C’era una volta la Ferrari dei 4 pit stop, e oggi?

30 agosto 2011 19:14 Scritto da: Antonino Rendina

C’è Ferrari e Ferrari: dal 2004 al 2011 ne è passata di acqua sotto i ponti. Resiste forte negli occhi e nel cuore la Ferrari del trio Schumi-Brawn-Todt. Una squadra aggressiva e vincente, imbattibile. Un team capace di dominare in lungo e largo per più di un quinquennio.

E se la Red Bull di oggi viene paragonata alla Ferrari di allora un motivo c’è. Ma agli austriaci mancano ancora tre anni e sei mondiali da conquistare di seguito per entrare nella storia.

C’è poi la Ferrari dei giorni nostri, timida e incerta. Squadra malinconica che vive in uno stato di perpetua transizione. Il mondiale di Raikkonen del 2007 rassomiglia sempre di più al canto del cigno di una scuderia che è stata praticamente perfetta per un decennio.

Poi sono cambiati i regolamenti, la vecchia guardia ha lasciato ed è arrivato nel 2010 il Banco Santander con Fernando Alonso. L’inizio di un nuovo corso sotto la guida di Stefano Domenicali, promosso team principal sul campo dopo anni di ottimo delfinato a Jean Todt. Con lui a fare da ponte tra epoche diverse e con un pilota in gamba come Alonso la Ferrari doveva essere pronta a ripartire forte, a vincere a destra e manca.

Invece dinanzi a Maranello si è innalzato un muro invalicabile, composto da avversari fortissimi, regole criptiche, errori strategici e, ahimè, macchine deludenti. Basti pensare che nell’ultimo triennio la Ferrari ha vinto sette gran premi. Mentre dal 2006 al 2008 erano stati ben ventisei le tappe conquistate.

La Ferrari dell’ultimo biennio, follia di Abu Dhabi compresa, è una scuderia buona ma nulla di più. Alla quale manca il dovuto coraggio e la giusta spregiudicatezza per emergere contro la travolgente Red Bull. Scelte sbagliate in fabbrica e al muretto, scelte ambigue per quanto riguarda la politica piloti (Massa ha meno della metà dei punti dei diretti avversari) sono ormai un classico nelle stanze dei bottoni di Maranello.

E i paragoni in quanto ad aggressività e inventiva sono impietosi e senza alcuna possibilità d’appello:

Gp del Belgio 2011: la Ferrari è veloce ma gioca in difesa. Nonostante la saefety car in pista che avrebbe ammortizato la sosta, il team rinuncia a montare gomme fresche e martellare. Preferendo amministrare un terzo posto sulla distanza. Senza però aver fatto i conti con Button e con una macchina costruita maldestramente che non scalda le gomme dure (anzi medie). Due soste e un risultato positivo a portata di mano gettato alle ortiche, ma d’altronde questa Ferrari è capace di perdere i mondiali per le scelte del muretto.

Gp di Francia 2004: Mondiale dominato dalla Ferrari di Michael Schumacher. Ma a Magny Cours la pole position è di Fernando Alonso. Ecco allora il colpo di genio di Ross Brawn, di Luca Baldisserri e in parte del pilota. Dopo il primo stint i tre si accorgono di quanto  tempo si possa guadagnare girando con poca benzina e gomme nuove. Nasce così la pazza idea di fare quattro pit stop, in pratica per Michael sono cinque sessioni di qualifica coronate da una vittoria fantastica e a suo modo storica.

Strategia entrata negli annali e pensata da cervelli che oggi non siedono più al muretto della Rossa. Nel 2011 il piatto forte della casa è Neil Martin in differita, con un centro operativo che non si sa bene cosa sia, a cosa serva e perchè esista. E francamente preferiamo non saperlo, vista l’ (in)utilità.

Il presente fa inorridire pensando al recente passato, il team di oggi è una controfigura sbiadita di quello di ieri. Ormai stonano i continui proclami di rimonta o di riscatto degli uomini in rosso.

E’ rabbia mista a tenerezza quella che provocano le ricorrenti parole di Domenicali e Alonso. “Puntiamo a vincere ancora delle gare o ad andare sul podio”. Come se il Cavallino dovesse accontentarsi di singole tappe e terzi posti poi…

Monza diventa davvero la deadline. Il punto di non ritorno per l’onore della Ferrari. Un risultato negativo sulla pista di casa, nonchè circuito che non chiede troppi sacrifici aerodinamici, sarebbe una vera e propria Waterloo per l’attuale dirigenza. Bisogna smettere di sperare che l’anno buono sia sempre quello che deve arrivare…

117 Commenti

  • Credo che la strategia più azzaccata sarebbe stata quella di rientrare ai box con vettel, riuscivi 3, però avevi molti più giri rispetto a vettel che dopo una decina di giri le doveva cambiare!!!

