Finalmente Raikkonen: “Sono motivato, grande sfida”

29 novembre 2011 14:15 Scritto da: Antonino Rendina

Le parole sono poche come al solito, d’altronde lui è Iceman e non potrebbe essere altrimenti. Ma gli occhi brillano di felicità per il grande ritorno.

Perchè il campione del mondo 2007 ha riscoperto il sacro fuoco della passione, accettando la sfida più bella. Tornare in pista con una scuderia storica, la Lotus, per provare a portarla più un alto possibile.

Kimi Raikkonen sulla Black and Gold che fu di Fittipaldi e Senna.  Ma nella suggestione del passato va intravista la realtà. Il finlandese di Espoo è il top driver che mancava a un team tanto ambizioso quanto plafonato. Kimi dovrà dare la scossa, dimostrando fino in fondo tutte le sue doti di collaudatore.

Sfatando la leggenda metropolitana del condottiero silenzioso incapace di “sviluppare” l’auto. Non è così, basta chiedere a Peter Sauber oppure ai tecnici Ferrari. Raikkonen ha una sensibilità di tocco degna dei grandi dell’automobilismo. E uno così le squadre può farle crescere, lo dimosterà.

A trentadue anni Kimi torna per togliersi più di un sassolino dalle scarpe, vendicatore di se stesso. Ha aspettato da lontano il momento giusto, il progetto giusto. Ha assaggiato la Nascar, ha corso nel mondiale Wrc. Ma il suo posto è qui: “Amo la F1, non quello che c’è intorno” ripete sempre. Ma la F1 è il suo mondo, la F1 è stata il suo regno.

Lui che è tornato esclusivamente per passione, perchè gli mancavano i duelli nella massima categoria a ruote scoperte: “La mia passione verso questo sport è intatta, la gente può dire quello che vuole. Io soltanto so quello che realmente voglio. E non sarei mai tornato se non fossi motivato.  Sono motivatissimo, questa è una sfida affascinante e so che mi divertirò”.

Raikkonen è un pilota vero, d’altri tempi. Vive per la velocità, proverebbe qualunque mezzo a motore. Da ragazzino era un funambolo sulle motoslitte. Poi il Kart e una carriera in monoposto da incornicare. Distaccato, solitario ma leale. La sua passione è l’hockey, ma per fortuna dei tifosi ha preferito le quattro ruote a un disco di gomma.


 

13 Commenti

  • jo lotus
    NEL 2012 ALONSO AVRA’ UN ALTRO AVVERSARIO DAVANTI A LUI. GRANDE KIMI FAGLI VEDERE ALLA FERRARI CHI SEI E CHI ERI E CHE TI HANNO PERSO. POVERINI

    MI SEMBRA VERAMENTE DIFFICILE CHE RAIKKONEN POSSA STARE DAVANTI ALONSO..AL POSTO TUO SAREI CONTENTO SE RIUSCISSE A STARE DAVANTI A ROSBERG..
    INOLTRE LA FERRARI PERDENDO KIMI,HA GUADAGNATO FERNANDO,CHE è SICURAMENTE UN PILOTA PIU COMPLETO E PIU COMPETITIVO DI RAIKKONEN..

  • NEL 2012 ALONSO AVRA’ UN ALTRO AVVERSARIO DAVANTI A LUI. GRANDE KIMI FAGLI VEDERE ALLA FERRARI CHI SEI E CHI ERI E CHE TI HANNO PERSO. POVERINI

  • speriamo che la Lotus lo lasci lavorare in pace, non come la Ferrari….

  • Bentornato Kimi…speriamo che tu,Alonso,Hamilton,Vettel,Shumacher,Button,Rosberg avrete una macchina con prestazioni simili

  • David B
    Io capisco a stento l’odio che in molti avete per Domenicali.
    In quattro anni la Ferrari è arrivata due volte a lottare per il mondiale all’ultima gara, quest’anno è stata la terza forza e solo nel 2009 è stata decisamente al di sotto di un livello accettabile (come altri peraltro, messi fuori gioco dal cambio regolamentare). Domenicali è il responsabile della squadra, ma quali decisioni sbagliate vogliamo imputargli? Le macchine non le progetta lui, quando qualche tecnico del muretto o della fabbrica ha commesso errori madornali non si è fatto certo pregare per sostituirlo, e i piloti sono buoni, a meno che non pensiate che con qualcun altro al posto di Massa la Ferrari avrebbe potuto vincere molto di più.
    Mi sa che gli anni di Schumacher ci hanno abituati bene, o che in questo blog c’è gente molto giovane…la Ferrari dall’85 al 95 ne ha buscate di brutto e così a lungo che se succedesse adesso chiedereste l’impiccagione del direttore sportivo…
    Nello sport ad alto livello la differenza tra vincere e perdere la fanno pochissimi dettagli. Non si può pretendere di azzeccarli sempre.

