GP Brasile 2011: i precedenti

23 novembre 2011 08:30 Scritto da: Andrea Facchinetti

La stagione 2011 va in archivio con il GP del Brasile. Nelle ultime 6 stagioni, per ben 5 volte il titolo è stato assegnato ad Interlagos: quest’anno i titoli sono stati già assegnati e la gara dovrà solo ufficializzare chi arriverà alle spalle del Campione del Mondo Sebastian Vettel. La corsa brasiliana fa parte del calendario dal 1973 e da allora il Circus non ha più abbandonato il paese sudamericano. Riviviamo le ultime 5 emozionanti edizioni del GP brasiliano.

2006 – L’edizione 2006 verrà ricordata come l’ultima gara (prima del rientro nel 2010) di M. Schumacher piuttosto che per la vittoria di Massa o il 2° iride (matematico) di Alonso. Solo la matematica consente al ferrarista di sperare di poter centrare l’8° titolo nella sua gara d’addio. Il tedesco, bloccato da problemi tecnici in qualifica e da una foratura nei primi giri, recupera dall’ultima posizione sfoderando una serie di sorpassi strepitosi. La sua incredibile rimonta si conclude al 4° posto. A vincere è dunque Massa, davanti ad Alonso, al quale bastava un solo punto per diventare campione. Sul podio c’è anche Button, mentre Raikkonen chiude 5°. Un incidente tra le Williams al primo giro mette KO Webber e Rosberg.

2007 – In Pole c’è Massa, ma l’attenzione è tutta su Hamilton, Raikkonen e Alonso: i tre si giocano il titolo in una gara, con l’inglese avanti rispettivamente di 7 e 4 punti sul finlandese e sullo spagnolo. Al via Massa chiude Hamilton e Raikkonen ne approfitta. L’inglese ingaggia un duello con il compagno Alonso che lo porterà nella via di fuga. Ma la gara di Hamilton diventa un incubo al 7° passaggio: la sua McLaren rallenta all’improvviso e Lewis sprofonda in ultima posizione per la felicità dei ferraristi che iniziano a credere alla rimonta quasi impossibile. Rimonta che si concretizzerà: Hamilton con grinta prova a imitare lo Schumacher del 2006, ma non va oltre il 7° posto (gli serviva un 5° posto per vincere il titolo). Raikkonen, con la vittoria cedutagli da Massa al 2° pit stop, si laurea campione del mondo al primo anno in rosso. Festeggiano con lui sul podio Massa e Alonso, quasi sollevato dalla vittoria del finlandese piuttosto di vedere il compagno-rivale campione. Nel dopo gara il giallo benzina di BMW e Williams non porta alcun cambiamento alla classifica e Raikkonen può così festeggiare il suo primo titolo.

2008 – E’ ancora il GP del Brasile a dover assegnare il campionato: Hamilton e Massa arrivano a giocarsi l’iride staccati di 7 punti. I colpi di scena iniziano già poco prima del via: un forte scroscio d’acqua fa rimandare la partenza di 10 minuti. Massa e Hamilton al via mantengono le rispettive posizioni di partenza (1° e 5°), ma, quando la pista si asciuga, Hamilton perde posizioni per merito dei piloti che hanno cambiato le gomme precedentemente. Il britannico riesce a riportarsi in 4° posizione, dietro al solitario Massa, a Raikkonen ed Alonso. Hamilton sarebbe quindi campione, ma a 7 giri dal termine la pioggia renderà il finale di gara indimenticabile. Tutti i principali protagonisti vanno ai box a cambiare le gomme, mentre le BMW e le Toyota restano in pista per tentare di guadagnare posizioni. Hamilton rientra in pista al 5° posto: al 4° si è infatti infilato Glock che gira con gomme d’asciutto. A 2 giri dal termine, un leggero errore di Hamilton consente a Vettel di sorpassare Lewis: con l’inglese 6°, sarebbe ora Massa campione del mondo. La gara termina con Massa che vince, con i tifosi e meccanici Ferrari che già esultano per l’impresa compiuta. Ma la vera impresa la compie Lewis Hamilton sorpassando Glock a due curve dall’arrivo laureandosi campione del mondo (fino ad allora il più giovane di sempre). Una beffa atroce per i ferraristi, una vittoria che ancora oggi fa gioire i tifosi McLaren in una gara in ogni caso più unica che rara.

