la formula 1 è la massima categoria automobilistica e quindi deve essere al passo coi tempi , ed il futuro è l’ ecologia quindi è anche giusto che la FIA punti su questo aspetto per fare essere la f1 al passo coi tempi

    Quoto quoto, difatti dopo aver sostenuto che il tutto è “ridicolo” ho scritto “per certi versi” perchè non è totalmente ridicolo il concetto del motore elettrico proprio in funzione del fatto che la f1 deve stare al psso coi tempi.
    La mia esclamazione “ridicolo” era volta piu al raffronto con il bellissimo ricordo che ha esposto l’utente mauro :)

    in questo caso non posso essere che d’ accordo con te 😉 una domanda che non c’ entra niente, chi è l’ utente più giovane del forum perchè volevo sapere se sono il più giovane… ho tredici anni…

  • Caribbean Black

    davy

    davy

    Caribbean Black

    mauroantognini
    Non vedo nulla di male nel solo scarico…..ricordate il motore BMW 4 cilindri turbo degli anni 80? aveva un solo scarico, più di 1000 cv in versione da qualifica ed un suono da peli dritti sulle braccia (fidatevi che io l’ho sentito dal vero sul rettifili di Monza), Piquet ci vinse un mondiale.L’unica cosa che forse obbietterei è l’imposizione dello stesso,dovrebbero lasciare secondo me i progettisti un pò più liberi.

    si mauro, ma i motori previsti per il futuro non erogheranno mai una potenza di 1000 CV…..qui si parla addirittura di motori elettrici…..è ridicolo per certi versi…..le potenze che gia sono limitate a poco piu di 700 CV saranno destinata a scendere ancora di piu se non erro….per cui, tieniti il tuo meraviglioso ricordo ben saldo nella mente, perchè qui piu si va avanti e piu si peggiora….. :(

    carribean hai ragione , pero ricordati che la formula 1 è la massima categoria automobilistica e quindi deve essere al passo coi tempi , ed il futuro è l’ ecologia quindi è anche giusto che la FIA punti su questo aspetto per fare essere la f1 al passo coi tempi

    Quoto quoto, difatti dopo aver sostenuto che il tutto è “ridicolo” ho scritto “per certi versi” perchè non è totalmente ridicolo il concetto del motore elettrico proprio in funzione del fatto che la f1 deve stare al psso coi tempi.

    La mia esclamazione “ridicolo” era volta piu al raffronto con il bellissimo ricordo che ha esposto l’utente mauro :)

  • davy

    Caribbean Black

    mauroantognini
    Non vedo nulla di male nel solo scarico…..ricordate il motore BMW 4 cilindri turbo degli anni 80? aveva un solo scarico, più di 1000 cv in versione da qualifica ed un suono da peli dritti sulle braccia (fidatevi che io l’ho sentito dal vero sul rettifili di Monza), Piquet ci vinse un mondiale.L’unica cosa che forse obbietterei è l’imposizione dello stesso,dovrebbero lasciare secondo me i progettisti un pò più liberi.

    si mauro, ma i motori previsti per il futuro non erogheranno mai una potenza di 1000 CV…..qui si parla addirittura di motori elettrici…..è ridicolo per certi versi…..le potenze che gia sono limitate a poco piu di 700 CV saranno destinata a scendere ancora di piu se non erro….per cui, tieniti il tuo meraviglioso ricordo ben saldo nella mente, perchè qui piu si va avanti e piu si peggiora….. :(

    carribean hai ragione , pero ricordati che la formula 1 è la massima categoria automobilistica e quindi deve essere al passo coi tempi , ed il futuro è l’ ecologia quindi è anche giusto che la FIA punti su questo aspetto per fare essere la f1 al passo coi tempi

  • Caribbean Black

    mauroantognini
    Non vedo nulla di male nel solo scarico…..ricordate il motore BMW 4 cilindri turbo degli anni 80? aveva un solo scarico, più di 1000 cv in versione da qualifica ed un suono da peli dritti sulle braccia (fidatevi che io l’ho sentito dal vero sul rettifili di Monza), Piquet ci vinse un mondiale.L’unica cosa che forse obbietterei è l’imposizione dello stesso,dovrebbero lasciare secondo me i progettisti un pò più liberi.

    si mauro, ma i motori previsti per il futuro non erogheranno mai una potenza di 1000 CV…..qui si parla addirittura di motori elettrici…..è ridicolo per certi versi…..le potenze che gia sono limitate a poco piu di 700 CV saranno destinata a scendere ancora di piu se non erro….per cui, tieniti il tuo meraviglioso ricordo ben saldo nella mente, perchè qui piu si va avanti e piu si peggiora….. :(

    • Caribbean Black

      mauroantognini
      Non vedo nulla di male nel solo scarico…..ricordate il motore BMW 4 cilindri turbo degli anni 80? aveva un solo scarico, più di 1000 cv in versione da qualifica ed un suono da peli dritti sulle braccia (fidatevi che io l’ho sentito dal vero sul rettifili di Monza), Piquet ci vinse un mondiale.L’unica cosa che forse obbietterei è l’imposizione dello stesso,dovrebbero lasciare secondo me i progettisti un pò più liberi.

      si mauro, ma i motori previsti per il futuro non erogheranno mai una potenza di 1000 CV…..qui si parla addirittura di motori elettrici…..è ridicolo per certi versi…..le potenze che gia sono limitate a poco piu di 700 CV saranno destinata a scendere ancora di piu se non erro….per cui, tieniti il tuo meraviglioso ricordo ben saldo nella mente, perchè qui piu si va avanti e piu si peggiora….. :(

      carribean hai ragione , pero ricordati che la formula 1 è la massima categoria automobilistica e quindi deve essere al passo coi tempi , ed il futuro è l’ ecologia quindi è anche giusto che la FIA punti su questo aspetto per fare essere la f1 al passo coi tempi

  • mauroantognini

    Non vedo nulla di male nel solo scarico…..ricordate il motore BMW 4 cilindri turbo degli anni 80? aveva un solo scarico, più di 1000 cv in versione da qualifica ed un suono da peli dritti sulle braccia (fidatevi che io l’ho sentito dal vero sul rettifili di Monza), Piquet ci vinse un mondiale.L’unica cosa che forse obbietterei è l’imposizione dello stesso,dovrebbero lasciare secondo me i progettisti un pò più liberi.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!