Williams conferma le trattative con Raikkonen

2 novembre 2011 15:10 Scritto da: Davide Reinato

Ne parliamo già da qualche settimana, sfidando anche i primi timidi tentativi di smentati da parte dei diretti interessati. La fuga di notizie è stata lenta, ma non si è mai fermata, andando dunque ad alimentare i sogni di chi voleva il finlandese nuovamente in Formula 1.

Durante il weekend indiano, Adam Parr ha confermato indirettamente le trattative con Kimi Raikkonen, dato che è ormai nota la volontà della Williams di schierarlo nel 2012 a fianco di Maldonado: “Nonostante una decisione non sia ancora stata presa, da quello che possiamo vedere, Raikkonen è veramente intenzionato a tornare. In linea generale, possiamo dire che che avere un campione del mondo in squadra motiverebbe chiunque”.

La Williams sta lavorando moltissimo per mettere in piedi una squadra dal grosso potenziale per il prossimo anno. Innanzi tutto, potrà contare sull’accordo con Renault Sport per quanto riguarda la motorizzazione. A questo si aggiunge anche l’arrivo di Mike Coughlan come direttore tecnico e di nuovi membri nel consiglio d’amministrazione, in particolare Nick Rose e Louise Evans. Parr sottolinea: “Grazie a loro abbiamo un ottimo bilanciamento tra direttori esecutivi e non, al fine di garantire agli azioni alti standard di rendimento”.

Il richiamo mediatico di Raikkonen avrà come naturale conseguenza il ritorno pubblicitario degli sponsor. Così, con molta probabilità già ad Abu Dhabi, ci si aspetta l’annuncio di sponsorizzazione della Qatar National Bank. E’ proprio grazie a quei dollaroni che il trentaduenne finnico potrà tornare in Formula 1 con un compenso che non avrà nulla da invidiare agli altri top driver.

Il ritorno del finlandese in Formula 1 è sempre più possibile. Per la prima volta, dopo due anni, una squadra ammette di avere l’intenzione di riportare Kimi nel circus. Nel 2012 potremmo avere qualcosa come sei campioni del mondo sullo schieramento di partenza.

33 Commenti

  • ronny
    john la penso esattamente come te..ma penso che ogni pilota sia in grado di indicare i problemi della vettura e anche raikkonen….!!!!!

    si anche io credo che ogni pilota sappia/ debba saper dire cosa nn va nella macchina …poi ovvio ci sono quelli piu sensibili e quelli meno ….pero raikonen nn ha la fama d essere molto abile in questo lui è uno che odio le riunioni tecniche le comparazioni tra diverse soluzioni tecniche mentre invece i alonso, button schumacher e forse vettel ci sguazzano in queste cose !!!

  • john la penso esattamente come te..ma penso che ogni pilota sia in grado di indicare i problemi della vettura e anche raikkonen….!!!!!

    • Giusto….e kimy non è meno degli altri…….kimy e uno di quei piloti che mi manca….mi dispiace che la ferrari lo abbia cacciato prima,ma di sicuro a sbagliato moltissimo…perchè massa non si e dimostrato all’altezza di alonso…invece kimy di sicuro avrebbe fatto meglio!!!

  • Alexandro HAMALORAI

    Oh grazie F150!! Finalmente qualcuno che ha capito cosa intendevo dire.

  • Scusate ma non sono d’accordo.Il ruolo del pilota-collaudatore è sempre meno rilevante,è vero,ma non per questo conta poco.Ho letto interventi del genere “Allora perchè il team “x” è poco competitivo!”?
    Semplicemente perchè il pilota fornisce le sue indicazioni,le sue preferenze,ma i miracoli non si fanno da nessuna parte,specie in F1.La Williams è progettata male strutturalmente e di fatto uno come Barrichello,può fare poco.Prendiamo proprio la Williams del 2010:il ampio margine di sviluppo,una vettura che comunque partiva con delle basi accettabili,sviluppata ha saputo dare i suoi frutti con degli ottimi risultati nella seconda metà di stagione.La vettura la “fanno” gli ingegneri,ma il pilota ha ancora un pò di voce in capitolo.Inoltre il team di Grove dispone di pochi fondi.Ecco perchè una vettura buona,con il supporto del pilota giusto,guadagna quel vantaggio di cui ha bisogno,nel senso che le sensazioni hanno grossa importanza nelle regolazioni,nello scartare nuovi elementi.Vi ricordo che ogni pilota ha uno stile di guida,Button preferisce una vettura sempre un pò più carica dal punto di vista aerodinamico,quindi li team lavora in quest’ottica,non in quella opposta.Non interpretiamo il pilota come l’ingegnere,ma quello che da l’indirizzo corretto e che aggiusta le imperfezioni.

  • ronny
    allora la ferrari va male perche alonso non sa dare indicazioni sullo sviluppo ??

    …. un pilota ti puo dire sento che è scivola dietro, manca di carico alla anteriore secondo me il telaio flette ecc…. certo nn si mette a disegnare un ala o fondo nuovo questo puo fare un buon sviluppatore sta ai tecnici poi trovare la soluzione al problema !!!

  • il motore renault da solo darà ben poco alla williams..considerate che la lotus di trulli e kovalayen hanno il motore renault,eppure la macchina è quella che è…

  • sfatiamo tutto, ma un mediocre novellino e uno che non corre da tre anni uniti alla impossibilità di test privati, non giocano proprio a favore di williams

    vedi renault 2011, partita bene poi zero sviluppo e risultati deludenti, così come sauber, williams

    vedi invece mclaren , ferrari, mercedes e anche toro rosso che durante l’anno hanno migliorato; certo non è merito solo dei piloti, ma io credo che button, schumy, alonso, buemi qualcosa abbiano parlato con gli ingegneri.

    certo se una macchina nasce sbagliata, non c’è nulla da fare.

  • credo anche io che il ruolo del collaudatore sia sempre meno rilevante,ormai da un lato c’è la prevalenza degli ingegneri e dell’elettronica,dall’altro i riscontri si hanno con i simulatori e le gallerie del vento(quando si possono usare).
    certo,avere un pilota sensibile come può essere alonso,schumi o rossi aiuta ma non fa più la differenza di un tempo.

    tornando a kimi:sarei entusiasta di vederlo in formula1,sono da sempre un suo tifoso,e tornerei a tifare due piloti contemporaneamente,cioè lewis e kimi.

    però se torna dovrebbe farlo per ambire alla vittoria,vederlo lottare per la dodicesima posizione non è una cosa che mi convince del tutto.
    i problemi della williams non sono dovuti sol oal motore,il renault aiuterà ma ce ne vuole prima di avvicinarsi alla ferrari e mclaren(la redbull è irraggiungibile per queste due,figuriamoci per la williams o gli altri)

  • si concordo con ronny sfatiamo il mito del collaudatore che ormai secondo me non ce più

  • Raikkonen su Williams Renault..:D..fantastico!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!