Mercato piloti: il punto della situazione

30 novembre 2011 08:30 Scritto da: Andrea Facchinetti

Con l’ufficializzazione di Kimi Raikkonen in Lotus, si apre la seconda fase del mercato piloti, che è stato finora bloccato in attesa delle mosse del finlandese. Con i sedili dei quattro top team già occupati da tempo e con il ritorno in F1 del Campione del Mondo 2007 in Lotus, il sedile più prestigioso e virtualmente libero è proprio quello a fianco di Kimi Raikkonen.

Vitaly Petrov ha un contratto con la scuderia di Enstone anche per la prossima stagione, ma le recenti sparate contro il team e il rendimento al di sotto delle aspettative nella seconda metà di campionato, potrebbero far decidere alla Lotus di non far valere il contratto siglato. La manager del pilota russo, Oksana Kosachenko, ha dichiarato che il suo assistito “ha tempo fino al 10 dicembre se decidere di rimanere o andarsene”. Nel caso Petrov non restasse, Grosjean è in Pole Position, seguito da Bruno Senna, che ha dalla sua i molti sponsor che lo supportano. E’ difficile che Sutil riesca, invece, a conquistarsi un sedile, specie dopo la rissa con Eric Lux (CEO Lotus) di inizio stagione.

Nonostante Kubica abbia un contratto valido fino al 31 dicembre con la scuderia di Enstone, è improbabile che il polacco prolunghi per rimanere anche solo come tester, dopo le polemiche tra il suo manager Morelli e i vertici del team. Per il ruolo di terza guida il favorito è D’Ambrosio, già gestito da Boullier e Lopez, recentemente appiedato dalla Virgin.

Chi sembra aver perso l’occasione per risollevarsi è senza dubbio la Williams. La scuderia di Grove, reduce dalla peggiore stagione dal 1978, avrebbe potuto fare il salto di qualità ingaggiando Raikkonen e riportando l’interesse degli sponsor su di sè. Persi Sam Michael e Patrick Head, Frank Williams si ritrova in una delle situazioni più difficili della gloriosa storia del suo team. Maldonado potrebbe restare nonostante ci siano problemi con gli sponsor venezuelani, Barrichello difficilmente riuscirà a prolungare la sua carriera in Formula 1 grazie alle vetture di Frank Williams. Si fanno così più insistenti i nomi di Sutil, che sarebbe chiuso in Force India da Di Resta e Hulkenberg, e quello di Bottas, finlandese di buone speranze, già terza guida nel 2011.

Detto della nuova probabile coppia Force India Di Resta-Hulkenberg, il resto della griglia gira attorno ai piloti del vivaio Red Bull. In Toro Rosso Buemi e Alguersuari non sono più così certi di rimanere: uno tra Ricciardo e Vergne potrebbe essere promosso, ma nel caso non fosse così, Ricciardo potrebbe sostituire Trulli alla Caterham a fianco del confermatissimo Kovalainen, con Vergne che diventerebbe terzo pilota Red Bull.

Al completo le line up di Sauber (Perez-Kobayashi) e Marussia (Glock-Pic), resta un ultimo sedile in HRT a fianco di De La Rosa. Liuzzi rischia di non essere confermato, nonostante abbia siglato un contratto pluriennale ad inizio stagione: per il suo posto si fanno i nomi di Ricciardo, Clos, Charouz e di Alguersuari se non dovesse esser riconfermato in Toro Rosso.

10 Commenti

  • principesco88
    Analisi piloti tolti i top team:
    Petrov= un incapace con una macchina discreta, tanti soldi poco cervelloDi resta= anonimo pilota con una macchina che è migliorata molto e che va forteSutil= idem con patate anzi come pilota lo trovo peggio di direstaD’ambrosio= non classificatoRicciardo= doveva essere sto fenomeno ma c’è da dire che guida un cessoLiuzzi= non classificatoHulkenberg= non è malaccio può far beneLalli= vedi petrovBuemi= non lo vedo un buon pilota, molto immaturo e troppo lamentosoAlguersuari= uno dei pochissimi che si salva, buon manico, veloce e correttoPerez= deve ancora crescere, ha fatto meno della metà dei punti del compagno
    Kobayashi= in pista dopo i top drivers è il migliore, veloce e aggressivo senza sbavature (forse l’unica in canada contro heidfeld) molto corretto e maestro di sorpassi, è il Giles Villeneuve (e non lo dico solo io) dei tempi moderni, dategli una macchina decente e vi conquisterà il mondo, purtroppo quest’anno ha pagato la mancanza di sviluppo della suaber

    Posso anche non commentare più, tanto Iron esprime su ogni argomento esattamente quello che penso io!!..

  • principesco88

    Iron io penso che la force india quest’anno sia stata una delle macchine più veloci del circus da metà anno in poi, confermo che non mi pacciono ne di resta (ma forse deve crescere) ne tantomeno uno che prende a cazzotti la gente. Credo seriamente che in mano a piloti più esperti la stessa macchina avrebbe potuto strappare il 4° posto costruttori o per lo meno concorrere per.

    qualcuno sa dirmi dove trovo su internet la classfica di quanti hanno fatto e subito quest’anno?

