Vettel Campione del Mondo? Per Horner gestirà la pressione

14 agosto 2011 21:48 Scritto da: Diego Mandolfo

Sebastian Vettel potrà sopportare la pressione di questo finale di stagione e conquistare il suo secondo titolo mondiale definitivo: ne è sicurissimo il Team Principal della Red Bull, Chris Horner, che non ha dubbi sulle capacità nervose e sullo stato di forma del 24enne tedesco. Seb guida oggi la Classifica piloti con ben 85 punti di vantaggio sul diretto inseguitore: il suo compagno di squadra Webber. Seguono Hamilton a 88 e Alonso a 89 punti di distacco. Il ferrarista è il pilota ad aver accumulato più punti nel mese di  luglio, ma Vettel può continuare a guardare tutti dall’alto in basso, forte delle sue 6 vittorie nel 2011.

Qualcuno però insinua che il campioncino teutonico non sappia gestire le situazioni sotto pressione. L’immagine che torna subito alla mente è il Gran Premio del Canada, quando Vettel (appunto sotto pressione) sbaglia poco prima dell’arrivo e Button lo infila, andando a vincere. Ma Horner non ha dubbi e scommette sul suo portacolori, certo che potrà gestire benissimo la situazione fino a fine campionato:

Seb è impressionante quando è sotto pressione. Non finisce di stupirmi. Un chiaro esempio è la gara di Monaco, quando ha tenuto dietro di sè Alonso e Button guidando con gomme che non era previsto durassero così a lungo“. Horner insomma ostenta sicurezza e carica il suo gioiello da una parte, e dall’altra sciorina i numeri che lo confortano: “Vettel ha finito a punti tutte e 11 le gare di questo Mondiale, mancando il podio solo una volta in Germania. Il suo peggiore risultato è stato il quarto posto in Germania, ma se guardiamo ai peggiori risultati degli altri piloti, suoi rivali, vediamo che hanno fatto molto peggio del quarto posto -ha proseguito Horner-. Lui ha collezionato 6 vittorie, 2 secondi posti e un quarto. E sarebbe stato nelle condizioni di vincere almeno altri tre Gp.”

Se Vettel finisse terzo in tutte e 8 le gare che rimangono sarebbe Campione. Per questo ci si attende da Vettel una strategia più conservativa nella parte finale del Campionato, ma lui insiste nel dire che continuerà ad avere un atteggiamento aggressivo fino alla fine. E Honer non sembra preoccuparsi più di tanto dei piani gagliardi del suo alfiere: “Questo è il suo modo di correre ad ogni gara. Lui deve e vuole attaccare, è sempre affamato di vittorie!.” Insomma in casa Red Bull si ostenta sicurezza, in questa estate 2011. E come non farlo, vista la superiorità tecnica dimostrata fin qui. Certo, il gap iniziale dagli altri si è ridotto notevolmente, a tratti azzerandosi. Ma il patrimonio di punti è tale da guardare al resto del Campionato con una certa tranquillità per Horner e compagni… anzi e compagno (Vettel), di Webber non ha fatto infatti alcun cenno, povero Mark!

18 Commenti

  • Caribbean Black

    Joni

    Caribbean Black

    Alceus
    Vettel ha appena cominciato..è vero che ha la macchina più veloce del lotto, ma ve lo ricordate sulla toro rosso a monza qualche anno fa sotto la pioggia?..direi che il ragazzo la pressione la sa gestire eccome, poi certo, ci sono alti e bassi, momenti positivi e negativi, sfiga e fortuna..di fronte ha dei piloti di altissimo livello e non mi sembra si stia scomponendo più di tanto..di cavolate serie, poi, ne ha fatta solo una in Canada..deve solo fare un po’ di esperienza, farsi le ossa a centro gruppo,affilare gli artigli che, sono convinto, non gli mancano..ha 24 anni e una carriera davanti a sè..direi che Horner può stare tranquillo.

    quotone!
    Anche se la storia di monza e della toro rosso ha un po stancato, non ha di certo dimostrato con quella gara di essere quello che è, ovvero il campione del mondo in carica…..vettel è un’ottimissimo pilota ed ha ancora grandi margini di miglioramento.

    Sono d’accordo con voi, Vettel ha dimostrato di sapersi difendere egregiamente quando alle spalle ha mastini del calibro di Hamilton e Alonso, mica i primi fessi che trovi in giro. L’errore del Canada ci può stare, mica è un robot!
    L’unica fase dove secondo me ancora difetta è il recupero in rimonta, lì, fin’ora, ha sempre mostrato dei limiti, quando e se migliorerà in quella fase sarà un campione completo e saranno cavoli amari per gli altri.

    Beh in questo è molto simile a nando, quando sta davanti nando a differenza di vettel però, è quasi impossibile passarlo, ha una difesa estenuante alonso ed un concentrazione impressionante….nei recuperi però lo spagnolo come il tedesco incontra qualche difficoltà, e se tentato un sorpasso su una vettura di livello piu o meno pari, i loro tentativi sono un po affannosi, sporchi…..hamilton invece ha proprio il jolly in questa condizione di gara, peccato che poi gli manchino le altre doti che invece lo spagnolo ed il tedesco hanno…..alla fine dei conti ci troviamo davanti a tre piloti dal valore altissimo….

  • Caribbean Black

    Alceus
    Vettel ha appena cominciato..è vero che ha la macchina più veloce del lotto, ma ve lo ricordate sulla toro rosso a monza qualche anno fa sotto la pioggia?..direi che il ragazzo la pressione la sa gestire eccome, poi certo, ci sono alti e bassi, momenti positivi e negativi, sfiga e fortuna..di fronte ha dei piloti di altissimo livello e non mi sembra si stia scomponendo più di tanto..di cavolate serie, poi, ne ha fatta solo una in Canada..deve solo fare un po’ di esperienza, farsi le ossa a centro gruppo,affilare gli artigli che, sono convinto, non gli mancano..ha 24 anni e una carriera davanti a sè..direi che Horner può stare tranquillo.

    quotone!
    Anche se la storia di monza e della toro rosso ha un po stancato, non ha di certo dimostrato con quella gara di essere quello che è, ovvero il campione del mondo in carica…..vettel è un’ottimissimo pilota ed ha ancora grandi margini di miglioramento.

    Sono d’accordo con voi, Vettel ha dimostrato di sapersi difendere egregiamente quando alle spalle ha mastini del calibro di Hamilton e Alonso, mica i primi fessi che trovi in giro. L’errore del Canada ci può stare, mica è un robot!
    L’unica fase dove secondo me ancora difetta è il recupero in rimonta, lì, fin’ora, ha sempre mostrato dei limiti, quando e se migliorerà in quella fase sarà un campione completo e saranno cavoli amari per gli altri.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!