La Mercedes è sempre lì: Rosberg 6°, Schumacher 7°

13 novembre 2011 17:03 Scritto da: Andrea Facchinetti

Ennesimo piazzamento alle spalle dei tre top team per le Mercedes. Rosberg e Schumacher hanno concluso il GP di Abu Dhabi rispettivamente in sesta e settima posizione, al termine di una gara che li ha visti protagonisti di un duello ruota ruota nel corso del primo giro. La Mercedes consolida ulteriormente il 4° posto nel campionato Costruttori, mentre Rosberg porta a 7 i punti di vantaggio in classifica sul compagno di team.

Pur partendo dal lato pulito, Rosberg non è riuscito a mettere pressione alle vetture che lo precedevano, anzi: in fondo al rettilineo che precede la curva 7, il tedesco si rende protagonista di un incontro ravvicinato con il compagno Michael. Rosberg mantiene la posizione ed inizia a staccare Schumacher. La sua gara sarebbe stata la solita corsa alle spalle dei pilota di punta se Nico non avesse deciso di posticipare la seconda sosta oltre misura, riportandolo così solo virtualmente in zona podio. Una volta passato alle gomme medie, Rosberg ha ripreso quel 6° posto che ha mantenuto fino al termine della gara.

E’ stata una gara interessante oggi” ha esordito Rosberg davanti ai giornalisti. “Al via non sono riuscito a passare Felipe, non c’era spazio. Michael è stato bravo a passarmi, poi però sono riuscito subito a riprendermi la posizione. Da lì non ho avuto grossi problemi con le gomme, tanto che ho deciso di allungare il secondo stint perchè avevo ancora molto grip pur avendo percorso molti giri con quelle gomme. Devo fare i complimenti agli uomini del cambio gomme, sono stati fantastici come sempre”.

Anche sul circuito di Yas Marina Schumacher si è reso protagonista nelle fasi iniziali, quando ha cercato prima di superare Rosberg, per poi doversi difendere dagli attacchi di Sutil. Il tedesco della Force India lo supera al termine della prima sosta, ma il sette volte iridato riesce a riprendersi il settimo posto dopo la seconda sosta. Rosberg è però ormai troppo lontano per poterlo impensierire: chiude a 23 secondi dal compagno senza riportare la vettura in garage, parcheggiando la sua Mercedes in una via di fuga per una foratura subita negli ultimi giri.

Schumacher non è apparso troppo deluso al termine della gara: “Una gara discreta quella di oggi, alla fine ho portato a casa un pò di punti, considerando anche che ieri non siamo stati in grado di bilanciare la vettura come volevo. Ho perso anche dei piccoli pezzi della vettura e alla fine non sono rientrato ai box per una foratura lenta che avevo subito negli ultimi giri”. Schumacher che poi guarda al futuro: “Abbiamo raccolto informazioni importanti per la prossima gara e stagione”.

La Mercedes non ha sofferto come in altre circostanze l’usura degli pneumatici grazie all’abbassamento della temperatura dell’asfalto. Questo è sicuramente uno dei fattori dove la casa di Stoccarda dovrà lavorare in vista della prossima stagione.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!