  • principesco88
    Analisi piloti tolti i top team:
    Petrov= un incapace con una macchina discreta, tanti soldi poco cervello
    Di resta= anonimo pilota con una macchina che è migliorata molto e che va forte
    Sutil= idem con patate anzi come pilota lo trovo peggio di diresta
    D’ambrosio= non classificato
    Ricciardo= doveva essere sto fenomeno ma c’è da dire che guida un cesso
    Liuzzi= non classificato
    Hulkenberg= non è malaccio può far bene
    Lalli= vedi petrov
    Buemi= non lo vedo un buon pilota, molto immaturo e troppo lamentoso
    Alguersuari= uno dei pochissimi che si salva, buon manico, veloce e corretto
    Perez= deve ancora crescere, ha fatto meno della metà dei punti del compagno
    Kobayashi= in pista dopo i top drivers è il migliore, veloce e aggressivo senza sbavature (forse l’unica in canada contro heidfeld) molto corretto e maestro di sorpassi, è il Giles Villeneuve (e non lo dico solo io) dei tempi moderni, dategli una macchina decente e vi conquisterà il mondo, purtroppo quest’anno ha pagato la mancanza di sviluppo della suaber

    Condivido gran parte del tuo post, con due eccezioni:
    1)Kobayashi il nuovo Gilles Villeneuve? Non è un tantino esagerato? Per me è un buon pilota, considerando anche il distacco che ha inflitto ad un Perez troppo sopravvalutato. Io credo che sia un pilota da team di medio-alto livello, come Force India o Mercedes, anche se per me può migliorare ancora molto visto che ha soli 25 anni.
    2)Sutil secondo me è un gran bravo pilota basti considerare che è sempre giunto davanti nella classifica finale al suo compagno di box da quando è in F1. Vale almeno il Webber degli anni migliori, non quello di quest’anno(che invece si aggira sui livelli di Massa). Potrebbe ambire a qualcosa di più della Force India, che comunque ha fatto enormi passi in avanti da quando è nel circus, a differenza di altre scuderie che fanno solo da comparsa.

  • principesco88

    Analisi piloti tolti i top team:

    Petrov= un incapace con una macchina discreta, tanti soldi poco cervello
    Di resta= anonimo pilota con una macchina che è migliorata molto e che va forte
    Sutil= idem con patate anzi come pilota lo trovo peggio di diresta
    D’ambrosio= non classificato
    Ricciardo= doveva essere sto fenomeno ma c’è da dire che guida un cesso
    Liuzzi= non classificato
    Hulkenberg= non è malaccio può far bene
    Lalli= vedi petrov
    Buemi= non lo vedo un buon pilota, molto immaturo e troppo lamentoso
    Alguersuari= uno dei pochissimi che si salva, buon manico, veloce e corretto
    Perez= deve ancora crescere, ha fatto meno della metà dei punti del compagno

    Kobayashi= in pista dopo i top drivers è il migliore, veloce e aggressivo senza sbavature (forse l’unica in canada contro heidfeld) molto corretto e maestro di sorpassi, è il Giles Villeneuve (e non lo dico solo io) dei tempi moderni, dategli una macchina decente e vi conquisterà il mondo, purtroppo quest’anno ha pagato la mancanza di sviluppo della suaber

  • Tolti i top team, non vedo guide giuste al sedile giusto.
    È tutto pasticciato. Gli unici che potranno dare continuità se avranno la monoposto giusta saranno Perez e Koba.

    Kimi= due anni di stop posso essere tanti, almeno all’inizio.
    Grosjean= non mi ha mai impressionato. Nemmeno in GP2. L’unico fu Hamilton, a dire il vero.
    Liuzzi= sa tutto del rap.
    D’Ambrosio= chi?
    Senna= quello non è il suo vero cognome, lo sanno tutti.
    Hulkenberg= la Marvel ne ha già fatti tre di film, considerando The Avengers.
    Di Resta= pilota da metà schieramento. Anche se da metà stagione è migliorato (insieme alla monoposto)
    Petrov= Dalla Russia… alla Russia.

  • Difficile vedere Sutil assieme a Kimi, dopo che ha dato un pugno ad uno dei dirigenti della Lotus in Cina…

  • Fossi in loro punterei su Sutil.
    Oppure sul vecchio Rubens.
    Raikkonen è già di per sè una scommessa, eviterei di prendere un giovane come seconda guida. Oltretutto da Raikkonen non imparerebbe granchè, visto che Kimi ai box non apre bocca.

  • Se il ritorno di Kubica verrà escluso definitivamente, io prenderei Sutil che é un pilota bravo ed esperto (non capisco perché la Force India gli preferisca l’inconsistente Di Resta).
    Se no Heidfeld che comunque ha fatto gli stessi punti di Petrov con meno gare, é un pilota esperto ed un ottimo collaudatore.
    Bruno Senna non mi sembra questo granchè, e nemmeno Grosjean che al suo debutto fece peggio di Nelsinho “Crash” Piquet.
    Per malissimo che vada, a sto punto tenetevi Petrov!!!

  • grosjean non mi sembra sto fenomeno.

    se si vuole esperienza e un pilota già pronto metterei sutil,anche perchè potrebbe dare una mano a kimi che per quanto forte dovrà adattarsi ai cambiamenti che ci sono stati in due anni.

    se si vuole un giovane c’è vergne che la redbull potrebbe prestare visto che hanno lo stesso motore.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!