Ferrari, una gara test: Alonso è 5°, Massa 6°

16 ottobre 2011 12:58 Scritto da: Antonino Rendina

“I give up”. “Mi arrendo“, firmato Fernando Alonso via team radio a due giri dal termine del Gran Premio di Corea.

“Tanto non li prendo” è la resa incondizionata di uno stanco Matador che nell’ultima parte del Gp asiatico è riuscito a recuperare sul gruppetto dei primi qualcosa come sette secondi in dieci giri. Una remuntada entusiasmante, prepotente, conclusasi però con una mesta bandiera bianca.

Troppo il distacco accusato a inizio gara per tentare un assalto al podio, i remi in barca tirati dallo spagnolo dopo aver dato tutto sono l’immagine più emblematica di questa Ferrari alla quale nel 2011 manca sempre qualcosa, pur non demeritando del tutto come performance in gara.

Il ritmo dell’ultimo stint su gomme soft dice di più del quinto posto finale. E’ la nota incoraggiante di giornata, in vista del 2012. Gare test, qui la Rossa portava (con Alonso) un alettone anteriore di filosofia diversa e modifiche al cambio. E’ la Ferrari sperimentale di fine anno, un piccolo chimico alla ricerca continua dell’elemento competitività.

Gara in tandem quella dei ferraristi in Corea. Con un Felipe Massa in forma che ha recitato la parte del capofila, tenendosi dietro per un bel po’ Fernando. L’asturiano ha poi avuto la meglio sul compagno di scuderia grazie al gioco dei pit stop, con una tatttica diversificata e molto intelligente. 

Peccato che entrambi i piloti, dopo la prima tornata di soste, sono finiti dietro la Mercedes-tappo di Nico Rosberg, perdendo lì le possibilità di giocarsi un podio comunque difficile.

Da promuovere, in ogni caso, il doppio sorpasso “di squadra” ai danni della deludente freccia di Stoccarda. 

Poco soddisfatti a fine corsa i protagnisti in rosso. Con la consapevolezza però che questo doppio piazzamento di rincalzo non è  tutto da buttare in ottica 2012. Bisogna analizzare i tempi e la prestazione velocistica generale al di là di un risultato in ogni caso deludente.

La Ferrari come a Suzuka ha dimostrato sul long run un equilibrio sconosciuto fino a qualche tempo fa. Nessun crollo, nessun’altalena preoccupante nei tempi. Nessun mistero gomme. Nessuna Singapore bis insomma. Un’ottima gestione delle mescole e della vettura. Un ritmo incisivo anche con la seconda guida, quel Felipe Massa sempre più a suo agio nelle ultime settimane. Meglio tardi che mai.

Difficile prevedere adesso se  la Ferrari riuscirà a ridurre il distacco dai bibitari e lottare per il mondiale l’anno venturo, ma l’impressione è che a Maranello finalmente abbiano le idee chiare sul come e dove intervenire. Un bel passo avanti.

Fernando Alonso (Pos. 5°): “Gli altri sono troppo avanti in qualifica rispetto a noi, in gara invece siamo lì. Anche oggi l’abbiamo dimostrato, ma qui ci è mancato qualcosa. Queste sono gare che ci servono per fare prove in vista dell’anno prossimo. E tutto sommato è stata una gara a suo modo divertente, con tanti duelli. Speriamo di fare meglio in India”.

Felipe Massa (Pos. 6°): “Con le gomme dure avevamo un passo buono, purtroppo ho perso tempo durante la prima sosta, e anche dopo la seconda sosta ho preso del traffico. E così ho perso la posizione nei confronti di Fernando. Il passo però era buono, e siamo partiti bene.  Eppure nel primo stint c’era un gap con gli altri, non è stato facile reggere il lroro ritmo”.

Stefano Domenicali (team principal): “I problemi sono i soliti, la qualifica. Siamo stati al di sotto delle aspettative, mentre in gara il passo è confortante. Soprattutto se pensiamo che stiamo lavorando molto sul 2012, in quest’ottica il quinto posto è quasi un risultato positivo”.

29 Commenti

  • La frase infelice detta per radio da Alonso..suona tanto come un campanello d’allarme. Fernando è un combattente, ma sa benissimo che con questa monoposto non si arriva dove lui vorrebbe, nelle qualifiche sono sempre un passo in dietro, in gara se la contendono, ma in gara devono anche avvicinarsi e recuperare le posizioni perse nelle qualifiche..
    Spero vivamente per la Scuderia Ferrari che questo brutto momento passi, siamo stati abituati male..quando la monotonia rossa, faceva girare la palle alla maFia e alla direzione gara.
    Vedremo che fra qualche anno cambieranno ancora il regolamento per interrompere lo show di Redbull e Perfettel! come con la Ferrari guidata dal grande e insostituibile Schumacher!
    Amo la monotonia Rossa…solo quella..cambiate queste regole (ora sono antisportivo) ahah :)

  • che tristezza…. ALONSO che dicie i gived up!!! un leone come lui!!!

  • Stevebj
    Purtroppo oggi, ancora una volta, a mettere i bastoni tra le ruote di Fernando ci ha pensato Felipe, con una prima parte di gara scarsa che ha fatto perdere un sacco di tempo allo spagnolo. Una nota positiva sull’ala nuova: sembra che aiuti soprattutto nella seconda parte di gara, dove solitamente le rosse soffrono tanto. Ma la marcia in più Fernando, forse, l’avrebbe avuta da subito senza avere in mezzo alle balle il compagno che come sempre si è dimostrato fermo.

    ma lo sai che il compagno fermo prima dell’ingresso della safety car era 5-6 sec avanti a nando? cosa mi rispondi a proposito?

