Korea, la McLaren c’è! Torna uno splendido Hamilton

16 ottobre 2011 13:21 Scritto da: Diego Mandolfo

Se la Red Bull continua ad ammazzare tutto l’ammazzabile, la McLaren pensa a ravvivare questo finale di Campionato 2011. Qui in Korea Vettel vince ancora, mai sazio, e insieme al terzo posto di Webber regala il titolo Costruttori al proprio team. Scena vista troppe volte: Sebastian raggiante sul gradino più alto del podio, Mark nero su quello più basso ed un redivivo Lewis Hamilton in seconda posizione. Quarto Jenson Button, che consolida il suo secondo posto in Classifica generale.

I tori volanti continuano a volare alto, e questa non è una novità. La McLaren ha dimostrato di essere la seconda forza e l’unico team in grado di competere con i missili di Milton Keynes, e anche questa non è una novità. La buona nuova, soprattutto dalle parti di Woking, è il ritorno di Lewis Hamilton. L’anglo-caraibico sembra essersi lasciato alle spalle il recente periodo buio, corrisposto però ad una fase di grande spolvero per il compagno di squadra, Button. Al Gp di Korea Lewis ha ritrovato la Pole position e il sorriso, oltre che più fiducia in sè stesso. La gara si può dividere in due grandi fasi. Prima e dopo la safety car. Lewis parte in pole, ma Vettel lo sopravanza quasi subito e presto si capisce che il passo del Campione del Mondo è, ancora una volta, di un altro pianeta. Poi il crash tra Shumacher e Petrov, la safety car e la seconda fase della gara.

Inizia una Gp nel Gp, inizia un duello infinito fra Hamilton e Webber Spettacolo puro. L’inglese si difende e contrattacca ogni volta che l’australiano prepara o porta a termine i sorpassi su di lui. Ogni attacco rintuzzato, ogni curva buona per sfruttare la migliore trazione: Lewis è in stato di grazia. Al muretto Mclaren temono per la durata delle gomme. Hamilton le strapazza, ma stavolta, finalmente, corre con più testa. Attacca dove può, aspetta dove gli conviene, affonda dove deve. Una gara gagliarda ma anche accorta. Risultato: secondo posto, il massimo che si potesse raccogliere qui a Yeongam per Hamilton.

Il confronto si è giocato, come sempre, anche sulla strategia delle gomme. Al 20° giro, dopo la safety car, le due McLaren giravano ancora su Supersoft. Come loro il solo Vettel tra i piloti di testa. Ma il vantaggio dei due alfieri inglesi non si è mai concretizzato in una migliore prestazione rispetto a Webber, già passato alle Soft. Al 41° giro Vettel è ormai una vita avanti, oltre 10 secondi di vantaggio su Hamilton.Tutti su Soft. Al 44° giro Button e Alonso si avvicinano a Hamilton e Webber. Si creerà un quartetto in lotta per il secondo, terzo e quarto posto. Le prestazioni dei quattro sembrano molto simili, ma a dare spettacolo, come detto, sono soprattutto Lewis e Mark. Acuto al 49°, quando Webber finalmente passa l’inglese, approfittando del doppiaggio di Jarno Trulli. Ma Lewis risponde subito e si riprende, portandolo fino alla bandiera a scacchi, il secondo posto.

Hamilton si è detto molto felice del risultato, tenendo a sottolineare: “Non ho mai messo in discussione la fiducia in me stesso, in quest’ultimo periodo. Ho avuto sostegno da parte del team. Adesso devo stare lontano dai guai, dai problemi, dall’ufficio degli steward e proseguire a testa bassa in cerca di risultati migliori. Sono soddisfatto della mia gara, non è stata facile. Ho avuto continui problemi di sottosterzo, ma è stato un buon weekend per me, rispetto a quelli che ho avuto nel mio recente passato, quindi sono felice“.

 

12 Commenti

  • tatanka2003

    ForzaFerrariGo
    Un doveroso “bravo” ad Hamilton che con la sua caparbietà ha dato un bello spettacolo in pista, altrimenti sarebbe stata una gara noiosissima.
    Oltre che a tenere dietro Webber (pilota dalle discutibili qualità di guida ma con un veicolo supersonico) è stato bravo a saper gestire le gomme per tutta la gara. Addirittura, quando al primo pit ha montato le super soft ho esultato (da buon ferrarista sfegatato) perchè credevo che con quelle gomme non sarebbe rimasto nelle prime posizioni finendo, a fine gara, dietro ad Alonso. Mi sono ricreduto e, anche se sono un ferrarista sfegatato, devo dire che ha fatto un’ottima gara anche se il circuito, privo di avvallamenti, lo ha avvantaggiato (predilige sempre una macchina con assetti rigidissimi).

