Deludente prestazione della Toro Rosso a Suzuka

10 ottobre 2011 11:20 Scritto da: Lorenzo Floridia

Dopo la tappa a Singapore la Toro Rosso contava di poter fare meglio a Suzuka, pista molto tecnica, simile a Spa, dove la scuderia di Faenza ha ottenuto buoni risultati sia in qualifica che in gara.

Il week end non ha però regalato i risultati sperati, nonostante durante il venerdì le prerogative per stupire sembravano esserci. Al venerdì mattino la Toro Rosso di Buemi si è piazzata al sesto posto con Alguersuari ottavo ed entrambi a poco più di 1 secondo e 3 decimi da Jenson Button. Questo è il miglior risultato del weekend  giapponese; in seguito le prestazioni si sono abbassate fino a non andare oltre ad un quindicesimo e sedicesimo posto.

Alla partenza Buemi scatta benissimo e risale ben quattro posizioni, gettando le basi di una ipotetica rimonta fino alla zona punti. Alguersuari invece parte male e scivola fino al ventesimo posto. Il pilota svizzero della Toro Rosso conduce tranquillamente la sua gara fino al giro 12 in cui entra ai box per il primo cambio gomme, ma al rientro in pista si rende conto di una vibrazione che non gli permette di proseguire la corsa, è dovuta ad un bullone avvitato male nella gomma anteriore destra.

Dal fondo dello schieramento Alguersuari cerca la rimonta con uno stint lungo nel finale con gomme medie che non gli consente di arrivare in zona punti, ma solo quindicesimo. Nel corso della gara da segnalare un bel duello per un paio di giro con Maldonado e Kobayashi, che ha visto il pilota spagnolo in netta difficoltà e staccato da entrambi.
Alguersuari evidenzia le poca competitività della vettura: “Avevo più o meno la stessa strategia di Perez però lui sembrava essere un secondo al giro più veloce di me. Non ero capace di effettuare il sorpasso perché stavo toccando il fondo scala del motore, così non ho trovato la velocità che mi serviva per il sorpasso. Soprattutto stavo perdendo stabilità inseguendo la macchina di fronte. Non mi ricordo l’ultima volta che ho trovato così difficile effettuare un sorpasso. Ho dato sempre il massimo, ma la performance non c’era oggi. Adesso spero di poter tornare a lottare per la zona punti in Corea e di rivaleggiare ancora con la Sauber”.

Delusissimo il commento di Buemi: “Ho avuto un’ottima partenza, passando quattro macchine ed arrivando all’undicesimo posto. Ho corso al decimo posto per qualche giro prima del pit-stop. Sono uscito fuori dalla pit lane e alla prima curva ho sentito delle vibrazioni e ho visto che la gomme anteriore destra cominciava a muoversi. Non è stata probabilmente fissata durante il pit-stop, non so perché, e si è tolta del tutto alla curva quattro. Non c’era modo di tornare ai box, così la mia gara era finita. E’ un peccato, perché la gara si era messa bene ed avrei potuto ottenere dei punti”.

Il team principal della Toro Rosso, Franz Tost, coglie l’occasione per fare i suoi complimenti al team Red Bull: “Prima di tutto, voglio congratularmi con Sebastian Vettel e la Red Bull per il secondo titolo piloti e costruttori consecutivo”. Poi analizza la gara: “Il nostro weekend è cominciato con un ragionevole ottimismo alla luce delle libere del venerdì, dopodiché non è andato più così bene. Oggi, abbiamo perso Sebastian nei primi giri quando la gomma anteriore destra si è svitata per ragioni su cui stiamo investigando, dopo il primo pit-stop. E’ un gran peccato, perché Sebastian ha fatto una gran partenza, passando diverse vetture fino a risalire all’undicesimo posto. Jaime ha perso tre posizioni in partenza e da quel momento era impossibile far alcun progresso. Ci sono indizi che ci fanno pensare che le novità introdotte qui stiano facendo vedere dei miglioramenti ed ora dobbiamo solo aspettare qualche giorno per vedere se possiamo sfruttarli meglio in Corea”.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!