Red Bull e Mercedes pronte a lasciare la FOTA

12 ottobre 2011 15:30 Scritto da: Davide Reinato

Quella che si respira in questi giorni è aria molto tesa tra la squadre. Anche se la situazione è passata in secondo piano a Suzuka, per via del titolo iridato di Vettel, la situazione all’interno della FOTA sta diventando insostenibile e si rischia di arrivare allo scioglimento dell’associazione stessa.

Motivo del contendere sarebbe la controversa azione della Red Bull che avrebbe vietato il Resource Restriction Agreement.
L’accordo regola i costi che le squadre devono rispettare durante una stagione di F1, ma questo non ha alcun valore regolamentare per la FIA. Tuttavia, Ferrari e McLaren sarebbero sul piede di guerra per via della presunta violazione di questo patto da parte della Red Bull Racing.

In questo contesto, la squadra anglo austriaca sarebbe in procinto di annunciare l’uscita dal sindacato dei team. In realtà, Red Bull starebbe pensando di uscirne prima che possa esserne espulsa. La squadra di Mateschitz, infatti, avrebbe speso molto di più di quanto consentito dal RRA nel 2010 e avrebbe fatto la stessa cosa nel 2011. I dati raccolti da Capgemini nell’audit chiesto dalla FOTA sembrerebbero inequivocabili.

La Red Bull, pur vincendo meritatamente i titoli, si porta comunque dietro delle ombre sul proprio modo di agire, sempre oltre i limiti imposti, sia per quanto riguarda i costi, sia nelle interpretazioni del regolamento. Del resto, lo stesso Domenicali ha commentato l’arrivo della nuova ala di Vettel, spedita appositamente dall’Inghilterra durante il GP del Giappone, riaccendendo le polemiche: “Loro continuano a portare novità tecniche importanti ad ogni GP, mentre noi ci siamo quasi fermati”. Fermati, appunto, per contenere i costi e tenersi dentro i limiti prefissati.

Il fatto è che la FOTA ha problemi a controllare che tutti i team rispettino questi limiti e, anche nel caso venissero superati, non sono previste sanzioni. Pertanto il RRA diventa del tutto inutile.

Così, a complicare le cose, ci si mette anche il consiglio d’amministrazione della Mercedes che non gradisce di spendere soldi per non avere risultati. Bisogna quindi investire di più adesso, crescere e vincere in fretta. Altrimenti, anche per loro si chiuderà il capitolo Formula 1. Non è un caso che alla Mercedes stanno effettuando grandi investimenti per portare la factory alla pari della concorrenza e, nel frattempo, rinforzare il personale prendendo tecnici di valore come Willis e Costa.

In altre parole? Anche la Mercedes GP si appresta a lasciare la FOTA, in modo da poter avere le mani libere e investire in base ai budget disponibili.

Se Red Bull e Mercedes lasciassero l’associazione dei team per non avere più limiti di budget, logicamente anche le altre squadre faranno la stessa cosa. Sarà la fine della Formula One Team Association? Molto probabile e, in quel caso, se la riderebbe Bernie Ecclestone che qualche settimana fa aveva etichettato la FOTA come un’associazione del tutto inutile.

21 Commenti

  • tatanka2003

    FaB

    MotoreAsincronoTrifase

    FaB
    Credo che come termini di spesa se non ci fosse l’accordo fota, la redbull sarebbe quella con maggiore disponibilità. La ferrari per quanto possa essere un’azienda tecnologia e all’avanguardia credo abbia meno disponibilità rispetto a redbull che penso consideri la f1 quasi se non un investimento pubblicitario!
    La ferrari con la f1 si pubblicizza, questo è certo…ma corre anche per acquisire informazioni da passare sulle vetture stradali.
    Ovviamente non conosco i bilanci ma se si dovesse iniziare una guerra di investimento tra i top team più ricchi si rischierebbe di far andare via tutte le squadre minori!
    A mio avviso l’accordo fota dovrebbe essere inserito nel regolamento! Visto che si dispongono di set di gomme limitate e si va verso una riduzione degli sprechi…bisognerebbe imporre un limite nelle spese inerenti alla formula 1.
    Certo è che vigilare sulla spesa credo sia qualcosa di infattibile….

