Nuove limitazioni sulle mappature motore dal 2012

21 ottobre 2011 20:13 Scritto da: Davide Reinato

La FIA ha inviato una direttiva ai team di Formula 1 con le indicazioni delle nuove limitazioni sulle mappature del motore che entreranno in vigore per il campionato mondiale 2012. La decisione di intraprendere la linea dura è arrivata dopo che i tecnici di spicco del circus avevano espresso preoccupazione riguardo le zone grigie del regolamento tecnico proprio riguardo la zona degli scarichi.

Mark Gillan, chief operation engineer per il team Williams F1, in Corea ha ammesso che molti dei team hanno provato delle nuove regolazioni degli scarichi in vista del prossimo anno. Ross Brawn si è detto preoccupato che, nonostante la messa al bando degli scarichi come ausilio aerodinamico, qualche furbo ingegnere era già all’opera per sfruttare ugualmente il potere dei gas roventi per creare più carico al posteriore.

La FIA ha dunque voluto mettere le mani avanti, annunciando nuove limitazioni alle mappature del motore. I software della centralina unica (ECU) dovrebbero  evitare che qualcuno riesca ad aggirare le regole sui soffiaggi. Inoltre, è stato ricordato a tutti che prima del GP di Gran Bretagna la FIA si era già espressa su tali dispositivi, confermando che rappresentavano una violazione dell’articolo 3.15 del regolamento tecnico.

La cosa certa è che di soffiaggi ed aerodinamica, ne sentiremo parlare molto anche il prossimo anno.

9 Commenti

  • lp741
    non capisco bene una cosa … al di la di associare aria soffiata da degli scarichi a dei dispositivi aerodinamici e’ un po curioso, casomai ne incrementano l efficienza ma se i flussi non sono supportati dalla qualita del profilo la sola aria calda non seve ad un bel niente …

    Da quanto ho capito, ma è una mia interpretazione, la cosa funziona così: l’assetto rake della Red Bull consiste nell’alzare il retrotreno, facendo espandere l’aria lungo tutto il fondo anziché solo nel diffusore, incrementando notevolmente il carico areodinamico. Questo però può funzionare soltanto se si riesce a mantenere sigillato il fondo della vettura. Attualmente, in assenza di minigonne, questo effetto sigillante è ottenuto tagliando a spigolo i bordi inferiori della vettura, generando una turbolenza che sigilla il fondo. L’efficacia di questa soluzione è però limitata e non funzionerebbe nel caso il fondo fosse troppo lontano da terra. Gli scarichi soffiati, secondo questa mia personale interpretazione, vanno a far sigillare bene anche il retrotreno, per cui la Red Bull può permettersi un assetto molto rake.

  • ZioTure
    In realtà’ la cosa veramente orrenda rimamene il congelamento dei motori che ricordo ha costretto tutti i costruttori ad adattare i propri motori in pochi mesi prima del congelamento e sicuramente i motori mercedes e Ferrari sono quelli che hanno perso tantissimo.

    Straquoto! Non capisco perché la F1 possa essere tutto aerodinamica e niente motori! E pensare che avere uno sviluppo libero dei motori, insieme all’integrazione con il Kers, porterebbe enormi frutti al mondo dell’auto, che sta cercando nuove soluzioni motoristiche!

  • scusate, ma gli scarichi il prossimo anno non devono essere sopra il cofano motore a periscopio???, se cosi è come fanno a usarli per estrarre l’aria dal diffusore????, oppure hanno cambiato ancora idea??

    • Carlo65
      scusate, ma gli scarichi il prossimo anno non devono essere sopra il cofano motore a periscopio???, se cosi è come fanno a usarli per estrarre l’aria dal diffusore????, oppure hanno cambiato ancora idea??

      no carlo nn hanno cambiato idea al momento…. evidentemente qualcuno aveva trovato il modo di convogliare aria calda nel diffusore anche con gli scarichi a periscopio… cosa che in mercedes nn sono riusciti a fare altrimenti sene sarebbero guardati dal lamentarsi !!!