2009 – La Pole di Barrichello con Button 14° accende la torcida brasiliana che crede nell’impresa del loro idolo locale di poter ribaltare la situazione in campionato. Le Red Bull di Webber e Vettel sono 2° e 16°. Al via il brasiliano mantiene la posizione sull’australiano, ma nel primo giro un incidente mette KO Sutil, Trulli e Alonso, facendo attardare anche Raikkonen e Kovalainen. Button, Vettel e Hamilton (partito 17°) così pian piano recuperano posizioni, mentre Webber prende la testa della corsa al primo pit stop. Non ci saranno problemi per l’australiano, che andrà così a vincere davanti a Kubica e Hamilton. Button riesce a chiudere in 5° posizione laureandosi campione del mondo con una gara d’anticipo. Vettel finisce 4°, solo 8° Barrichello, vittima di una foratura mentre difendeva il 3° posto da un attacco di Hamilton. Male le Ferrari: Raikkonen solo 6°, Fisichella 10°. Sorprende in positivo la gara d’esordio di Kobayashi: il giapponese chiude 9° dopo aver lottato a lungo anche con Button.

2010 – Le qualifiche del penultimo appuntamento stagionale regalano una piacevole sorpresa: Hulkenberg con la Williams conquista la Pole Position davanti a Vettel, il quale, insieme a Webber, lo scavalcherà però in partenza. Alonso, che arriva in Brasile con la possibilità di chiudere il discorso iridato, parte 5° e resta imbottigliato dietro Hamilton prima e Hulkenberg poi, pedendo terreno dalle Red Bull che volano via. Un incidente di Liuzzi costringe la SC ad entrare in pista: la vettura di sicurezza non rimescolerà troppo le carte, lasciando di fatto immutate le prime posizioni. Vettel vince così davanti a Webber, Alonso, Hamilton e Button, autore di una strategia differente che però non ha pagato. Solo 15° Massa, protagonista di una gara travagliata. La Red Bull con la doppietta messa a segno diventa Campione del Mondo Costruttori.

ALBO D’ORO

1973 – E. Fittipaldi (Lotus-Ford)
1974 – E. Fittipaldi (McLaren-Ford)
1975 – C. Pace (Brabham-Ford)
1976 – N. Lauda (Ferrari)
1977 – C. Reutemann (Ferrari)
1978 – C. Reutemann (Ferrari)
1979 – J. Laffite (Ligier-Ford)
1980 – R. Arnoux (Renault)
1981 – C. Reutemann (Williams-Ford)
1982 – A. Prost (Renault)
1983 – N. Piquet (Brabham-BMW)
1984 – A. Prost (McLaren-TAG)
1985 – A. Prost (McLaren-TAG)
1986 – N. Piquet (Williams-Honda)
1987 – A. Prost (McLaren-TAG)
1988 – A. Prost (McLaren-Honda)
1989 – N. Mansell (Ferrari)
1990 – A. Prost (Ferrari)
1991 – A. Senna (McLaren-Honda)
1992 – N. Mansell (Williams-Renault)
1993 – A. Senna (McLaren-Ford)
1994 – M. Schumacher (Benetton-Ford)
1995 – M. Schumacher (Benetton-Renault)
1996 – D. Hill (Williams-Renault)
1997 – J. Villeneuve (Williams-Renault)
1998 – M. Hakkinen (McLaren-Mercedes)
1999 – M. Hakkinen (McLaren-Mercedes)
2000 – M. Schumacher (Ferrari)
2001 – D. Coulthard (McLaren-Mercedes)
2002 – M. Schumacher (Ferrari)
2003 – G. Fisichella (Jordan-Ford)
2004 – J. P. Montoya (Williams-BMW)
2005 – J. P. Montoya (McLaren-Mercedes)
2006 – F. Massa (Ferrari)
2007 – K. Raikkonen (Ferrari)
2008 – F. Massa (Ferrari)
2009 – M. Webber (Red Bull-Renault)
2010 – S. Vettel (Red Bull-Renault)

11 Commenti

  • McLarenisti, non mi fate ricordare quegli ultimi terribili 300 metri della gara di Interlagos 2008….!

