Ferrari sospesa tra Spa e 2012

24 agosto 2011 12:11 Scritto da: Antonino Rendina

Un colpo al cerchio e uno alla botte, il team principal Stefano Domenicali nella settimana della super classica Spa fa il punto su una Ferrari sospesa in una dimensione quasi indefinita. Tra la concreta volontà di vincere ancora gare nel 2011 e la consapevolezza dell’impotenza totale per quanto riguarda il discorso mondiale.

Il nostro obiettivo realistico per queste otto gare è quello di cercare di vincerne quante più possibile e di portare a casa quanti più punti possibili. Siamo tutti molto motivati. Sono sicuro che possiamo raggiungere ottimi risultati ma dovremmo evitare di guardare alla classifica perché siamo perfettamente consapevoli che vincere il campionato sarà molto difficile, visto il distacco attuale: vediamo come andranno le prossime gare.”

Un campionato modesto, giocato da spettatori del monologo di Vettel con un solo acuto di rilievo in Inghilterra, nella tana del nemico. Volendo vedere il bicchiere mezzo pieno ci si può consolare con i cinque podi e con la rimonta prestazionale, segno di forte vitalità. Ma non basta, non può bastare.

Ed ecco quindi che a Maranello tutti gli sforzi, quelli veri, siano già sul progetto della prossima vettura. Innovativa e vincente fin da subito,  almeno così la sogna Fernando Alonso. Con buona pace della 150° Italia, arrivata ormai al culmine dello sviluppo.

Lo dichiara apertamente Domenicali: “Siamo vicini alla fine dello sviluppo della 150° Italia ma ciò non significa che non si lavorerà più sulla vettura, anche se tutte le energie dal punto di vista progettuale saranno dedicate alla macchina del 2012. Da un punto di vista regolamentare, il prossimo anno non ci saranno grandi cambiamenti, a parte quello relativo alla posizione degli scarichi, quindi tutte le macchine saranno sostanzialmente delle evoluzioni di quelle attuali. Peraltro, per quello che posso dire dopo aver visto il modellino della nostra macchina in galleria del vento e il lavoro che sta facendo l’ufficio di progettazione, la nostra vettura sarà molto innovativa. Del resto, è assolutamente necessario che sia così perché il nostro primario obiettivo sarà iniziare l’anno competitivi ai massimi livelli.”

Una Ferrari che lavora a pieno regime su due fronti, sebbene quello attuale sia da bollino nero o da bandiera bianca, fate voi. Di buono c’è che la Scuderia è avanti sul 2012. E forse giocando d’anticipo i risultati arriveranno.

Di negativo c’è che abbandonando lo sviluppo  della 150° “bella e italiana” (ma purtroppo non irresistibile) anche la rincorsa al secondo posto Costruttori si complica, e di molto. Soprattutto se la McLaren delle prossime gare sarà quella ammirata in Europa continentale.

Adesso però sotto con Spa, senza troppi calcoli. Un tracciato storico, stupendo nei suoi saliscendi e nelle sue pieghe leggendarie e amico del Cavallino. Tanti i ricordi qui: l’ultimo titolo di Michael nel 2004 così come le tre vittorie consecutive dal 2007 al 2009. L’ultima di queste un vero e proprio capolavoro di Kimi Raikkonen, il pilota che meglio di tutti sapeva interpretare questo circuito (quattro vittorie per lui su otto apparizioni).

Alonso invece, a differenza del compagno Massa, sulle Ardenne non ha mai trionfato. Una vera e propria macchia per un campione del suo calibro. Prima o poi anche in Belgio dovrà risuonare l’inno spagnolo, sarà questa la volta buona?

