Seconda fila McLaren: Button 3° ed Hamilton 4°

26 novembre 2011 19:03 Scritto da: Lorenzo Floridia

Durante le libere del venerdì sembrava potessero esserci delle chance per vedere una McLaren in prima fila, ma la Red Bull ha chiuso la stagione con una sintesi dell’andamento complessivo dell’annata, cioè prendendosi la prima fila. I piloti McLaren si ritengono competitivi, ma è sicuro che da qui a domani faranno la danza della pioggia.

Per Jenson Button la qualifica di oggi è stata nel complesso positiva, sopratutto visto l’andamento non molto convincente del venerdì di libere. L’inglese si è qualificato terzo con un 1.12.283 a poco più di 3 decimi dalla pole e nella conferenza stampa post-qualifiche ha mostrato un certo ottimismo, ma consapevole di come la partenza possa essere la chiave di tutta la gara:  “Penso che tutti stiano aspettando domani e tutti vogliano vincere. La terza posizione è buona, il circuito mi piace e si può combattere sin dalla prima curva che si presta bene ai sorpassi. E’ stata una bellissima stagione, ma non siamo stati all altezza della Red Bull. Speriamo di finire con una vittoria”.

Hamilton sembrava più competitivo durante il venerdì, mostrando ottimismo per la gara grazie all’ottimo andamento della sua McLaren sui long run. Oggi però Hamilton non è andato oltre il quarto posto, con i tempo di 1.12.480 a poco più di 5 decimi da Vettel. Questi cinque decimi potrebbero essere troppi se la gara dovesse essere all’asciutto e se non si rischia qualcosa alla partenza. Nonostante tutto l’anglo-caraibico sembra ottimista, come nel venerdì: “Sebastian è sempre forte ed ha una macchina incredibile. Siamo comunque messi bene in griglia; speravamo andasse meglio, ma possiamo fare una bella gara. Domani dovrebbe piovere, ma molto dipenderà dalla partenza, se sarà all’asciutto o sul bagnato, ma penso di poter essere competitivo in entrambi i casi”.

Per la gara di domani la partenza sarà decisiva visto che il circuito brasiliano non si presta particolarmente bene ai sorpassi. Webber non è molto efficace in partenza e le McLaren potrebbero approfittarne, aumentando le possibilità di vittoria; il problema è ovviamente Vettel. Il tedesco in genere parte sempre bene e il suo ritmo gara, visto il cronometro di oggi, può essere troppo elevato per le McLaren sull’asciutto. La pioggia sarà una variante interessante ed Hamilton e Button sanno come sfruttarla al meglio.

 

5 Commenti

  • jenson invece potrebbe fare una grande gara se dovesse essere umido,tipo canada.

    ovvio che sull’asciutto non ce n’è,vettel stravince.
    d’altra parte negli ultimi tempi questo non è mai stato un circuito pro mclaren.

  • bè anche vettel va forte sul bagnato,non dimentichiamolo.

    per quel che riguarda lewis oggi risultato deludente,ma ciò che stupisce è che all’improvviso di sabato ha perso 3-4 decimi che invece aveva tranquillamente.(da 2 decimi più veloce di jenson è passato a 2 decimi più lento)
    o lui si è rimbecillito,o ha lavorato in funzione di una gara variabile sacrificando le qualifiche.

  • Fabio T.
    Non molto d’accordo sul fatto che il circuito non si presta bene ai sorpassi…negli anni scorsi si sono visti, al contrario, tanti sorpassi, che sono facilitati dalla possibilità di prendere la scia già nella curva (da fare in pieno) prima del rettilineo del traguardo…e questo senza DRS, quindi figuriamoci ora che i DRS c’è…e quello non è l’unico punto dove passare…

    Hai ragione, Interlagos regala sempre emozioni e quest’anno non sarà diverso, speriamo solo che queste emozioni riguardino anche la prima posizione, perchè a me Vettel è sembrato decisamente “malintenzionato” a fare una gara solitaria. La pioggia potrebbe rimescolare le carte e dare grandi possibilità a specialisti del bagnato come Hamilton, Alonso e Schumacher oltre che al “cervellone” Button…

    • Alonso specialista del bagnato!?io penso sia uno dei pochi punti deboli di questo pilota invece…poi magari domani mi smentisce ma ne dubito fortemente..io spero fortemente nella pioggia per vedere una gara combattuta..e se piove occhio alle due mercedes soprattutto al kaiser

  • Non molto d’accordo sul fatto che il circuito non si presta bene ai sorpassi…negli anni scorsi si sono visti, al contrario, tanti sorpassi, che sono facilitati dalla possibilità di prendere la scia già nella curva (da fare in pieno) prima del rettilineo del traguardo…e questo senza DRS, quindi figuriamoci ora che i DRS c’è…e quello non è l’unico punto dove passare…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!