GP d’Italia 2011: i precedenti

7 settembre 2011 08:30 Scritto da: Andrea Facchinetti

L’ultima tappa europea della stagione 2011 si disputa all’Autodromo Nazionale di Monza. Il tracciato brianzolo è ormai l’unico vero tempio della velocità rimasto in calendario, dopo le modifiche apportate al circuito di Hockenheim. Il GP d’Italia si è sempre disputato su questo tracciato dal 1950 tranne nel 1980, quando si corse ad Imola. Riviviamo le emozioni delle ultime 5 edizioni della storica corsa italiana.

2006 – L’edizione 2006 passerà alla storia non tanto per il risultato che riaprirà il mondiale, ma per l’annuncio del primo ritiro di M. Schumacher dalla F1. In Pole c’è Raikkonen davanti al tedesco, ma le qualifiche sono tormentate da numerose polemiche per la penalità inflitta ad Alonso, reo di aver rallentato Massa nel Q3. Al via Raikkonen e Schumacher tengono le loro rispettive posizioni, seguiti da Kubica e Massa, con Alonso costretto a recuperare dalla 9° piazza. Schumacher conquista la testa della corsa dopo la prima sosta, mantenendola fino al traguardo. A 8 giri dalla fine Alonso rompe il motore e così Schumacher mette a segno un fondamentale 10-0 che riapre il discorso mondiale. Sul podio, oltre al tedesco, salgono Raikkonen e Kubica. 5° Button, 9° Massa davanti a Webber.

2007 – Doppietta McLaren sia in qualifica che in gara nella 13° gara del mondiale 2007. Alonso precede sul traguardo Hamilton e Raikkonen, con l’inglese che mantiene la testa della classifica grazie anche al sorpasso effettuato su Raikkonen nel finale. Gara sfortunata per Massa, che si ritira dopo soli 10 giri. 5° posto finale per Kubica, davanti a Rosberg, Kovalainen, Button e Webber.

2008 – Clamorosa vittoria di Vettel con la Toro Rosso a Monza. Il tedesco, partito dalla Pole Position, domina tutta la corsa sotto la pioggia, divenendo il più giovane vincitore di sempre e portando per la prima volta la Toro Rosso sul gradino più alto del podio. Insieme a lui sul podio salgono Kovalainen e Kubica. I due pretendenti al mondiale, Massa e Hamilton, chiudono in 6° e 7° posizione, con il brasiliano consapevole di aver gettato al vento una grossa opportunità, dato che il britannico era partito 15° dopo una difficile qualifica. Male anche Raikkonen, giunto 9° ma partito 14°, il quale aveva il “compito” di rendere più difficile la rimonta di Hamilton.

2009 – Pole Position per Hamilton, seguito dalla sorprendente Force India di Sutil. L’inglese tiene la testa della corsa nelle fasi iniziali, ma nulla può contro la miglior strategia delle Brawn di Barrichello e Button, le quali sembrano aver ritrovato la competitività di inizio stagione. E’ dunque Barrichello a portare a casa i 10 punti della vittoria davanti al leader Button e a Raikkonen, che eredita la 3° posizione proprio all’ultimo giro per l’incidente che mette Hamilton ko. 5° Alonso, con Vettel 8° davanti a Fisichella, al debutto sulla Ferrari. Ritirati Webber e Kubica.

2010 – La Pole di Alonso fa accorrere in massa i ferraristi sulle tribune del circuito brianzolo, ma Button li gela superando lo spagnolo in partenza. Alonso si deve anche difendere da Massa, il quale viene toccato da Hamilton che danneggia la sua McLaren ed è così costretto al ritiro, perdendo la testa del campionato. Button mantiene la testa fino pit stop, quando nulla può contro l’efficenza del box Ferrari che rimanda in pista Alonso davanti all’inglese al termine di una sosta rapidissima. Lo spagnolo vince così davanti a Button e al compagno Massa, rilanciandosi in campionato. Ai piedi del podio finisce Vettel, autore della sosta obbligatoria al penultimo giro, seguito da Rosberg e Webber, nuovo leader del campionato.

