Kevin Ceccon alla Toro Rosso nei rookie test di Abu Dhabi

5 novembre 2011 01:23 Scritto da: Davide Reinato

La Scuderia Toro Rosso ha completato la line up dei propri piloti in vista dei rookie test di Abu Dhabi. Al fianco del monegasco Stefano Coletti, ci sarà l’italiano Kevin Ceccon.

Ceccon, 18 anni appena, è uno dei bambini prodigio di questa Formula 1 moderna. Con il suo test di Abu Dhabi, abbatterà il record di età che apparteneva a Sebastian Vettel: il tedesco prese parte al suo primo test a 18 anni, due mesi e venti giorni. Al momento del test ad Abu Dhabi, Kevin avrà 18 anni, un mese e undici giorni.

Se il ragazzo è lì già a quell’età, non è solo frutto di fortuna. Ceccon è campione assoluto e under 21 dell’Auto GP, oltre che uno dei più promettenti piloti visti in GP2. Ora la Scuderia Toro Rosso gli mette a disposizione una grande opportunità: un giorno e mezzo alla guida della STR6, dove avrà il tempo necessario per fare chilometri e iniziare a prendere confidenza con i complessi metodi di lavoro in un team di ottimo livello.

Il pilota bergamasco rappresenta una delle realtà più belle del vivaio di piloti italiani: “E’ incredibile come questo ultimo anno in Auto GP abbia cambiato la mia vita. In poco tempo sono passato dalla F3 a vincere entrambi i titoli in AutoGP, debuttare in GP2 e ora realizzare il sogno di ogni pilota, provare una F1 con un team competitivo come la Scuderia Toro Rosso”, ha ammesso Kevin.

Pieno d’orgoglio è Angelo Sticchi Damiani, Presidente della CSAI : “E’ un momento particolarmente felice per i giovani del vivaio nazionale, un momento in cui c’è una evidente inversione di tendenza con i nostri giovani che, grazie alle iniziative della CSAI o di team importanti, riescono finalmente ad emergere nel campo internazionale”.

Parole di rito, quelle di Sticchi Damiani. Come connazionali, speriamo che il talento di Ceccon venga preso in considerazione anche in futuro. Ma non dimentichiamoci di altri talenti del motorsport come Davide Rigon, già nel programma del Ferrari Driver Academy, o di Davide Valsecchi e Luca Filippi.

Perché, signori, il tempo dei Trulli e Fisichella – con tutto il rispetto – è ormai passato. Il cambio generazionale è nel suo momento di maggior espressione e l’arrivo di Ceccon in ambito F1 ne è l’ennesima riprova. L’Italia del motorsport lo ha capito, ora sotto a chi tocca…

6 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!