12 Commenti

  • A mio avviso la ferrari quest’anno fa bene a giocare d’anticipo…anche se sicuramente anche gli altri stanno lavorando sul progetto 2012 a partire da Redbull che credo abbiano gettato le basi praticamente già partire dal 4-5* GP di quest’anno vista la loro supremazia…
    Bisogna dire pero’ che la ferrari parte con un vantaggio questa volta…senza scarichi soffiati la ferrari perde un niente mentre le altre entrano in crisi soprattutto MCL. La concorrenza praticamente perderà gran parte dello sviluppo 2011!
    La Renault ci sta già lavorando i test in pista ne sono una prova, mentre redbull e MCL magari lo fanno ancora sul banco e questo si tradurra’ in minori prestazioni nel 2012!
    Gli aggiornamenti ferrari cmq ci saranno fino a fine stagione…magari alcuni saranno degli aggiornamenti in chiave 2012 che apparentemente su questa monoposto potrebbero non portare grossi benefici ma serviranno come banco prova per l’anno prox…
    Cmq credo che vinceremo ancora qualche GP

  • Se rinasco voglio fare il Direttore Sportivo della Ferrari. Ma a differenza di Domenicali non perderei tempo a rilasciare interviste identiche anno dopo anno. Ne registrerei una e la riproporrei fino alla fine del mio incarico, almeno avrei più tempo da dedicare al team.

  • inutile pensare al passato, se altri anni è andata male non vuol dire che andrà male ancora. stando ai fatti, la ferrari porterà a Spa un’ala anteriore flessibile, è dall’australia che ci stanno lavorando. ricordate le parole di aldo costa? sviluppo che sarà utile anche in chiave 2012. la stessa cosa non si può dire per mcl e mercedes che stanno sviluppando gli scarichi a cornamusa che il prossimo anno saranno da buttare.

  • WBrawnSchumy

    fare calcoli adesso per il 2012 mi sembra affrettato ognuno migliorerà la propio monoposto e potrebbe nn cambiare nulla

  • La ferrari il prossimo anno sarà piu’ avanti di Redbull…senza scarichi soffiati la 150 va che è una meraviglia, sperando che la nuova macchina vada a sfruttare zone non coperte dal regolamento!
    Utilizzeranno la 150 come vettura test di soluzioni da riadattare alla nuova monoposto!

  • Non ho capito Domenicali… Prima dice che la macchina sarà una evoluzione, poi dice che è innovativa… Ma come fa ad essere innovativa se quella di quest’anno non lo è?

  • sarà vero che inziando a lavorare prima sul progetto 2012,si avrà un effettivo vantaggio?se le makkine l’anno prox saranno un evoluzione di queste,allora non sarebbe stato meglio pensare a questa seconda parte di campionato?

  • Anche nel 2009 avevano interrotto lo sviluPpo e sarebbero dovuti essere più avanti degli altri nel 2010 ma non fu così ! Speriamo che non sia la stessa cosa nel 2012

  • due considerazioni uno dal p.to di vista tecnico organizzativo l’altro da quello sportivo. 1. ma se di capo progetto ce n’e’ uno solo … come fanno a sviluppare la nuova macchina 2012 e al tempo stesso continuare lo sviluppo dell’attuale ??? su uno dei due fronti si avranno quindi scelte di secondo livello e quindi non necessariamente il top… ma altrettanto costose .. !! … non e’ sempre meglio concentrarsi sulla vettura attuale e svilupparla sul campo in modo da avere una buona base per la stagione successiva ??? … gli ultimi 5 titoli la ferrari li ha vinti con questa metodologia… mah…
    2. il fatto che Alonso dei top driver in attività sia uno dei pochi a non aver mai vinto a SPA quella che e’ definita l’università della F1 … insomma qualcosa vorrà pur dire …

  • se l anno prossimo si ripresentano col bidone li vado a prendere a calci uno per uno idem se hanno sbagliato il pacchetto per spa cmq per ora godiamoci spa sperando che suoni l inno spagnolo e italiano domenica….

  • si si,e’sempre la stessa fiaba….perdono un anno a riparare la macchina per ripresentarsi l’anno dopo con il solito catorcio….e cosi’ da quel che dice,arriveremo sempre dietro fino alla fine.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!