Ecco gli highlights dell’edizione 2010:

ALBO D’ORO

1950 – N. Farina (Alfa Romeo)
1951 – A. Ascari (Ferrari)
1952 – A. Ascari (Ferrari)
1953 – J. M. Fangio (Maserati)
1954 – J. M. Fangio (Mercedes)
1955 – J. M. Fangio (Mercedes)
1956 – S. Moss (Maserati)
1957 – S. Moss (Vanwall)
1958 – T. Brooks (Vanwall)
1959 – S. Moss (Cooper)
1960 – P. Hill (Ferrari)
1961 – P. Hill (Ferrari)
1962 – G. Hill (BRM)
1963 – J. Clark (Lotus-Climax)
1964 – J. Surtees (Ferrari)
1965 – J. Stewart (BRM)
1966 – L. Scarfiotti (Ferrari )
1967 – J. Surtees (Honda)
1968 – D. Hulme (McLaren-Ford)
1969 – J. Stewart (Matra-Ford)
1970 – C. Regazzoni (Ferrari)
1971 – P. Gethin (BRM)
1972 – E. Fittipaldi (Lotus-Ford)
1973 – R. Peterson (Lotus-Ford)
1974 – R. Peterson (Lotus-Ford)
1975 – C. Regazzoni (Ferrari)
1976 – R. Peterson (March-Ford)
1977 – M. Andretti (Lotus-Ford)
1978 – N. Lauda (Brabham-Alfa Romeo)
1979 – J. Scheckter (Ferrari)
1980 – N. Piquet (Brabham-Ford)
1981 – A. Prost (Renault)
1982 – R. Arnoux (Renault)
1983 – N. Piquet (Brabham-BMW)
1984 – N. Lauda (McLaren-TAG)
1985 – A. Prost (McLaren-TAG)
1986 – N. Piquet (Williams-Honda)
1987 – N. Piquet (Williams-Honda)
1988 – G. Berger (Ferrari)
1989 – A. Prost (McLaren-Honda)
1990 – A. Senna (McLaren-Honda)
1991 – N. Mansell (Williams-Renault)
1992 – A. Senna (McLaren-Honda)
1993 – D. Hill (Williams-Renault)
1994 – D. Hill (Williams-Renault)
1995 – J. Herbert (Benetton-Renault)
1996 – M. Schumacher (Ferrari)
1997 – D. Coulthard (McLaren-Mercedes)
1998 – M. Schumacher (Ferrari)
1999 – H. H. Frentzen (Jordan-Honda)
2000 – M. Schumacher (Ferrari)
2001 – J. P. Montoya (Williams-BMW)
2002 – R. Barrichello (Ferrari)
2003 – M. Schumacher (Ferrari)
2004 – R. Barrichello (Ferrari)
2005 – J. P. Montoya (McLaren-Mercedes)
2006 – M. Schumacher (Ferrari)
2007 – F. Alonso (McLaren-Mercedes)
2008 – S. Vettel (Toro Rosso-Ferrari)
2009 – R. Barrichello (Brawn-Mercedes)
2010 – F. Alonso (Ferrari)

CIRCUITI

1950 – 1979 Monza
1980 – Imola
1981 – 2010 – Monza

3 Commenti

  • Il video mi fa venire i brividi…

  • Alexandro HAMALORAI
    Qualcuno un pò più vecchiotto di me, saprebbe spiegarmi il motivo nel quale nel 1980 si corse ad Imola e non a Monza?!
    Semplice alternanza o c’era dell’altro sotto?

    Ho dato un occhio veloce in giro e il circuito di Imola è diventato permanente nel 1979, infatti in quell’anno venne disputato un GP non valido per il mondiale di F1. L’anno seguente, mi è parso di capire come evento una tantum, si è svolto a Imola il GP d’Italia come per “festeggiare” l’ingresso del circuito nel campionato mondiale, poi dall’anno seguente ha ospitato il GP di San Marino. Ho trovato questo ed effettivamente mi ricordavo una cosa del genere.

  • Alexandro HAMALORAI

    Qualcuno un pò più vecchiotto di me, saprebbe spiegarmi il motivo nel quale nel 1980 si corse ad Imola e non a Monza?!

    Semplice alternanza o c’era dell’altro sotto?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!