GP Italia 2011, Qualifiche: imbattibile Vettel

10 settembre 2011 15:26 Scritto da: Andrea Facchinetti

Un’altra Pole Position, la 25° in carriera, la 10° stagionale. Ormai al termine di ogni sessione di prove ufficiali si devono aggiornare le statistiche delle Pole Position di Sebastain Vettel, sempre più dominatore di questo campionato, e della Red Bull. Dietro al leader del campionato si sono classificate le due McLaren di Hamilton e di Button, mentre le Ferrari non sfigurano troppo conquistando la seconda fila con Alonso. Terza fila per Webber e Massa.

La domanda è sempre quella: quando terminerà il dominio Red Bull-Vettel? Sicuramente non nel breve periodo. Stavolta Vettel ha un motivo in più per essere soddisfatto: la sua Red Bull a pochi minuti del Q3 accusa problemi con il KERS, unico tallone d’achille di una vettura capace di infliggere distacchi umilianti agli avversari. Nonostante questo inconveniente, Vettel non solo mantiene la prima posizione, ma addirittura abbassa il proprio tempo di altri tre decimi, portando a 5 i decimi complessivi di vantaggio sul primo degli altri. Altri si, perchè nemmeno il proprio compagno di scuderia riesce a mantenere il passo dell’asso tedesco: Webber è 5° a 7 decimi.

Hamilton e Button ammettono che Vettel non era battibile oggi, nonostante nell’ultimo tentativo non siano riusciti a migliorare il loro tempo. Hamilton ha provato a preservare un treno di gomme morbide nel Q2, ma per eccesso di prudenza (aveva 5 decimi di vantaggio sull’11°) o per evitare brutte sorprese, ha preferito uscire per aggiustare il proprio tempo. La Ferrari limita i danni: Alonso riesce a qualificarsi in seconda fila, accusando 6 decimi di ritardo, mentre Massa è 6° a 9 decimi da Vettel, nonostante i timori di Montezemolo che in mattinata aveva ironizzato dicendo: “speriamo di non prendere più di due secondi”.

Dietro i big ci sono le Renault e le Mercedes: quest’ultime hanno deciso di qualificarsi con gomme dure, anche se nel Q2 avevano mostrato un buon potenziale con le gomme morbide. Nel Q2 nessuna sorpresa, con le due Force India, le due Williams e le due Sauber, oltre alla Toro Rosso di Buemi, che domani occuperanno i posti in griglia dal 11° al 17°.

Poche anche le novità nel Q1: Alguersuari, reduce da un’ottima qualifica a Spa, ritorna ad esser vittima della prima fase oltre alle “solite” Lotus, Virgin e HRT, con Ricciardo davanti a Liuzzi. Nessun pilota ha oltrepassato il limite del 107%: tutti i piloti potranno quindi partecipare al 13° appuntamento stagionale.

CLASSIFICA FINALE

POS  PILOTA                TEAM                 TEMPO       GAP
 1.  Sebastian Vettel      Red Bull-Renault     1m22.275s
 2.  Lewis Hamilton        McLaren-Mercedes     1m22.725s   + 0.450
 3.  Jenson Button         McLaren-Mercedes     1m22.777s   + 0.502
 4.  Fernando Alonso       Ferrari              1m22.841s   + 0.566
 5.  Mark Webber           Red Bull-Renault     1m22.972s   + 0.697
 6.  Felipe Massa          Ferrari              1m23.188s   + 0.913
 7.  Vitaly Petrov         Renault              1m23.530s   + 1.255
 8.  Michael Schumacher    Mercedes             1m23.777s   + 1.502
 9.  Nico Rosberg          Mercedes             1m24.477s   + 2.202
10.  Bruno Senna           Renault              No time
Tempo limite Q2: 1m24.157s                                   Gap **
11.  Paul di Resta         Force India-Mercedes 1m24.163s   + 1.249
12.  Adrian Sutil          Force India-Mercedes 1m24.209s   + 1.295
13.  Rubens Barrichello    Williams-Cosworth    1m24.648s   + 1.734
14.  Pastor Maldonado      Williams-Cosworth    1m24.726s   + 1.812
15.  Sergio Perez          Sauber-Ferrari       1m24.845s   + 1.931
16.  Sebastien Buemi       Toro Rosso-Ferrari   1m24.932s   + 2.018
17.  Kamui Kobayashi       Sauber-Ferrari       1m25.065s   + 2.151
Tempo limite Q1: 1m25.164s                           Gap *
18.  Jaime Alguersuari     Toro Rosso-Ferrari   1m25.334s   + 1.358
19.  Jarno Trulli          Lotus-Renault        1m26.647s   + 2.671
20.  Heikki Kovalainen     Lotus-Renault        1m27.184s   + 3.208
21.  Timo Glock            Virgin-Cosworth      1m27.591s   + 3.615
22.  Jerome D'Ambrosio     Virgin-Cosworth      1m27.609s   + 3.633
23.  Daniel Ricciardo      HRT-Cosworth         1m28.054s   + 4.078
24.  Tonio Liuzzi          HRT-Cosworth         1m28.231s   + 4.255

