Abu Dhabi: la Ferrari torna sul luogo del delitto…

7 novembre 2011 18:22 Scritto da: Antonino Rendina

Abu Dhabi, Yas Marina. Sede del futuristico e inguardabile circuito dove la Ferrari un anno fa ha gettato alle ortiche il mondiale del profeta Alonso.

Stupendo l’ottovolante griffato Maranello, mediatico l’imponente e illuminatissimo Hotel che si affaccia sul tracciato. Da buttare quella pista artificiosa, artificiale, banale.

Eppure un anno fa sembrava tutto perfetto, la Ferrari arriva negli Emirati Arabi in testa al campionato Piloti dopo una remuntada in pieno stile Rosso. Macinando punti su punti con una concretezza di altri tempi. Con Fernando che nelle ultime gare alterna vittorie e podi mentre i due della Red Bull fanno a gara a togliersi i punti.

I bibitari nell’immaginario collettivo sono i polli da spennare, i parvenu che non sanno vincere “di squadra”, condannati quindi a perdere meritatamente il campionato per favorire ostinatamente il pupillo di casa. Quel giovanotto “raccomandato” che un anno dopo fa la parte del Messi dei motori, ma questa è un’altra storia.

La Ferrari del 2010, a differenza degli avversari, è la squadra unita intorno al suo prode condottiero, sotto le insegne della ricca Santander. Maranello insegue un nuovo sogno. Nuovo main sponsor, nuovo campionssimo al volante, nuovo corso, insomma nuovi trionfi.

La seconda fila di sabato è festeggiata come una vittoria. Matador è un passo dall’iride. Gli basta pochissimo. Arrivare terzo dietro le Red Bull o anche quarto se fosse Vettel a vincere. Un gioco da ragazzi essendo la F10 in gara a livello delle lattine, ben più forte di una allora desaparecida McLaren.

Un mondiale vinto in anticipo e mai conquistato, potrebbe riassumersi così il fine settimana maledetto della Ferrari ad Abu Dhabi. Sappiamo tutti come sono andate le cose. Inutile ricordare la folle marcatura a uomo sull’attaccante sbagliato. Trappola, ingenuità, leggerezza? Boh. Sicuramente un errore, di quelli destinati ad entrare negli annali e forse a cambiare il corso degli eventi.

Perchè la nuovissima e brillante Ferrari targata Domenicali-Alonso-Santander si riscopre improvvisamente fragile e orfana di quella Raikkoniana. Priva di quelle “vittorie facili” che sembravano scontate all’inizio. Nessun nuovo ciclo vincente. Tutt’altro. La buona stagione disputata viene spazzata via dalle feroci critiche e da una delusione cocente e tormentata.

Ma se, ma, ma allora…Niente. Soltanto un inseguimento lungo un anno e finito nel peggiore dei modi. Con una eredità povera e mediocre. La sensazione è che nella malinconica mezzaluna orientale di Abu Dhabi la Rossa abbia lasciato una parte di sè, per sempre.

E in questi giorni, probabilmente controvoglia, tutto il team si ritroverà sul luogo del delitto. La dirigenza si siederà al muretto e farà i conti con la propria coscienza. Fernando salirà in macchina e vedrà il fantasma di Petrov davanti, e gli sembrerà un muro invalicabile.

Stringerà il volante e magari avrà gli occhi lucidi, di rabbia. Come forse lo sono ancora quelli di tanti di noi…

26 Commenti

  • F1 - Ferrari

    Pirotab
    A dire il vero gli occhi lucidi io li avevo grazie alle risate a crepapelle che mi sono fatto… hihihihih Guardare le facce da mummia di Monteprezzemolo e Domenicali è stato uno spettacolo indimenticabile!!! Paragonabile a Brasile 2008, la stessa faccia di Massa senior convinto che il figlio avesse vinto il mondiale…. hihihih Da piegarsi in due dalle risate!
    PERDENTI!

    Non meriti grande considerazione.

    In ogni caso noi della Ferrari eravamo lì a battagliare per il successo. Come da nostra tradizione.
    Tu (voi) dove eri? A tifare Red Bull? Peccato…quando avrai un po’ di blasone….potrai avere voce in capitolo. A tifare McLaren? Peccato anche qui….hai dovuto fare lo spettatore non pagante (massimo rispetto per i tifosi delle frecce d’argento, sia chiaro).

    Forza Ferrari.

