La Fia dice no alla terza macchina

3 novembre 2011 21:45 Scritto da: Antonino Rendina

Ginevra ha detto no: sfuma il sogno di Montezemolo di affidare una terza Ferrari a una scuderia minore dal 2013. Niente terza vettura per i top team, niente wild card di lusso (un nome a caso: Valentino Rossi) niente griglia livellata verso l’alto, come era nelle aspirazioni di Ferrari e McLaren.

La F1, nemmeno tanto a sorpresa decide di ancorarsi alle proprie tradizioni ribadendo quindi il concetto classico di “Costruttore”, senza seguire l’esempio della MotoGp dove poche case compongono la griglia. Per restare in Formula 1 le squadre dovranno costruirsi il proprio telaio, senza poter quindi “noleggiare” altrui vetture. Una vera e propria interpretazione autentica della norma da parte della Fia che così pone fine a un lungo dibattito.

La Fia ha chiarito il concetto di “Costruttore” anche per avvisare McLaren e Force India. Entrambe finite sotto la lente di ingrandimento della Commissione F1 a causa di una collaborazione tecnica ai limiti del regolamento.  Secondo alcuni quasi anticipatoria del concetto di “vettura cliente”.

Un passo forse importante, visto il distacco di team come la Hrt, che la Fia ha deciso che non s’ha da fare. E probabilmente è stato proprio il rapporto tra questi due team a portare la Fia a prendere quanto prima una presa di posizione netta onde evitare simili situazioni in futuro.

Tra l’altro Force India e McLaren dovranno stare attente a non incorrere in sanzioni, qualora fossero confermati gli attuali sospetti.

Se qualcuno si aspettava un’apertura della Federazione sarà rimasto deluso. E’ tramontata definitivamente la possibilità per i top team di schierare tre vetture in griglia dal 2013.

Sarà soltanto il tempo a dire se è stata miopia o sacrosanto rispetto per le tradizioni. Ma la sensazione che possa prevalere la prima ipotesi è forte. Visto che con qualche Ferrari e McLaren in più in pista il livello assoluto non poteva che salire, ma tant’è.

Sono stati approvati invece i cambi di nome per tre scuderie dal 2012. La Renault diventa a tutti gli effetti Lotus. Il Team Lotus sara Caterham, mentre la Virgin correrà con il nome di Marussia Racing.

11 Commenti

  • se virgin hrt etc. non sono all’altezza per competere in f1,iscrivessero i loro team in altre categorie..mi rendo conto che pur di riempire la griglia,si farebbe la qualunque cosa..secondo me ci vorrebbero piu costruttori;la porsche ad esempio,o la stessa bmw…più costruttori,questo dovrebbe essere l’essenza della formula 1

  • karletto
    Il bello è che proprio la motogp sta andando in quel paese per questa scelta. 4 moto che fanno l’andatura poi c’è il buio.. Nella sbk essendoci ben 7 costruttori diversi la sfida è molto più serrata tra i vari team.

    Il problema della MotoGp non è la presenza di 3 costruttori maggiori…La MotoGp sta perdendo molto interesse per un aspetto fondamentale che è l’elettronica la quale rende difficilissimi i sorpassi. Certamente quest’anno Honda e Stoner si sono comportate alla stregua di RedBull e Vettel, però a differenza della F1 la MotoGp non ha proposto gare esaltanti come ad esempio il Gp di Canada e quello di Spa per la F1… Per quanto riguarda i costruttori secondo me riducendo il numero delle squadre a 5-6 team (con 3 macchine per ciascuna scuderia) lo spettacolo aumenterebbe sensibilmente perchè ci sarebbero più piloti con vetture vicine nelle prestazioni…Non capisco sinceramente che apporto possano dare allo spettacolo team come Virgin, HRT, Team Lotus, ma anche Sauber e Williams(di queste ultime stagioni), che ad ogni gara prendono distacchi che vanno da un minimo di 2 secondi ad un massimo di 6-7 secondi a giro rispetto al battistrada.Le prestazioni vanno livellate verso l’alto e non verso il basso…

