A Raikkonen serve una Lotus disegnata su misura

1 dicembre 2011 01:45 Scritto da: Antonino Rendina

La Lotus ha piazzato un gran colpo di mercato, sullo stile di una squadra di calcio che compra un campione per fare il salto di qualità.

Ma per vincere in F1 non basta avere nel team un pilota veloce , serve anche una monoposto competitiva ed è questo l’aspetto sul quale maggiormente dovranno lavorare a Enstone.

Perchè se è vero che il piazzamento del 2011 è lo stesso dell’anno scorso, va anche osservato come i punti totalizzati siano stati meno della metà. E non basta l’assenza di Kubica a giustificare un calo di tale portata.

Perch’ l’R31 è risultata un progetto quasi fallimentare, come ammesso tra le righe anche dal direttore tecnico James Allison. Gli scarichi centrali sono stati un vero e proprio flop. Eccetto il sound motociclistico e l’exploit delle prime gare l’ormai ex Renault ha vivacchiato a centrogruppo (o poco più su) per gran parte del campionato.

Gli anglofrancesi hanno promesso a Raikkonen una vettura da top ten, e la Lotus Renault delle ultime gare lo era a stento, incalzata dalle sempre più brillanti Force India e Toro Rosso.

Raikkonen e Boullier hanno scomesso l’uno sull’altro, e non possono tradire la reciproca fiducia che si sono dati. Kimi dovrà presentarsi tirato a lucido e con gli “occhi della tigre”, affamato come non lo è mai stato. Dal canto loro i tecnici Lotus guidati da Allison dovranno disegnargli una vettura su misura.

Dovranno saperlo ascoltare, capire, assecondare. Guai a non seguire in fase di progettazione finale le idee di Raikkonen.

La nuova Lotus dovrà essere una vettura dal comportamento neutro. Una macchina magari conservativa, tradizionale, priva di diavolerie dell’ultima ora ma facile da mettere a punto. Un’auto sulla quale poter lavorare in modo maniacale ad ogni Gp.

Per un pilota sensibile come Raikkonen l’assetto giusto è la prima cosa. Guai a dare al finnico una macchina che non sente “sua”, che non gli dà il giusto feedback.

La monoposto dovrà essere bilanciata e stabile, per niente tendente al sovrasterzo. Solo così  la guida chirurgica e pulita del pilota di Espoo potrà rendere al massimo.

Ideale magari sarebbe disegnare una macchina a passo lungo, così da favorire la guida lineare del finlandese nei circuiti che più ama, come Spa. La F2007 era una “limousine” e Kimi si laureò campione.

Altra incognita per Iceman, poi, sono gli pneumatici Pirelli tutti da scoprire. Non le slick con le quali ha corso, più che bene, nel 2009. Insomma Raikkonen non dovrebbe patire quei problemi con le gomme che hanno afflitto un maestro della categoria come Schumacher.

Perchè queste gomme favoriscono chi guida pulito, vedi Button e Vettel (quest’ultimo magistrale nell’aver adattato il suo stile di guida alle nuove regole). Proprio osservando le traiettorie di Seb quest’anno a qualche appassionato sarà capitato di pensare: guida come Raikkonen.

Ovvero una guida morbida, precisa ma sempre al limite. Un inno all’istinto della velocità. Per far suonare il quale serve una Lotus che assecondi una sensibilità di piede e di sterzo fuori dal comune.

E allora si che i presupposti per un ritorno in grande stile ci sarebbero tutti.

11 Commenti

  • whysky non concordo con te,le tue parole lasciano credere che nn sei molto informato in fatto di f1,forse per te l’ippica e meglio

  • Sarà un Flop Clamoroso ! Mi spiace per la Lotus, che butterà via veramente tanti soldi (sicuramente chiesti dall’ubriacone) ma sarà un Flop Enorme….FILM GIA’ VISTO !

  • Kimi e’ fortissimo ed e’ in grado di fare la differenza. Bisogna solo trovare il modo di stimolarlo e di assecondarlo, in quanto ha un carattere particolare.
    Io adoro questo pilota, e’ riuscito ad accendere un entusiasmo che avevo un po’ perso per la F1. Anche se sono Ferrarista e stimo ed ammiro Alonso (meno veloce ma piu’ completo di Kimi) seguiro’ molto anche Kimi che sono sicuro che fara’ benissimo se assecondato nel modo giusto.
    Per quanto riguarda la Lotus credo che abbia la possibilita’ ed i requisiti econimici per fare un’ottima auto. Io non credo che la macchina del 2011 sia stata cosi’ disastrosa. La realta’ e’ che senza un pilota valido non vai da nessuna parte. Kubica avrebbe sicuramente lottato con le Mercedes ed in qualche gara anche piu’ su. Certo che se pretendi di fare risultati con Petrov e Lalli……

  • E impossibile che la renault faccia la macchina perfetta per kimi…perche già la monoposto del 2012 e bella e pronta…o quasi…casomai kimi può dare qualche preferenza per il prossimo anno…per ora si dovrà abbituare a quello che gli darà la renault!!!ma conunque ben tornato kimi!!!

  • un mio ex idolo… vai ICEMAN!!

  • detto cosi sembra facile!ma riuscirà la lotus a dare questa vettura perfetta a kimi?

  • le pirelli per kimi sono un falso problema….primo perche saranno diverse da quelle di questa stagione e poi perche con la sua guida molto pulita si trovera alla perfezione !!

  • si vedrà non so se raikkonnen deve lottare con force india e toro rosso credo non avrebbe accettato

  • DarkCloudStrife87

    …è anche vero che Kimi Raikkonen dovrà imparare a comunicare con chi gli sta vicino, dovrà essere disposto a fare e far fare le ore piccole pur di guadagnare anke un solo decimino in prestazione alla vettura. Dovrà smentire quelle voci di corridoio che lo vogliono un pilota velocissimo…ma poco loquace e dedito al lavoro di squadra e a straordinari…si è sempre detto che per lui il lavoro inizia il venerdì e finisce la domenica…dovrebbe fare come Hamilton, Alonso, Schumacher e Vettel, Button…piloti quasi maniacali nella ricerca della prestazione.
    Ovviamente il tutto dovrà essere coadiuvato da una Lotus all’altezza del pilota (Campione del Mondo 2007)…e sicuramente ne vedremmo delle belle, sempre che la FIA non si intrometta troppo tra le sportellate che avvengono in pista XDDDD.
    6 campioni del mondo tutti insieme in un mondiale non si vedono tutti i giorni, sarebbe un peccato che la FIA rovini lo spettacolo che potrebbero dare ai tifosi…cmq forza Alonso e Ferrari….per il 2012 voglio una vettura “veramente” rivoluzionaria e innovativa nei fatti, e non a parole. Questa F150 sembrava uguale, nelle forme, alla F60 e F10….x questo adoro anche le McLaren (non tifo però XDDD), ogni anno tirano fuori qualcosa di innovativo…Ferrari guarda e impara…McLaren docet

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!