La Honda ripensa alla Formula 1 con McLaren?

La Honda potrebbe tornare in Formula 1 nel 2014 come fornitore di motori. E’ quello che riporta Auto Motor und Sport. Il periodico tedesco afferma che il marchio giapponese potrebbe rientrare nel giro dopo esserne uscito nel 2008, questa volta come motorista affianco di un nome storico, ossia la McLaren.

Il periodico tedesco racconta: “Un dirigente della Honda, presente a Suzuka, ha detto che la Honda vuole tornare nel mondo dei Gran Premi con un motore V6 Turbo a partire dal 2014. Manca solamente il via libera del consiglio di amministrazione, atteso con fiducia. Le probabilità che questo accada sono buone. Il rientro dovrebbe concretizzarsi con un partner storico: la McLaren”.

Se l’operazione si concretizzasse, tornerebbe un binomio che ha fatto storia, vincendo tra il 1988 e il 1992 ben tre titoli con Ayrton Senna e uno con Alain Prost.

23 Commenti

  1. ZioTure

    F1-ESC
    Che meraviglia! Quando la forza di un video di questo tipo fa dimenticare il contenuto di tutt’altro genere dell’articolo.
    Mi sono commosso ascoltando quelle parzializzazioni dell’acceleratore.
    Le macchine erano macchine. Da guidare. Non aerei rovesciati.
    Sì, lo so, incomincio a invecchiare. 🙂

    Ho visto dei filmati su youtube sempre del 1992 con il cambio semiautomatico.
    Quindi arrivo’ nella stessa stagione credo sia la ” Vecchia ” mp4/6 quella del video in attesa dell’arrivo della 7 con cambio semiautomatico. Il motore pero’ fu una mezza delusione, infatti il v12 Honda non era ottimo come il vecchio v10. Solo la Ferrari riusciva ad ottenere il massimo con il v12 anche se bisogna dire che non riusci’ mai a vincere il titolo con questo motore ma ci arrivo’ vicino. Peccato perchè quella era la vera F1 fatta di motori e di campioni veri, con un regolamento piu’ libero . Adesso abbiamo delle f1 quasi identiche con dei motori che ronzano non suonano come una volta insomma.

    come fai a dire che i motori di oggi ronzano..dai!bel suono ieri e bel suono anche oggi,secondo me

  2. ZioTure

    F1-ESC
    Che meraviglia! Quando la forza di un video di questo tipo fa dimenticare il contenuto di tutt’altro genere dell’articolo.
    Mi sono commosso ascoltando quelle parzializzazioni dell’acceleratore.
    Le macchine erano macchine. Da guidare. Non aerei rovesciati.
    Sì, lo so, incomincio a invecchiare. 🙂

    Ho visto dei filmati su youtube sempre del 1992 con il cambio semiautomatico.
    Quindi arrivo’ nella stessa stagione credo sia la ” Vecchia ” mp4/6 quella del video in attesa dell’arrivo della 7 con cambio semiautomatico. Il motore pero’ fu una mezza delusione, infatti il v12 Honda non era ottimo come il vecchio v10. Solo la Ferrari riusciva ad ottenere il massimo con il v12 anche se bisogna dire che non riusci’ mai a vincere il titolo con questo motore ma ci arrivo’ vicino. Peccato perchè quella era la vera F1 fatta di motori e di campioni veri, con un regolamento piu’ libero . Adesso abbiamo delle f1 quasi identiche con dei motori che ronzano non suonano come una volta insomma.

    Tra l’altro, quando Schumacher arrivò alla Ferrari e dopo avere provato quella dell’anno passato, dichiarò: «Non riesco a credere che la Ferrari non sia riuscita a vincere con un motore così.»