    Veramente gara stupenda del Caraibico, benché non mi sia simpatico ha corso alla grande (bè anche Alonso…), comunque continuo a dire che c’è qualcosa che non va nella R&B, come fa a gomme fredde, alla partenza a dare subito 1 sec. al giro a tutti? Cosa che non è accaduta alla ripartenza dietro la SC… C’è qualcosa sotto, senza questo vantaggio ai primi 2 giri Hamilton avrebbe potuto aprire l’ala ed invece non ne ha avuto possibilità, già al terzo giro il distacco era troppo alto… Non voglio gettare altra benzina sul fuoco ma sta’ macchina è sicuramente irregolare…

    non voglio aprire una polemica sulla irregolarità della redbull, però voglio denunciare la nostra inferiorità all’ennesimo pronti-via, in cui perdiamo posizioni su posizioni senza una spiegazione. anche domenica dopo la partenza vettel ha avuto vita facile contro lewis…le redbull si vedeva benissimo come riuscivano ad aprire il gas molto prima degli altri, e sorpassare in queste condizioni nn è poi cosi difficile…
    abbiamo risistemato la partenza, ma ora nn riusciamo a scaldare abbastanza le gomme….sembra di avere una coperta corta…se la tiri da una parte ne scopri un altra, veramente irritante :-(

  • tatanka2003

    ForzaFerrariGo
    Un doveroso “bravo” ad Hamilton che con la sua caparbietà ha dato un bello spettacolo in pista, altrimenti sarebbe stata una gara noiosissima.
    Oltre che a tenere dietro Webber (pilota dalle discutibili qualità di guida ma con un veicolo supersonico) è stato bravo a saper gestire le gomme per tutta la gara. Addirittura, quando al primo pit ha montato le super soft ho esultato (da buon ferrarista sfegatato) perchè credevo che con quelle gomme non sarebbe rimasto nelle prime posizioni finendo, a fine gara, dietro ad Alonso. Mi sono ricreduto e, anche se sono un ferrarista sfegatato, devo dire che ha fatto un’ottima gara anche se il circuito, privo di avvallamenti, lo ha avvantaggiato (predilige sempre una macchina con assetti rigidissimi).

    Veramente gara stupenda del Caraibico, benché non mi sia simpatico ha corso alla grande (bè anche Alonso…), comunque continuo a dire che c’è qualcosa che non va nella R&B, come fa a gomme fredde, alla partenza a dare subito 1 sec. al giro a tutti? Cosa che non è accaduta alla ripartenza dietro la SC… C’è qualcosa sotto, senza questo vantaggio ai primi 2 giri Hamilton avrebbe potuto aprire l’ala ed invece non ne ha avuto possibilità, già al terzo giro il distacco era troppo alto… Non voglio gettare altra benzina sul fuoco ma sta’ macchina è sicuramente irregolare…

  • hamilton bravissimo in qualifica e granitico in gara, edesso deve continuare a correre con la stessa concentrazione, a volte sembra che che vada fuori di testa

  • Incredibile quello che ha fatto hamilton per tenere dietro webber!!! Fantastico, quanto lo odio per questo XD

  • Un doveroso “bravo” ad Hamilton che con la sua caparbietà ha dato un bello spettacolo in pista, altrimenti sarebbe stata una gara noiosissima.
    Oltre che a tenere dietro Webber (pilota dalle discutibili qualità di guida ma con un veicolo supersonico) è stato bravo a saper gestire le gomme per tutta la gara. Addirittura, quando al primo pit ha montato le super soft ho esultato (da buon ferrarista sfegatato) perchè credevo che con quelle gomme non sarebbe rimasto nelle prime posizioni finendo, a fine gara, dietro ad Alonso. Mi sono ricreduto e, anche se sono un ferrarista sfegatato, devo dire che ha fatto un’ottima gara anche se il circuito, privo di avvallamenti, lo ha avvantaggiato (predilige sempre una macchina con assetti rigidissimi).

  • vai che ha messo giudizio!!

  • Ieri abbiamo fatto furore, oggi abbiamo corso in sordina…La Ferrari era oggettivamente più veloce sul passo gara, e se oggi abbiamo ottenuto buoni punti lo dobbiamo sopratutto ai nostri due campioni(Lewis da paura sia ieri che oggi)…Comunque è un buon risultato, però bisogna concentrare gli sforzi sulla gara, perchè partire davanti è bello ma l’importante è finire davanti…

  • Mauro
    mm….whitmarsh ha detto che durante la corsa entrambe le vetture han perso circa 10 punti di downforce….cosa potrebbe essere successo??

    per me è l’assetto.
    venerdì non fa testo vista la pioggia,sabato hanno girato prevalentemente in funzione qualifica.
    oggi in gara con serbatoio pieno e asfalto cambiato(temperatura più bassa e qualche goccia di pioggia)sono andati in difficoltà,soprattutto hamilton che sin dalle prime battute non riusciva a fare l’ultima curva come gli altri e perdeva tantissimo;all’inizio non ha potuto restare in scia di vettel,mentre più tardi era lì che perdeva molto da webber.
    un assetto non ottimo ovviamente fa consumare anche di più le gomme,cosa preoccupante che ha portato il muretto a chiedere a lewis di andare più piano dopo l’ultimo pit.quando hanno avuto la certezza che le gomme sarebbero durate fino in fondo(a 4 giri dal termine)hanno detto a lewis che poteva tornare a spingere e non ha più sofferto webber facendo anche il giro veloce.
    aggiungo che viceversa la redbull ha lavorato meglio per la gara e oggi solo un grande hamilton ha impedito la doppietta,perchè anche webber era veloce quasi quanto vettel.

    un po’ dispiace perchè manca la vittoria a lewis,ma oggi l’abbiamo ritrovato ed è la cosa più importante per la mclaren,anche più di una singola vittoria.
    ora però mi aspetto che lewis continui così.

  • mm….whitmarsh ha detto che durante la corsa entrambe le vetture han perso circa 10 punti di downforce….cosa potrebbe essere successo??

  • Bravo Lewis,bravo.. Testa bassa e pedalare.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!