Kobayashi “promosso” in settima posizione

8 ottobre 2011 14:25 Scritto da: Antonino Rendina

Il pilota della Sauber Kamui Kobayashi, inzialmente classificato in decima posizione, scatterà nel Gp di Giappone dalla quarta fila. Più precisamente dalla settima piazza, davanti alla Mercedes di Michael Schumacher.

Una bella gratificazione per il pilota nipponico che corre in casa. Ed è stata proprio la “passerella” per salutare la sua gente effettuata nei primi minuti del Q3  che ha permesso a Kamui di conseguire un risultato, a conti fatti, inaspettato.

Ma andiamo con ordine. L’ultima tranche di qualifica ha assunto i contorni di una vera e propria farsa per i quattro piloti alle spalle dei top team. Nessuno di loro ha segnato un giro veloce.

E’ questa l’anomalia del Circus by 2011: quelli che in teoria sono tra i migliori piloti al mondo che, volontariamente, rinunciano a lottare per un piazzamento in griglia con lo scopo di risparmiare il famigerato treno di gomme morbide. Quel set “che in gara può fare la differenza“. Pneumatici ancora croce e delizia di questo mondiale un po’ toto-Pirelli.

Al di là dei giudizi morali e dell’imbarazzo della Federeazione per aver privato gli spettatori di gran parte dello spettacolo (perchè quattro macchine su dieci sono il 40% in meno di show, i numeri non mentono) la Fia si è vista costretta ad intervenire regolamento alla mano. Che così recita ai sensi dell’articolo 36.2:

Se più di un pilota non riesce a marcare un tempo in qualifica l’ordine di partenza sarà così stabilito:

1)Ogni pilota che ha provato a far segnare un tempo, iniziando un giro veloce.

2)Ogni pilota che non è riuscito a iniziare un giro veloce.

3)Ogni pilota che non è riuscito a lasciare i box.

Regolamento chiaro. Kamui tra i quattro è quello che deve partire più avanti, grazie ai suoi “brillanti” intermedi. Subito dietro Michael, sceso in pista per “valutare la situazione” ma che ha beccato la bandiera a scacchi prima del giro buono. In quinta fila vengono retrocessi gli alfieri Renault, troppo impegnati per provare a guidare in Q3.

Il boccone più amaro è costretto a ingoiarlo Schumi, che aveva il potenziale per partire alle spalle di Webber. Ross Brawn ha commentato: “Michael ha trovato traffico negli attimi finali, peccato perchè un giro veloce lo potevamo iniziare”.

La farsa di stamattina ha avuto le sue conseguenze. Questo è da mettere in conto se l’approccio alla corsa è in barba a ogni spirito di competizione. La posizione migliore alla fine va all’eroe di casa e al pilota che più di tutti l’ha “meritata”. Almeno Kamui un giro veloce ha fatto finta di realizzarlo!

8 Commenti

  • Ma se tornassimo al “tutti fuori allo sbando 60 minuti?”.. 12 giri a testa, quattro tentativi.. quanto erano belle quelle qualifiche.. semplici, chiare ed efficaci (chi meritava di partire davanti, partiva davanti, punto).. ho la sensazione che ci si voglia complicare la vita a tutti i costi.. e questo certo non fa bene alla formula 1 e a quegli spettatori che pagano per vedere dello spettacolo, tanto sbandierato dalla FIA.. mah..

    • beh…a parte l ultimo quarto d ora, il resto delle qualifche era abbastanza noioso dai…questa nuova formula va bene, solo che nn bisogna mai esagerare nelle cose….pretendere che i piloti con queste gomme diano sempre il massimo, non è possibile…
      la soluzione è semplice, distinguere tra gomme per la qualifica e gomme per la gara…

  • Mauro
    beh…facciamo in applauso anche al team mercedes, che molto intelligientemente ha aspettato i due minuti finali, per far fare il giro farsa a shumi….tra l’altro intralciando chi la qualifica la stava facendo per davvero…potevano benissimo fare sto giretto, per qualificarsi in settima posizione, a meta sessione, senza dare fastidio a nessuno..invece….
    gli sta proprio bene!

    Infatti…Però è evidente che il regolamento è carente sotto questo profilo come in tanti altri, basti pensare alla regola del 107%, che si applica male e a singhiozzo…

  • beh…facciamo in applauso anche al team mercedes, che molto intelligientemente ha aspettato i due minuti finali, per far fare il giro farsa a shumi….tra l’altro intralciando chi la qualifica la stava facendo per davvero…potevano benissimo fare sto giretto, per qualificarsi in settima posizione, a meta sessione, senza dare fastidio a nessuno..invece….
    gli sta proprio bene!

  • MotoreAsincronoTrifase

    ma la regola di far usare in gara le gomme con cui si e’ qualificati non era stata messa per fare spettacolo cosi’ i top team non erano avvantaggiati? Beh che dire, bello spettacolo :(

  • gomma da qualifica il prossimo anno altrimenti non se ne esce !!!

  • principesco88

    grande Kamui ora parti a razzo e prenditi il tuo podio in casa!!!

  • basterebbe che la fia desse alle squadre in q3 un treno di morbide in più!
    d’altra parte, come dimostrano le numerose rimonte delle toro rosso quando erano fuori in q1 (risparmio di 2 set) questo fattore conta. conta soprattutto per i primi dieci in griglia, perchè sono gli unici che epr assurdo regolamento devono usare le gomme vecchie della qualifica. paradossalmente, partire undicesimo può essere molto più vantaggioso che partire nono o decimo. E la fia non si nasconda dietro il ‘risparmio’ che qui non c’entra! :)p

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!