  • tatanka2003

    MotoreAsincronoTrifase
    Assolutamente in disaccordo. E’ sleale. Sai che vantaggio per il top team che ha una terza vettura “affittata” su cui testare tutte le innovazioni prima di introdurle? Sarei invece favorevole alla vendita del telaio dell’anno prima, un po’ come si faceva coi motori negli anni 90. Per cui la redbull o la mclaren possono vendere ai team minori la macchina dell’anno scorso che comunque e’ incredibilmente piu’ competitiva, diciamo un secondo piu’ lenta invece di 4-5 sec., e tutto a basso costo.

    Quotissimo… L’unica soluzione ragionevole…

  • Il bello è che proprio la motogp sta andando in quel paese per questa scelta. 4 moto che fanno l’andatura poi c’è il buio.. Nella sbk essendoci ben 7 costruttori diversi la sfida è molto più serrata tra i vari team.

  • Era una cosa buona la terza vettura…ci sarebbe stata più competività…ora ci sono tre team che servono solo a fare numero…mah!!!

  • MotoreAsincronoTrifase

    Assolutamente in disaccordo. E’ sleale. Sai che vantaggio per il top team che ha una terza vettura “affittata” su cui testare tutte le innovazioni prima di introdurle? Sarei invece favorevole alla vendita del telaio dell’anno prima, un po’ come si faceva coi motori negli anni 90. Per cui la redbull o la mclaren possono vendere ai team minori la macchina dell’anno scorso che comunque e’ incredibilmente piu’ competitiva, diciamo un secondo piu’ lenta invece di 4-5 sec., e tutto a basso costo.

  • Io sarei stato favorevole all’apertura dei team clienti come avviene in motogp, si parla tanto di crisi, non si sarebbero risparmiati milioni di euro se i top team potessero vendere i propri telai??, il costo principale è lo studio/progettazione e i primi stampi, poi fare 3/4 telai o 15 la spesa sarebbe contenuta, altreo fattore molti team delle serie minori, ad’esempio gp2, avrebbero la possibilità di passare alla massima formula, senza accollarsi spese proibitive per progettazione e produzione di telai propri, oltre al fatto che sarebbero da subito competitivi.

  • Concordo con Iron Mc la FIA non è cambiata di una virgola con Todt, anzi, forse è peggiorata rispetto all’amministrazione Mosley.

  • Per niente d’accordo…Sarei stato d’accordo se il livello di scuderie come HRT, Team Lotus, e Virgin fosse stato almeno pari a quello della Toro Rosso…Io personalmente avrei fatto una griglia con 6 Team e 3 vetture per ciascuna scuderia (McLaren,Ferrari,RedBull,Mercedes, Williams a patto che ritorni competitiva e Renault)…I migliori 18 piloti in circolazione a combattere con vetture competitive…Certo i costi per la realizzazione delle vetture dovrebbero essere ridotti drasticamente, ma questo non sarebbe un problema perchè si potrebbe risparmiare in mille modi (ad esempio riducendo a 14-15 gare il calendario), però sai che spettacolo vedere una gara con Hamilton, Vettel, Alonso, Schumacher, Button, Rosberg, Raikkonen, con vetture di un livello simile su circuiti come SPA, Monza, Montreal…
    Un’utopia finchè ci saranno i vari Ecclestone e Todt a macchiare la nostra passione con i soldi degli sceicchi d’oriente…

  • anch’io sono d’accordo con la fia! non trovo giusto che i top team gesticano una terza vettura seppur in un altra squadra. Sennò c’è il rischio che le prime 10 posizioni vengano monopolizzate da sole 3 scuderie

  • io sono d’accordo con la FIA.il discorso della terza vettura mi sembra,alquanto prematuro per il momento..se volessi vedere delle vetture tutte uguali,mi andrei a vedere la indycar..

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!