Massa beffa Alonso e strappa la seconda fila

8 ottobre 2011 10:30 Scritto da: Antonino Rendina

Un risultato quasi insperato. Non che in stagione non sia mai arrivato, tutt’altro. Alonso di quarti posti in prova ne ha fatti tanti. Ma era difficile prevedere una Ferrari così positiva a Suzuka, dopo la delusione di Singapore e la testa completamente altrove, al 2012.

Invece la temperatura insolitamente calda e l’ottimo giro messo insieme da un redivivo Felipe Massa hanno permesso alla Rossa più amata d’Italia di mettersi davanti alla Red Bull di Webber subito dietro a Vettel, Button e Hamilton.

Felipe Massa scatterà dalla quarta piazza, subito dietro toccherà a Fernando Alonso. L’asturiano è apparso meno in palla del compagno di team. Nando ha sofferto oltremodo nelle curve S del primo settore e, causa un largo in uscita alla curva Spoon, ha dovuto rinunciare anche al primo tentativo in Q3.

Sorprendente invece il rendimento sul giro secco di Felipe. Velocissimo nel settore più difficile (quello appannaggio di Vettel e Button), costante negli altri intermedi. Non è la prima volta che in stagione Massa si qualifica meglio di Alonso.

Ma a differenza di altre volte, dove a pesare erano stati più i demeriti dello spagnolo, stavolta il paulista sembra aver interpretato meglio il tracciato.

Entrambi, comunque, hanno fatto segnare un tempo di 1’30″8. A meno di mezzo secondo dalle temibili rivali e davanti ad una Red Bull, il che è già un buon risultato. Sulle previsioni di gara incombono come macigni le incognite degrado pneumatici e gomme medie.

Nelle libere il passo dei ferraristi cone le gomme prime non era entusiasmante. A meno che la temperatura non rimanga “estiva”. Allora sì che il podio non sarebbe utopia.

Felipe Massa: “E’ stata una qualifica difficile, non è stato facile mettere insieme il giro giusto. Io ci sono riuscito nel mio ultimo tentativo. Sarà un Gp impegnativo, caldo, e ci sarà un forte degrado delle gomme. Probabilmente ci saranno molte soste. Dobbiamo stare attenti. Sorpassi? Si qui è possibile, usciamo da una curva lenta. Conterà trazione. Meglio fare pochi sorpassi ma stare davanti. Hamilton accanto a me in griglia? Per me non fa alcuna differenza che ci sia lui o chiunque altro“.

Fernando Alonso: “Non sono stupito del piazzamento: sapevamo che Red Bull e McLaren erano più forti di noi. Speriamo di partire bene domani, la macchina da questo punto di vista si sta comportando sembre benissimo. Proveremo a mettere pressione a quelli davanti. Gli altri sono molto vicini tra loro, noi forse siamo un passo indietro. Per quanto riguarda la lotta per la vittoria noi siamo più lontani. Il nostro obiettivo realistico rimane il podio, e anche con la giusta strategia proveremo a raggiungerlo”.

Pat Fry (direttore tecnico): “Felipe ha fatto un gran lavoro, Fernando ha avuto qualche problemino. Difficile comunque fare meglio. Domani sarà molto importante osservare il degrado delle mescole. La gara si gioca lì”.

In chiusura riportiamo la critica all’attuale format delle qualifiche da parte del team principal Ferrari Stefano Domenicali: ” Ancora una volta in questa stagione abbiamo visto delle macchine rinunciare a fare un giro cronometrato. Lungi da me criticare chi ha fatto questa scelta, che è assolutamente rispettabile dal punto di vista tecnico, credo che ci sia qualcosa che non funziona nella modalità di svolgimento della qualifica e dovremmo pensarci bene per il futuro perché non penso che sia una cosa buona per gli spettatori che sono in tribuna sia per quelli che seguono la sessione davanti alla televisione”.

8 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!