  • è normale copiare, quando eravamo noi ad andare forti copiavano da noi…l’importante è capire il funzionamento

    • STe_f4n0
      è normale copiare, quando eravamo noi ad andare forti copiavano da noi…l’importante è capire il funzionamento

      Concordo, da questo punto di vista la Ferrari per adesso non puo’ fare altro che provare le soluzioni degli altri che hanno lavorato verso altre strade e che hanno gia’ affinato molte parti.
      Bene noi stiamo iniziando in questa nuova strada, questo non significa pero’ che l’alettone che abbiamo visto sara uguale nel 2012, magari anche i nostri tecnici introdurranno cose ceh altri non hanno ma devi dare tempo al tempo.

  • se quello che riusciamo a fare è scopiazzare le soluzioni degli altri prevedo tempi bui…ma spero di sbagliarmi…sono stufo di vedere alonso arrancare dietro le lattine, merita una macchina superiore!!

  • Esc4pe85
    sarà,ma sono sicuro che le lattine, specialmente vettel, viaggino a tratti col freno a mano tirato;secondo me il vero potenziale della ferrari è quello che si vede in qualifica,cioè, più o meno un secondo dalle lattine, che su alcune piste si riduce intorno al 1/2 secondo…e poi che la ferrari stia provando soluzioni per il prossimo anno è scontato come il fatto che abbia fermato lo sviluppo della f150, ma anche gli altri stanno facendo lo stesso…

    Quello che posso dirti con certezza è che in qualifica il grande vantaggio che hanno è dato dall’utilizzo dell’ala mobile in maniera massiccia rispetto agli avversari e nel mandare in temperatura le gomme subito con i pro e contro. Pur avendo una vettura superiore anche loro usurano le gomme per trarre il massimo di prestazione. E’ questo il punto cruciale, la Ferrari ha sempre portato avanti un altra filosofia che prevede un carico medio e un usura minore, ma questo compromesso non ha dato mai risultati incoraggianti dal 2009 in poi sia con le bridgestone che con le pirelli.

    Questa strategia non funziona !
    ed ecco che l’alettone di carico medio è diventato simile a quello red-bull…

  • Mi piacerebbe tanto conoscere l’opinione di Franck riguardo alla nuova ala sperimentata dalla Ferrari

  • sarà,ma sono sicuro che le lattine, specialmente vettel, viaggino a tratti col freno a mano tirato;secondo me il vero potenziale della ferrari è quello che si vede in qualifica,cioè, più o meno un secondo dalle lattine, che su alcune piste si riduce intorno al 1/2 secondo…e poi che la ferrari stia provando soluzioni per il prossimo anno è scontato come il fatto che abbia fermato lo sviluppo della f150, ma anche gli altri stanno facendo lo stesso…

  • Se come dite voi (che ritengo più esperti di me) la Ferrari è davvero riuscita ad arrivare con l’aereodinamica laddove le lattine sono arrivate con gli scarichi soffiati (intorno ai quali, lo ha ammesso Newey, è stata progettata la vettura) allora il lavoro sta dando i suoi frutti, e che frutti!! Queste gare, come dicono altri, sono semplicemente dei test per cui prendiamo con le pinze risultati, dichiarazioni e tempi. Passare da una filosofia progettuale ad un altra non credo sia facile, ci si è provato da Monaco in poi, ma partire da una cariola e volerci costruire una macchina vincente è impossibile. A mio parere stanno sistemando i vari reparti uno per volta (vedasi le partenze e vedasi le strategie che per 2 gare consecutive sono SENSATE e funzionano). Ovviamente le cose da cambiare erano diverse, quindi ci vuole tempo.
    P.S. : era orrendo sentire dei camera car gli scarichi in rilascio, sembrava di sentire di nuovo il traction control :(

  • gabriele72

    Esc4pe85
    forse io vedo sempre delle gare diverse,secondo voi la ferrari andava come la red bull nel tratto misto? ma vi siete accorti che vettel ha fatto 1.39.6 all’ultimo giro?!cioè 1 secondo più veloce del giro di alonso! in gara vettel è andato a passeggio, se non ci fosse stata la safety car, parecchi sarebbero finiti doppiati….ahinoi!!
    ed ancora a criticare Costa, come se dopo il suo licenziamento avessimo fatto sfracelli, se l’anno prossimo non ci mette lo zampino rory, ci prenderemo altre mazzate… anche io sono tifoso della Ferrari, ma a differenza di alcuni di voi, non ho le fette di prosciutto sugli occhi….vedasi il commento di Alonso sulla nuova ala!!

    di sicuro alonso poteva giocarsela con le mclaren e con la red bull di webber…

    Non hai capito una cosa, alla Ferrari non frega piu’ niente di raggiungere la Red-bull.
    La FErrari sta facendo dei test per il prossimo anno.
    E’ inutile dire che la Red-bull sia la piu’ forte, questo lo sappiamo tutti.
    E’ anche fuori luogo giudicare una soluzione sperimentale come una modifica giunta in ritardo.
    Stiamo preparando la macchina del 2012, me ne frego dei risultati in pista ora mail 2011 è chiuso.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!