  • lp741
    non capisco bene una cosa … al di la di associare aria soffiata da degli scarichi a dei dispositivi aerodinamici e’ un po curioso, casomai ne incrementano l efficienza ma se i flussi non sono supportati dalla qualita del profilo la sola aria calda non seve ad un bel niente … poi basterebbe limitare il consumo di carburante dalla centralina e certi stratagemmi perderebbero parte del loro vantaggio … poi e’ l’uovo di colombo visto che migliora il carico non sporca piu di tanto l aerodinamica a chi segue e non ha parti mobili pericolose …. lasciamo l estro a gli ingegneri …. e liberaliziamo sti motori in modo da iniziare a prova un poo di soluzioni per i nuovi v6 ….

    Come ha detto Brawn il rischio di eludere il regolamento c’e’, da quello che ho letto la FIA limiterà l’uso degli scarichi che dovranno soffiare in un punto particolare. Ma basterebbe recuperare con qualche foro l’aria e reindirizzarla verso qualche parte aerodinamica per avere un effetto simile. Con il nuovo regolamento invece non si puo’ piu’ creare flusso d’aria in rilascio, almeno si spera.
    Comunque sono d’accordo basterebbe ” Scongelare ” questi motori per rendere giustizia e far emergere le migliori idee. In questo momento la Red-bull sfrutta il vantaggio del motore renault e della sua speciale mappatura che ha permesso anche alla lotus renault di lavorare ad una soluzione aerodinamica spinta.

  • non capisco bene una cosa … al di la di associare aria soffiata da degli scarichi a dei dispositivi aerodinamici e’ un po curioso, casomai ne incrementano l efficienza ma se i flussi non sono supportati dalla qualita del profilo la sola aria calda non seve ad un bel niente … poi basterebbe limitare il consumo di carburante dalla centralina e certi stratagemmi perderebbero parte del loro vantaggio … poi e’ l’uovo di colombo visto che migliora il carico non sporca piu di tanto l aerodinamica a chi segue e non ha parti mobili pericolose …. lasciamo l estro a gli ingegneri …. e liberaliziamo sti motori in modo da iniziare a prova un poo di soluzioni per i nuovi v6 ….

  • Bella mossa, in realtà uno dei grandi vantaggi che aveva la Red-bull sono i consumi bassi che permettono di utilizzare gli scarichi in rilascio grazie ad una speciale mappatura del motore.
    Ma senza strane mappature al massimo si potranno usare gli scarichi solo in accelerazione e questo elemento renderà l’uso degli scarichi soffiati meno importante anzi potrebbe creare problemi di bilanciamento. Da quello che ho letto per fare funzionare questi scarichi bisogna avere un flusso dell’aria costante, ma senza l’utilizzo degli scarichi in rilascio il flusso diventerà discontinuo con comportamenti della vettura imprevedibili per mancanza di carico improvvisa. Resta il fatto pero’ che il motore renault è in assoluto il motore che consuma meno e la potenza inferiore rispetto agli altri motori non è un fattore importante visto che tutti i motori sono limitati, quindi Newey potrebbe abbandonare definitivamente gli scarichi soffiati e concentrarsi su altri fattori come un serbatoio piu’ piccolo cercando di bilanciare meglio i pesi. In realtà’ la cosa veramente orrenda rimamene il congelamento dei motori che ricordo ha costretto tutti i costruttori ad adattare i propri motori in pochi mesi prima del congelamento e sicuramente i motori mercedes e Ferrari sono quelli che hanno perso tantissimo.

  • Alexandro HAMALORAI

    Ormai la stessa FIA non sa più cosa sia legale e cosa no!

    Quello che si è capito quest’anno è che si è valutato irregolare lo scarico soffiato, ma poi lo si è lasciato libero di utilizzare.

    è già qualche anno che saltano fuori soluzioni “innovative” e vengono liberalizzate nel campionato in corso, mentre poi vengono bandite l’anno dopo.Ridicolo!!!

    2009 doppio diffusore Brawn, bandito per il 2010
    2010 blowhole Mclaren, bandito per il 2011
    2011 scarichi soffiati RedBull, banditi per il 2012

    Avanti la prossima novità!!!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!