    Praticamente proponi il budget cup di mosley. Eppure erano tutti contro, squadre e tifosi su internet

    No io proporrei un budget massimo nell’ambito della fota! Sostanzialmente come è adesso… Ogni anno in fota si delibera il tetto massimo di spesa per l’anno successivo che deve poi essere registrato sul regolamento fia. Bisognerebbe creare poi un organo intermedio che fa capo a fota e fia che abbia il compito di vigilare sulle spese di bilancio.
    La fia non deve entrare nel merito dei budget , che sono esclusività dei soli team, ma deve solo registrare il tetto massimo stabilito in fota e riconoscere l’ente intermedio per il controllo!

    Sono assolutamente contrario ai limiti di budget, è lo sport della tecnologia e della ricerca per eccellenza e tale deve rimanere, la FIA d’altro canto può ‘limitare’ le spese come sta già facendo o potrebbe fare; meno test, un tot. di addetti al box, motore ‘ibernato’, divieto di usare alcuni materiali etc. etc. Ma se un team vuole costruire più alettoni deve poterlo fare come anche l’approvvigionamento di questi in pista…

  • MotoreAsincronoTrifase

    FaB
    Credo che come termini di spesa se non ci fosse l’accordo fota, la redbull sarebbe quella con maggiore disponibilità. La ferrari per quanto possa essere un’azienda tecnologia e all’avanguardia credo abbia meno disponibilità rispetto a redbull che penso consideri la f1 quasi se non un investimento pubblicitario!
    La ferrari con la f1 si pubblicizza, questo è certo…ma corre anche per acquisire informazioni da passare sulle vetture stradali.
    Ovviamente non conosco i bilanci ma se si dovesse iniziare una guerra di investimento tra i top team più ricchi si rischierebbe di far andare via tutte le squadre minori!
    A mio avviso l’accordo fota dovrebbe essere inserito nel regolamento! Visto che si dispongono di set di gomme limitate e si va verso una riduzione degli sprechi…bisognerebbe imporre un limite nelle spese inerenti alla formula 1.
    Certo è che vigilare sulla spesa credo sia qualcosa di infattibile….

    Praticamente proponi il budget cup di mosley. Eppure erano tutti contro, squadre e tifosi su internet

    No io proporrei un budget massimo nell’ambito della fota! Sostanzialmente come è adesso… Ogni anno in fota si delibera il tetto massimo di spesa per l’anno successivo che deve poi essere registrato sul regolamento fia. Bisognerebbe creare poi un organo intermedio che fa capo a fota e fia che abbia il compito di vigilare sulle spese di bilancio.
    La fia non deve entrare nel merito dei budget , che sono esclusività dei soli team, ma deve solo registrare il tetto massimo stabilito in fota e riconoscere l’ente intermedio per il controllo!

  • ZioTure
    La Red-bull, intesa come squadra e management e non come uomini come Vettel o Newey è una cometa in via di esaurimento. E’ chiaro che al Management non interessa tanto rimanere nella Fota perché’ la loro avventura in F1 potrebbe concludersi in pochi anni.
    Quello che interessa sono le vittorie e la promozione del marchio, che non potrà’ durare all’infinito. Verra’ il momento in cui il marchio dei bibitari non avrà’ più’ ritorni economici per la stagnazione e tireranno giù’ le tende per trasferirsi in altri set mediatici dove promuovere il loro marchio.

    In passato abbiamo avuto la Benetton e la Brabham e la recente Brawn.
    E’ il solito anello di marchi che si danno il cambio comprando team più’ o meno competitivi, mettendoci i soldi. La Red-bull che è diventata popolare è un team fondato nel 1996 da Jackie Stewart e che nel corso degli anni si è trasformata in Jaguar con alti e bassi.
    Chissa’ quale sara’ il futuro, per adesso ho forti dubbi vista la crisi dell’auto che questo Team possa avere un futuro stabile.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!