La F1 che non si vede, il Village a Monza

10 settembre 2011 00:00 Scritto da: Diego Mandolfo

Formula 1 dentro e fuori, letteralmente. In questo spazio speciale che abbiamo deciso di dedicare al Gp d’Italia qui a Monza, vi raccontiamo quello che succede in pista e fuori. Tanti gli eventi collaterali che vi abbiamo già proposto: da quelli organizzati da Pirelli a quelli in casa Lotus Renault. Insomma quel contorno glamour che rende la F1 uno spettacolo così completo e interessante. La festa dei tifosi, già rumorosa e colorata sulle tribune e sui prati dell’Autodromo brianzolo, continua, anche dopo le sessioni in pista, nel cosiddetto F1 Village.

Ai margini della tribuna del rettilineo dei box c’è un mondo fatto di brand, di colori dei team, di merchandise, di wurstel e crauti, di musica e incontri, di chiacchere con gli altri appassionati. E’ lì dove potrete: acquistare le divise delle vostre scuderie preferite, i cappellini, le t-shirt, i cappellini o i gadget con le griffe del pilota che più ammirate; farvi una doccia fredda di acqua nebulizzata (tanto per gradire); ammirare la bellezza di hostess e ragazze immagine; mangiare un boccone e magari ritrovasi accanto a un ragazzone tedesco con birra d’ordinanza col quale commentare le prestazioni dei beniamini di giornata. Questo è l’F1 Village, che qui vi raccontiamo con una galleria di immagini esclusive. Tra le tante chicche a disposizione del pubblico c’è anche una sorta di tv portatile a noleggio che permette di seguire tutte le fasi del Gp, da qualsiasi posizione lungo la pista, scegliendo tra tutti i camera car dei piloti in gara.

Uno dei padiglioni più gettonati, in questo week end a Monza, è certamente quello della Pirelli. Qui il gommista milanese celebra la propria produzione per la Formula 1 e la relativa distinzione cromatica delle mescole con una serie di trovate marketing che divertono e intattentogono gli accaldati appassionati di F1. Oltre alle foto con quelle che potremmo definire le “pirelline”, i gadget, le stampe degli scatti, c’è un simulatore di “cambio gomme ai box”. Una monoposto nera brandizzata Pirelli al centro; una folla attorno, una gomma da cambiare, un inflessibile cronometro da fermare il prima possibile; una classifica da scalare; una macchina da Formula 1 radiocomandata da vincere. Basta cambiare la gomma il prima possibile. Nel nostro video la prova di una famigliola di appassionati, padre e due figli, che c’hanno provato… ma senza successo!

[nggallery id=11]

2 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!