  • Caribbean Black

    Iron Mc

    carloM
    ricordo il 2008 come se fosse ieri.
    che roba,mi spiace per chi ha perso,perchè non è un modo facile da digerire.
    io ero disperato,lewis non ha fatto una bella gara,veniva dal capolavoro in cina e secondo me gli hanno fatto il lavaggio del cervello dicendogli di non prendere rischi,di correre al risparmio,lui ci ha provato ma non essendo il suo modo di correre ha fatto alcuni errori e non ha corso bene,e poi quando l’ha sorpassato vettel mi sono detto:è finita.
    poi nell’ultimo giro la pista era tropo bagnata,e mi sono ricordato delle toyota e mi chiedevo dove cavolo è glock,non puòfinire la gara senza problemi con le slick.
    e poi eccolo lì,prima della junçao,con lewis che lo passa.
    credo sia stato il mio più bel momento di sempre da tifoso di formula1 :)

    Peccato non averlo visto in diretta. Si è così, io il sorpasso su Glock l’ho visto solo dopo la gara, perchè quando Vettel ha passato Lewis io me ne sono andato via e non ho visto niente, poi quando non ho sentito Mazzoni strillare come una sirena mi è venuto il dubbio che qualcosa potesse essere successo, così sono tornato davanti alla TV ed ecco la grande sorpresa. Spettacolo puro, adrenalina al massimo, non c’è un modo più bello (e più pericoloso per le coronarie) per vincere un mondiale.

    io per quei 3 giri ho pianto cme un bambino, avevo l’angoscia dentro che mi bloccava….mi ricordo che sudavo da pazzi a freddo, poi però la quiete dopo la tempesta, e dopo la qiete un immenso iride sulla mia bocca ha fatto capolino…… 😀 un’emozione unica…..neanche i 2 mondiali di hakkinen mi hanno dato tanto 😀

  • carloM
    ricordo il 2008 come se fosse ieri.
    che roba,mi spiace per chi ha perso,perchè non è un modo facile da digerire.
    io ero disperato,lewis non ha fatto una bella gara,veniva dal capolavoro in cina e secondo me gli hanno fatto il lavaggio del cervello dicendogli di non prendere rischi,di correre al risparmio,lui ci ha provato ma non essendo il suo modo di correre ha fatto alcuni errori e non ha corso bene,e poi quando l’ha sorpassato vettel mi sono detto:è finita.
    poi nell’ultimo giro la pista era tropo bagnata,e mi sono ricordato delle toyota e mi chiedevo dove cavolo è glock,non puòfinire la gara senza problemi con le slick.
    e poi eccolo lì,prima della junçao,con lewis che lo passa.
    credo sia stato il mio più bel momento di sempre da tifoso di formula1 :)

    da tifoso mclaren..

  • carlo m ha ragione sul discorso di schumacher… avrebbe sicuramente vinto. pero c’e da ricordarsi che se schumi avrebbe vinto alonso sarebbe arrivato terzo, quindi CAMPIONE DEL MONDO. e poi fernando non e un tipo che soffre la pressione…

  • David B
    Non credo che l’abbia fatto apposta, ma nel 2006 ricordo che a forare la gomma di Schumacher fu Fisichella. ormai superato. Io credo che senza quel problema Schumacher avrebbe stravinto la gara, poi Alonso avrebbe avuto tutta un’altra pressione.
    Immagino il casino che sarebbe successo. a parti invertite, se Massa avesse forato una gomma ad Alonso, in quella gara. Invece in quel frangente nessuno nemmeno segnalò la cosa.
    Schumacher non è stato un santo, ma l’accanimento nei suoi confronti di molta stampa italiana è stato scandaloso. Ho visto Senna, Jones, Prost fare cose peggiori di lui, per dire…

    capisco il tuo discorso,però alonso non avrebbe sofferto la pressione,perchè alla fine doveva prendere solo un punticino,poteva andare tranquillo e finire la gara.
    schumi fu sfigato a suzuka dove avrebbe vinto,ad interlagos gli è stata tolta la possibilità di vincere la gara ma il titolo l’ha perso in giappone.