    • Webber (che é considerato il 2° pilota Red Bull) ha vinto molto più di Massa negli ultimi 3 anni – nel 2010 si é addirittura giocato il titolo….
      La macchina del 2009 era disastrosa, e mentre altri team (McLaren compresa) hanno recuperato durante la stagione, la Ferrari non ci é riuscita.
      Gli errori clamorosi fatti al muretto come mandare fuori i piloti con gomme da asciutto quando in pista c’era il monsone (Giappone 2007 se non erro), il tubo di Massa a Singapore 2008, ed altre cose simili come la strategia sbagliata di Abu Dhabi 2010 a chi sono da imputare se non a Domenicali? Horner é sempre al muretto e se c’é da gestire direttamente i piloti interviene lui, Domenicali é bravissimo a scaricare le colpe sugli altri e a far saltare altre teste che non siano la sua.

  • Io capisco a stento l’odio che in molti avete per Domenicali.
    In quattro anni la Ferrari è arrivata due volte a lottare per il mondiale all’ultima gara, quest’anno è stata la terza forza e solo nel 2009 è stata decisamente al di sotto di un livello accettabile (come altri peraltro, messi fuori gioco dal cambio regolamentare). Domenicali è il responsabile della squadra, ma quali decisioni sbagliate vogliamo imputargli? Le macchine non le progetta lui, quando qualche tecnico del muretto o della fabbrica ha commesso errori madornali non si è fatto certo pregare per sostituirlo, e i piloti sono buoni, a meno che non pensiate che con qualcun altro al posto di Massa la Ferrari avrebbe potuto vincere molto di più.
    Mi sa che gli anni di Schumacher ci hanno abituati bene, o che in questo blog c’è gente molto giovane…la Ferrari dall’85 al 95 ne ha buscate di brutto e così a lungo che se succedesse adesso chiedereste l’impiccagione del direttore sportivo…
    Nello sport ad alto livello la differenza tra vincere e perdere la fanno pochissimi dettagli. Non si può pretendere di azzeccarli sempre.

  • Kimi ha solo avuto la sfortuna di avere quell’incapace di Domenicali, se no sarebbe bicampione del mondo (2007-2008) ma poco male, per quanto ne sappiamo l’anno prossimo i valori si azzereranno per l’ennesima volta e a parte Seb e la RB tutti gli altri saranno rivali abbordabili iniziando da Fernando Alonso.

  • carloM
    dai kimi,sono felicissimo che tu sia tornato!
    speriamo che la macchina sia decente così ci farai divertire.
    l’anno prossimo 6 campioni del mondo in pista,è grandioso!
    i piloti ci sono,le macchine pure.
    sono loro i protagonsiti,non la politica,i commissari,ecclestone e tutte le porcherie che ruotano attorno.
    se questi qua non ci rovinano il giocattolo,avremo una stagione bellissima.
    schumi,vetterl,alonso,hamilton,button e raikkonen.
    tutti diversi ma tutti forti.

    Assolutamente d’accordo, speriamo solo che le vetture di questi fantastici piloti siano più o meno sullo stesso livello…

  • dai kimi,sono felicissimo che tu sia tornato!
    speriamo che la macchina sia decente così ci farai divertire.
    l’anno prossimo 6 campioni del mondo in pista,è grandioso!

    i piloti ci sono,le macchine pure.
    sono loro i protagonsiti,non la politica,i commissari,ecclestone e tutte le porcherie che ruotano attorno.
    se questi qua non ci rovinano il giocattolo,avremo una stagione bellissima.
    schumi,vetterl,alonso,hamilton,button e raikkonen.
    tutti diversi ma tutti forti.

  • si ma devono dargli una macchian decente,non il trattore degli ultimi gp!

  • grande kimi…bentornato…!!!!!!!!!!!!!!

  • Credo gli ci vorrà un anno per rimettersi in sesto. Aspetterò.
    Però sono contento di rivederlo *correre*.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!