  3. F1-ESC
    Che meraviglia! Quando la forza di un video di questo tipo fa dimenticare il contenuto di tutt’altro genere dell’articolo.
    Mi sono commosso ascoltando quelle parzializzazioni dell’acceleratore.
    Le macchine erano macchine. Da guidare. Non aerei rovesciati.
    Sì, lo so, incomincio a invecchiare. 🙂

    Ho visto dei filmati su youtube sempre del 1992 con il cambio semiautomatico.
    Quindi arrivo’ nella stessa stagione credo sia la ” Vecchia ” mp4/6 quella del video in attesa dell’arrivo della 7 con cambio semiautomatico. Il motore pero’ fu una mezza delusione, infatti il v12 Honda non era ottimo come il vecchio v10. Solo la Ferrari riusciva ad ottenere il massimo con il v12 anche se bisogna dire che non riusci’ mai a vincere il titolo con questo motore ma ci arrivo’ vicino. Peccato perchè quella era la vera F1 fatta di motori e di campioni veri, con un regolamento piu’ libero . Adesso abbiamo delle f1 quasi identiche con dei motori che ronzano non suonano come una volta insomma.

  4. gabriele72
    considera che le indycar sono tutte motorizzate honda…

    Considera anche che i telai sono Dallara, che con la HRT non è che stia facendo una bella figura. Forse la Honda vuole rilanciarsi, nel mercato auto ma quello che volevo dire che rispetto al passato ha fatto un grosso passo indietro, soprattutto nella tecnologia. Poi negli anni 90 per la Honda era molto importante il mercato europeo visto che i giapponesi sbarcarono in europa in quel periodo. Adesso pero’ c’è una saturazione e una concorrenza anche made in japan tremenda.

  5. gabriele72
    ma la mclaren,non doveva fare un motore tutto suo..?

    Le solite voci, fare il motore non è per niente facile. Si dice che il primo motore Mclaren montato sulla stradale, che fra le altre cose non è costruito dalla MClaren ma da un terzista sotto progetto Mclaren, abbia gia’ problemi di affidabilità’ solo dopo 10 mila km…

    La Honda come motorista non si discute, poi sui motori turbo potrebbero veramente essere validi. Anche se nel mercato delle auto stradali la Honda è in grande crisi e il sistema V-tech ideato proprio dalla Honda è un lontano ricordo, negli ultimi 10 anni la Honda non ha innovato anzi… sembra rimasta ferma forse per l’arrivo dei vetture ibride. Il gruppo FIAT Audi e Peugeot sono diventati quello che era una volta la Honda. Dai motori jtd e oggi mjtd brevetto FIAT ai nuovissimi multair, il gruppo WV con Audi ha introdotto l’iniezione diretta, e i motori peugeot diesel il sistema FAP. Honda invece si è fossilizzata sul sistema V-tec che ora mai montano anche le vetture coreane

  6. carloM
    che spettacolo questi onboard,curve che si fanno con una mano sul volante,in controsterzo in accelerazione,mentre l’altra mano è già sulla leva del cambio.
    bei tempi che non torneranno più 🙁

    Strano, la Ferrari aveva gia’ il cambio semiautomatico da due anni, mi pare che la Mclaren lo ricopio’ nel 92 forse arrivo’ in quella stagione.

    1. Non voglio dire una sciocchezza, ma mi pare che la Mc fu l’ultima ad abbandonare il cambio a H. Quantomeno lo fu per Senna che tenne per almeno un anno quel tipo di cambio.
      Ma si accettano smentite.

  7. Che meraviglia! Quando la forza di un video di questo tipo fa dimenticare il contenuto di tutt’altro genere dell’articolo.
    Mi sono commosso ascoltando quelle parzializzazioni dell’acceleratore.
    Le macchine erano macchine. Da guidare. Non aerei rovesciati.
    Sì, lo so, incomincio a invecchiare. 🙂

  8. che spettacolo questi onboard,curve che si fanno con una mano sul volante,in controsterzo in accelerazione,mentre l’altra mano è già sulla leva del cambio.
    bei tempi che non torneranno più 🙁

Lascia un commento