    • Sì, forse alla fine è come dici tu…comunque a me rimane sempre il ricordo del compagno di squadra di Alonso che fora una gomma a Schumacher in piena rimonta, e nessuno dice niente. A parti invertite, prova a immaginare la faccia di Briatore, con Alonso in rimonta e Massa che gli fora una gomma. Mi scappa da ridere solo a pensarci…

  • Non credo che l’abbia fatto apposta, ma nel 2006 ricordo che a forare la gomma di Schumacher fu Fisichella. ormai superato. Io credo che senza quel problema Schumacher avrebbe stravinto la gara, poi Alonso avrebbe avuto tutta un’altra pressione.
    Immagino il casino che sarebbe successo. a parti invertite, se Massa avesse forato una gomma ad Alonso, in quella gara. Invece in quel frangente nessuno nemmeno segnalò la cosa.
    Schumacher non è stato un santo, ma l’accanimento nei suoi confronti di molta stampa italiana è stato scandaloso. Ho visto Senna, Jones, Prost fare cose peggiori di lui, per dire…

    • scusa ma….nel 2006 interlagos fu l’ultima gara della stagione…e il titolo alonso lo vinse alla gara prima. non capisco che “casino” avrebbe dovuto fare la stampa per il contatto di fisichella, e che pressione avrebbe dovuto avere addosso alonso…

      • aaa nono hai ragione, con una vittoria di shumi e il ritiro di alonso, la ferrari avrebbe vinto il mondiale…ok, niente, scusa ^^

  • carloM
    ricordo il 2008 come se fosse ieri.
    che roba,mi spiace per chi ha perso,perchè non è un modo facile da digerire.
    io ero disperato,lewis non ha fatto una bella gara,veniva dal capolavoro in cina e secondo me gli hanno fatto il lavaggio del cervello dicendogli di non prendere rischi,di correre al risparmio,lui ci ha provato ma non essendo il suo modo di correre ha fatto alcuni errori e non ha corso bene,e poi quando l’ha sorpassato vettel mi sono detto:è finita.
    poi nell’ultimo giro la pista era tropo bagnata,e mi sono ricordato delle toyota e mi chiedevo dove cavolo è glock,non puòfinire la gara senza problemi con le slick.
    e poi eccolo lì,prima della junçao,con lewis che lo passa.
    credo sia stato il mio più bel momento di sempre da tifoso di formula1 :)

    Peccato non averlo visto in diretta. Si è così, io il sorpasso su Glock l’ho visto solo dopo la gara, perchè quando Vettel ha passato Lewis io me ne sono andato via e non ho visto niente, poi quando non ho sentito Mazzoni strillare come una sirena mi è venuto il dubbio che qualcosa potesse essere successo, così sono tornato davanti alla TV ed ecco la grande sorpresa. Spettacolo puro, adrenalina al massimo, non c’è un modo più bello (e più pericoloso per le coronarie) per vincere un mondiale.

  • ricordo il 2008 come se fosse ieri.
    che roba,mi spiace per chi ha perso,perchè non è un modo facile da digerire.
    io ero disperato,lewis non ha fatto una bella gara,veniva dal capolavoro in cina e secondo me gli hanno fatto il lavaggio del cervello dicendogli di non prendere rischi,di correre al risparmio,lui ci ha provato ma non essendo il suo modo di correre ha fatto alcuni errori e non ha corso bene,e poi quando l’ha sorpassato vettel mi sono detto:è finita.
    poi nell’ultimo giro la pista era tropo bagnata,e mi sono ricordato delle toyota e mi chiedevo dove cavolo è glock,non puòfinire la gara senza problemi con le slick.
    e poi eccolo lì,prima della junçao,con lewis che lo passa.
    credo sia stato il mio più bel momento di sempre da tifoso di formula1 :)

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!