Limite 107%: 1m29.854s
* Distacco dal miglior tempo in Q1
** Distacco dal miglior tempo in Q2

74 Commenti

  • Alexandro HAMALORAI

    Ragazzi, potete chiarirmi un fatto tecnico?!

    Le zone DRS sono 1 sul rettilineo del traguardo e l’altra sul curvone/rettilineo che porta alla staccata della Roggia.

    Se il pilota B sorpassa A sul rettilineo del traguardo, B potrà ancora usare il DRS oppure no?
    Perchè se così fosse le prestazioni in merito di DRS si equivarrebbero!

    Vi chiedo questo, perchè ricordo che anche in Canada ci furono 2 zone DRS susseguenti, e mi ricordo che chi sorpassava all’ultima curva, poteva poi mantenere l’ala aperta!

    Cosa mi dite?

  • @ frank pitonetti : prima di sbilanciarmi cosi tanto su vettel lo voglio vedere con una macchina terrestre …. per il rsto che dire è il 3 anno che ce le suonano speriamo in byrne/tombazis/fry per il 2012 anche se rimane il problema dello stramaledetto muretto :(((

  • vettel in qualifica è un marziano pero è facile sfruttare una monoposto perfettamente bilanciata….lo voglio vedere quando la sua red bull non viaggere sul solito binario…..se poi si confermera tanto di cappello….!!!!!!

  • Frank Pitonetti

    Ragazzi, dobbiamo essere obiettivi.
    Ci stanno malmenando, le stiamo prendendo, ci hanno dominati.
    Riponiamo le armi ed alziamo bandiera bianca.
    Se volete, porterò la bandiera per primo incontrando il nemico. ^^.

  • Frank Pitonetti

    john
    frank nessumo mette in dubbio che sia un ottimo pilota ma sinceramente nn lo trovo alla altezza di alonso e ti spiego perche quando la rb è stata di questo pianeta sebastian nn è mai riuscito a vincere facendosi battere da alonso hamilton e pure button qualcosa vorra pur dire nn credi ???? se è nel traffico,m spa a parte dove superare è “molto facile”, va in difficolta’ cosa che nn accade ne ad alonso ne a hamilton quando nn combina c……, poi cosa vuoi che dica ascanelli che l ha scoperto????

    John, personalmente ti posso concedere il dubbio con Alonso che è il più completo del lotto, ma se fossi il presidente di una scuderia(forte) e dovessi scegliere un pilota per il futuro, non esiterei:
    Prenderei Vettel.
    Stravedo da sempre per Vettel, in lui rivedo con le dovute proporzioni il grande Schumacher.

  • Frank Pitonetti
    Vettel è un campione, il resto sono chiacchiere da bar.
    Chi si mette con i fucili spianati per trovare l’errorino di Vettel, dovrebbe osservare maggiormente quelli di Hamilton che sono stati innumerevoli.
    Il pilota tedesco è cresciuto tantissimo, per batterlo lo devono eliminare ^^.
    Vettel sarà il pilota futuro della ferrari.
    Ieri Ascanelli ha confermato che riesce ad avere un controllo totale sul mezzo ed una concentrazione elevatissima.

    Straquoto

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!