  • Condivido quasi tutto questo articolo ma non credo proprio che un combattente come Nando vedrà il fantasma di Petrov davanti… non è assolutamente da lui :D:D:D

  • io ricordo solo che quel pomeriggio avrò fatto un miliardo di insulti al muretto Ferrari ed a Petrov!:(
    però adesso bisogna guardare avanti, perché ad oggi di mondiale ne abbiamo perso un altro, peraltro buscandole di brutto…

  • pepizzi

    Pirotab

    Godere delle sconfitte altrui e’ da piccoli “uomini”. Sopratutto delle sconfitte della Ferrari che negli ultimi 15 anni ne ha fatti piangere di avversari indipendentemente da chi tu tifi.
    Se ti accontenti di questo……….. beato te.
    A me basta ricordare quell’immagine di Vettel su podio di Monza 2011 commosso che chiede a Nando cosa vuol dire avere tutto questo……
    A te lascio pure le risate a crepapelle di Abu Dhabi 2010….:-)

    Don’t feed the trolls!
    Ignoralo e vedrai che questo omuncolo sparirà!

  • Pirotab
    A dire il vero gli occhi lucidi io li avevo grazie alle risate a crepapelle che mi sono fatto… hihihihih Guardare le facce da mummia di Monteprezzemolo e Domenicali è stato uno spettacolo indimenticabile!!! Paragonabile a Brasile 2008, la stessa faccia di Massa senior convinto che il figlio avesse vinto il mondiale…. hihihih Da piegarsi in due dalle risate!PERDENTI!

    Godere delle sconfitte altrui e’ da piccoli “uomini”. Sopratutto delle sconfitte della Ferrari che negli ultimi 15 anni ne ha fatti piangere di avversari indipendentemente da chi tu tifi.
    Se ti accontenti di questo……….. beato te.
    A me basta ricordare quell’immagine di Vettel su podio di Monza 2011 commosso che chiede a Nando cosa vuol dire avere tutto questo……
    A te lascio pure le risate a crepapelle di Abu Dhabi 2010….:-)

  • A dire il vero gli occhi lucidi io li avevo grazie alle risate a crepapelle che mi sono fatto… hihihihih Guardare le facce da mummia di Monteprezzemolo e Domenicali è stato uno spettacolo indimenticabile!!! Paragonabile a Brasile 2008, la stessa faccia di Massa senior convinto che il figlio avesse vinto il mondiale…. hihihih Da piegarsi in due dalle risate!
    PERDENTI!

    • F1 - Ferrari

      Non meriti grande considerazione.

      In ogni caso noi della Ferrari eravamo lì a battagliare per il successo. Come da nostra tradizione.
      Tu (voi) dove eri? A tifare Red Bull? Peccato…quando avrai un po’ di blasone….potrai avere voce in capitolo. A tifare McLaren? Peccato anche qui….hai dovuto fare lo spettatore non pagante (massimo rispetto per i tifosi delle frecce d’argento, sia chiaro).

      Forza Ferrari.

  • secondo me domenica(non per fare lo iettattore) faremo una figura peggiore dell’anno scorso

  • Al termine delle qualifiche esclamai “Il mondiale è vinto!”… mi sento un fesso ancora oggi… una delusione forse maggiore del Brasile 2008 (nonostante la “botta” di quei 20 secondi è stata davvero tremenda, imparagonabile…) perchè sembrava tutto apparecchiato e semplice… ed invece è stata veramente una tristezza lunga due ore…

  • Ci riprenderemo, ne sono sicura. Forza Ferrari SEMPRE!

  • Ferrarista Sfegatato

    Articolo bellissimo rispecchia pienamente le mie emozioni riguardo a quella MALEDETTISIMA gara … pochi giorni fa ho scritto che questa gara non ha senso soprattutto qst anno … DOBBIAMO VINCERE E CANCELLARE QUEI MALEDETTI FANTASMI … NON POSSIAMO PERMETTERCI DI PORTARCELI DIETRO ANCHE PER IL 2012 … CHE DOVRA’ ESSERE UN ANNO PERFETTO … ALTRIMENTI IL LAVORO DI ALONSO POTREBBE ESSERE MESSO IN DUBBIO … forza nando vai e sconfiggi anche qst avversario !!!

  • F1 - Ferrari

    Quel GP, per me, è stato un mix di soddisfazione e amarezza.

    Soddisfazione perché, in ogni caso, eravamo lì a giocarcela per il titolo dopo una rimonta straordinaria.
    Amarezza per tutto il resto……per il finale……per un Campionato rovinato nel finale da una strategia di gara suicida.

    Forza Ferrari…sempre e comunque.

  • Che incubo Abu Dhabi 14 novembre 2010, e che rabbia e malinconia leggere quest’articolo

  • mamma mia che tristezza..

  • In effetti, il mondiale l’aveva buttato via la Red Bull, però… potevamo approfittarne come avevamo fatto ai tempi di Alonso-Hamilton in McLaren! e invece… quante ne ho dette quella domenica!!! :)))) E dire che non era difficilissimo, anzi… facile parlare col senno di poi, ma quando Alonso ha seguito Webber ai box, beh, un po’ mi ha stupito!!!

  • che nervi quella gara,un muretto da licenziare in tronco!anche se comunque il mondiale l’ha vinto chi l’ha meritato…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!