Williams: Kimi Raikkonen per ripartire

18 settembre 2011 12:27 Scritto da: Antonino Rendina

Kimi Raikkonen è la pazza (ma non impossibile) idea di una squadra tanto storica quanto in crisi. Di convinzioni e risultati. La Williams è sparita dall’orizzonte delle scuderie che contano: è penosamente confinata al nono posto della classifica costruttori, con soli cinque punticini iridati.

A nulla è servita l’esperienza di Rubens Barrichello, quest’anno la macchina non c’è e per la squadra inglese si profila uno dei bottini mondiali più bassi di tutti i tempi. Sconfitta totale, con tanto di direttore tecnico frettolosamente silurato. Quel Sam Michael che poi è l’unico uomo di Grove a poter davvero sorridere dato che ha firmato per la McLaren.

Ma la gloriosa saetta blu di gettare la spugna proprio non ne vuole sapere. Il piatto piange guardando al presente, ma la bacheca è di quelle da far stropicciare gli occhi. Sette titoli piloti, nove titoli costruttori, centotredici vittorie. L’ultima delle quali lontana anni luce: Gp del Brasile 2004, una vita fa.

Per risorgere serve un condottiero più unico che raro. Un pilota eccellente, con la giusta voglia di (ri)mettersi in gioco. E a Grove, dove difficilmente rinnoveranno il contratto a Barrichello, il nome estratto è stato quello del campione del mondo 2007 Kimi Raikkonen.

Il contatto c’è stato, ma la trattativa è un rebus. L’unica notizia concreta è che Iceman ha già visitato a inizio settembre la sede di Grove. E di solito queste non sono visite di cortesia o scampagnate a tempo perso.

Difficilmente Kimi avrà preso le misure per il sedile, non voliamo con la fantasia. Ma, a differenza delle voci su Renault e Red Bull, con la Williams c’è stato molto di più di un semplice sondaggio. E se il finnico deluso dai rally e incerto sugli orizzonti americani (Nascar) decidesse di tornare dopo due anni in F1, bè la Williams sarebbe la scelta più giusta.

Per entrambi; un pilota e una scuderia che devono rilanciarsi alla grande. L’alternativa per gli uomini in blu consiste in un prolungato pressing su Adrian Sutil.

Ma ci scommettiamo: Frank farà di tutto per trascinare alla sua corte un fenomeno come Raikkonen.  Si tratta pur sempre della Williams di Piquet, Mansell e Prost…

12 Commenti

  • Noooooooo kimy alla williams noooooooo………..una volta la williams era fortissima…..ora e magari dietro le force india,tororosso e sauber……kimy e troppo sprecato per andare in williams………un sogno fosse quello che tornasse in ferrari…compagno di alonso…questa si che sarebbe una super coppia!!!ma resta solo un sogno!!!ma se kimy deve ritornare in f1 deve andare in un top team…no in quelli che vanno allo sbando!!!

  • Caribbean Black

    per la williams io confido particolarmente nel genio Coughlan….anche se il budget è limitato per i cavalieri di Sir Frank…..

    Penso cmq che oggi Newey sia il top del top in ogni condizione e non c’è Rory Byrne che possa tenere il confronto….

    Poi dai miei Cavalieri d’Argento alla corte di Sir Dennis, non mi è piaciuto l’ultimo acquisto inerente l’ingaggio di Sam Michael, per cui spero che il tutto sia ancora nelle mani di Puddy Lowe e Tim Goss……

  • Nel 2013 le macchine saranno completamente diverse da quelle attuali, potrebbero esserci delle sorprese. Difficile, ma non impossibile quindi…… Io lo spero tantissimo, mi manca tanto Kimi……

  • ma vi immaginate se,con un miracolo tecnico abbastanza improbabile,la williams riuscisse a dare a raikonen una vettura competitiva,la red bull che con i nuovi scarichi l’anno prossimo ne uscirà ridimensionata alla pari degli altri(vedi silverstone) che spettacolo di campionato che ne verrebbe fuori?? alonso-hamilton-vettel-button-raikonen-schumacher-(kubica) …. dio solo sa che succederebbe.. sarebbe il campionato piu’ entusiasmante degli ultimi anni !!

    • lo spero:):)!!ma secondo me alla red stanno gia’pensando come fare una macchina super anche per l’anno a venire,il genio maledetto stara’escogitando qualche diavoleria al di fuori degli scarichi!

    • Hai ragione ci vorrebbe un miracolo,non dimentichiamo che Kimi e’ fuori dal giro da un bel pezzo(quindi un bel po’ arruginito) e non al passo delle le F1 che si evolvono in continuazione e molto in fretta,inoltre la Williams non credo possa avere grandi potenzialita’ di crescita(soprattutto economica)Quindi penso che come operazione non potra’ essere un successo…sempre che non avvenga “un miracolo”…………….

  • ritornate per lottare in mezzo al gruppo ??? sarebbe deprimente per un pilota della sua classe !!!!!

  • Luca ferrarista

    Spero davvero che Raikkonen possa tornare in F1 perchè uno come Kimi merita un posto nel circus ma onestmente credo che i problemi del team siano legati al pogetto e agli ingegneri comunque speriamo si riprenda e magari si riporti in alto con Iceman…

  • MotoreAsincronoTrifase

    Caribbean Black

    Javert
    Alla Williams servono tecnici e soldi non certo un pilota che seppur bravo è difficile faccia ancora la differenza

    Totalmente concorde…..mentre leggevo l’articolo pensavo al commento che potevo scrivere, e mentre sto per postarlo, leggo il tuo che dice esattamente cio che volevo scrivere io…..
    Bella Javert! 😀

    con kimi alla guida di sicuro qualche sponsor in piu’ lo trova,cosi’ potra’ ingaggiare anche tecnici. Se metti che raikkonen 3-4 decimi (forse di piu’) li rifilerebbe a barrichello, beh non sarebbe a combattere con mclaren e red bull, ma neanche con le toro rosso. Il problema resta l’ingaggio alto e le pretese stratosferiche di kimi.

  • Caribbean Black

    ….inoltre lo vedo improbabile il ritorno di kimi su una macchina non vincente….pare abbia rifiutato la red bull, per cui mi sembra assurdo che possa approdare in williams, tra l’altro kimi non ne vuole nemmeno sapere di ingaggi bassi e non credo assolutamente che Frank possa permettersi di pagare un pilota così, che tra l’altro a livello di indicazioni per migliorare la monoposto, lascia mooooooooooltissimo a desiderare…..

    Trattativa troppo difficile…..

  • Caribbean Black

    Javert
    Alla Williams servono tecnici e soldi non certo un pilota che seppur bravo è difficile faccia ancora la differenza

    Totalmente concorde…..mentre leggevo l’articolo pensavo al commento che potevo scrivere, e mentre sto per postarlo, leggo il tuo che dice esattamente cio che volevo scrivere io…..

    Bella Javert! 😀

  • Alla Williams servono tecnici e soldi non certo un pilota che seppur bravo è difficile faccia ancora la differenza

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!