  • Sì vabbè, con quella Ferrari lì potevi fare QUALSIASI strategia e sarebbe risultata vincente…

  • Spartaco
    @marcoct nn abbiamo detto vittoria sicuramente, abbiamo detto che probabilmente sarebbe potuto arrivare primo o secondo, dato che con le morbide era più veloce di tutti sarebbe riuscito a guadagnare secondi preziosi e avrebbe fatto meno giri con le dure!!!

    beh, la safety car ha tirato una grossa zappa sui piedi ad alonso, e manna dal cielo a vettel…pero, la ferrari dove far rientrare nando dopo 5-6 giri dal rientro della safety, e rimontare un treno di gomme soft….poi è vero che sarebbe rientrato nel traffico, ma nn mi pare che alonso abbia avuto problemi…sul rettifilo la ferrari andava molto veloce, e le gomme nuove, rispetto agli altri, avrebbero fatto il resto….cioè…se nn rischi qualcosa a spa, dove si puo superare….dove lo fai??

  • @marcoct nn abbiamo detto vittoria sicuramente, abbiamo detto che probabilmente sarebbe potuto arrivare primo o secondo, dato che con le morbide era più veloce di tutti sarebbe riuscito a guadagnare secondi preziosi e avrebbe fatto meno giri con le dure!!!

  • Alby

    Spartaco
    @zonta62 nn credo che massa si possa definire pilota veloce con questa ferrari, credo nn sia la macchina adeguata a lui in quanto massa è un pilota che fatica a scaldare le gomme e la ferrari di oggi nn lo aiuta, nn puoi negare che da dopo l’incidente abbia perso qualcosa!@Fabry credo che essere dolci con le gomme sia corretto, quelllo sbagliato è il momento di effettuare i pit stop, se fernando avesse fatto qualche giro in meno in qualifica e quando entrava la sc fosse entrato ai box adesso probabilmente staremmo parlando della vittoria di nando o del 2° posto!!!

    Giuste osservazioni…e aggiungo che sia mclaren e redbull erano male regolate con le morbide…se non fosse arrivata la sc oggi potremmo commentare un’altra gara……l’unico errore e stata della ferrari che ha giocato in difesa!!!

    Eh si la Ferrari avrebbe vinto…. Ma per favore…

  • rimetto un commento mio di alcune ore fa:”Massa ha firmato per un’altro anno, cosa strana visto che nn riesce a fare nemmeno metà punti di alonso, penso stiano aspettando qualche pilota il cui contratto scada a fine 2012 oppure aspettano di vedere se un certo pilota dal mio punto di vista molto bravo resca a tornare dal grave incidente di rally!!”

    • String Quartet

      Massa non ha firmato per il 2012, ha semplicemente un contratto che lo lega alla Ferrari fino alla fine del 2012. Di fatto, però, il mercato piloti del prossimo anno darà tanto da commentare, dato che in scadenza ci saranno Webber, Hamilton, Button (Se rinnova con la sola opzione per l’anno prox) e Massa, più diversi a centro gruppo.

      • Hai ragione, ho sbaglato a spiegarmi, Massa nn ha firmato quest’anno ma ancora l’anno scorso il contratto per il 2012!!!Però Webber sabato l’ho ha firmato il contratto con la red bull per un altro anno!!!

  • @zonta62

    Io penso che i motivi plausibili possano essere 2:

    o hanno intenzione di sostituire Massa con Perez e quindi vogliono che Sergio faccia almeno 2 anni di gavetta in Sauber

    o stanno aspettando di vedere in che condizioni di competitività sarà kubica nella prossima stagione

    oppure sono degli idioti che non hanno intenzione di competere nel mondiale costruttori :)

  • Spartaco
    @zonta62 nn credo che massa si possa definire pilota veloce con questa ferrari, credo nn sia la macchina adeguata a lui in quanto massa è un pilota che fatica a scaldare le gomme e la ferrari di oggi nn lo aiuta, nn puoi negare che da dopo l’incidente abbia perso qualcosa!@Fabry credo che essere dolci con le gomme sia corretto, quelllo sbagliato è il momento di effettuare i pit stop, se fernando avesse fatto qualche giro in meno in qualifica e quando entrava la sc fosse entrato ai box adesso probabilmente staremmo parlando della vittoria di nando o del 2° posto!!!

    Giuste osservazioni…e aggiungo che sia mclaren e redbull erano male regolate con le morbide…se non fosse arrivata la sc oggi potremmo commentare un’altra gara……l’unico errore e stata della ferrari che ha giocato in difesa!!!

  • scusa ho commesso un errore voglio dire che massa esprime l’attuale potenziale della ferrari

    @Spartaco
    io non ho detto che massa eprime il potenziale ferrari e che è veloce quanto butto o webber a parità di macchina questo è sottointeso
    QULCUNO RI8SPONDE ALLE MIA DOMANDA
    PERCHE’ MASSA NON VIENE SOSTITUITO? ( la risposta deve tener conto che in ferrari non sono degli idioti e che vogliono vincere anche dei mondiali costruttori).

  • @Spartaco
    io non ho detto che massa eprime il potenziale ferrari e che è veloce quanto butto o webber a parità di macchina questo è sottointeso
    QULCUNO RI8SPONDE ALLE MIA DOMANDA
    PERCHE’ MASSA NON VIENE SOSTITUITO? ( la risposta deve tener conto che in ferrari non sono degli idioti e che vogliono vincere anche dei mondiali costruttori).

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!