De Villota, per lei un ruolo da tester alla Lotus

1 dicembre 2011 10:53 Scritto da: Davide Reinato

Ha provato la Lotus Renault R30 al Paul Ricard qualche mese fa. Un test con tanto di giri cronometrati, mai realmente svelati, messi a confronto con quelli di Grosjean che aveva girato prima di lei. Si, lei, perché è di una donna che stiamo parlando: Maria de Villota.

La spagnola sembra si stia giocando una vera possibilità di fare in salto in Formula 1 nel 2012, proprio con la Lotus Renault. 31 anni, figlia dell’ex pilota Emilio, la De Villota ha parlato di un contratto che sarà definito alla fine di quest’anno, al massimo nei primi giorni di gennaio.

Il ruolo di De Villota sarà quello di pilota del venerdì nei Gran Premi. A confermarlo è la diretta interessata: “La firma arriverà presto – dice Maria – sarò pilota del venerdì o di riserva. Il lavoro è focalizzato verso il 2013 per essere sulla griglia di partenza. Abbiamo tutti i pezzi, tutto quello che rimane è assemblarli insieme in una giornata per alcuni semplici punti di negoziazione”.

Sarebbe un altro colpo di mercato interessante per la Lotus. Dopo aver ufficializzato l’ingaggio di Raikkonen, la squadra di Enstone potrebbe tornare a far parlare di sé dando una bella possibilità ad una donna pilota, merce rara ad alti livelli.  Tuttavie, nelle categorie formative – anche nostrane – ci sono diverse ragazze con il piede pesante. Dare spazio alla De Villota sarebbe una speranza in più per realizzare un sogno considerato solo maschile: “Ci sono molte donne che potrebbero guidare bene e quindi è importante cercare di aprire la strada ad altre, per vedere che non sarà più qualcosa di così insolito”.

14 Commenti

  • Ma che correre in F1, è SEMPLICEMENTE una TROVATA PUBBLICITARIA per attirare forse qualche SPONSOR.

  • Proprio perché mi piace andare a fondo alle cose che posso solo intuire, ho dato un occhio alla carriera della De Villota.
    Ma dài, sul serio, voi lo prendereste un pilota così per farlo correre in F1?
    http://www.driverdb.com/drivers/maria-de-villota/career/

    Su… Sono solo soldi. Non c’entra il maschilismo e il femminismo. Anzi, qui si tratta di sfruttare l’eterna diatriba (e con realtà molto più urgenti) solo per batter cassa. E allora mi arrabbio.

  • Alexandro HAMALORAI
    Ecco, sempre i soliti commenti fatti anche nella’ltro post sul cambio di Senna e le macchine di allora.
    Ragazzi, ma volete capire che se uno ha la velocità nel sangue, non ci sono barriere.
    Se la Maria, dovesse poter provare nel venerdì della prossima stagione e fare tempi discreti, si farà il paragone col secondo pilota di turno (non credo che venga messo in discussione raikkonen:-D) e si prenderanno le dovute decisioni.
    Come qualsiasi altro pilota, se va forte debutterà nella massima serie, se è lenta torna in America. Punto.

    Invece a me appaiono “soliti” i commenti di parità di diritti che, in questo caso, c’entrano poco.
    Si parte da dati che dovrebbero essere oggettivi come la resistenza e la forza fisica. La velocità pura e i riflessi, quelli non sono neanche in discussione.
    Si sparano tante cifre sul carico muscolare in frenata e sui G laterali e ora, improvvisamente, il fisico non serve più.
    Allora ho ragione a dire che un Vettel pur allenato se salisse sulla macchina del ’91 di Senna non potrebbe finire un GP da 71 giri.

    È vero, esistono anche donne pilota di caccia, ma sono eccezioni che meritano quello che hanno ottenuto. Lo potrebbe meritare anche la De Villota, ma considerando le ultime politiche della Lotus a me continua a sembrare un grosso disgustoso spot.
    Detto questo: spero davvero (SUL SERIO) che la De Villota possa fare bene, anche solo per vedere la faccia dei colleghi maschietti.

  • Alexandro HAMALORAI

    Ecco, sempre i soliti commenti fatti anche nella’ltro post sul cambio di Senna e le macchine di allora.

    Ragazzi, ma volete capire che se uno ha la velocità nel sangue, non ci sono barriere.

    Se la Maria, dovesse poter provare nel venerdì della prossima stagione e fare tempi discreti, si farà il paragone col secondo pilota di turno (non credo che venga messo in discussione raikkonen:-D) e si prenderanno le dovute decisioni.

    Come qualsiasi altro pilota, se va forte debutterà nella massima serie, se è lenta torna in America. Punto.

  • Caspita che bei commenti !! Mi sembra di capire che siamo ancora al tempo che le donne devono essere solo mogli e mamme.
    Questa ragazza sta utilizzando una chance offertagli da un Team per dimostrare le sue capacità : se i suoi tempi sul giro saranno scarsi state tranquilli che farà la fine di tanti altri giovani speranze, e cioè ritornare immediatamente nell’anonimato.

    • quoto!il discorso del calendario è solo uno scherzo!se questa ragazza saprà essere davvero veloce,per me sarà prima un piilota e poi una donna…

    • Certo, ma due cose:
      1)non è esattamente una giovane promessa, avendo più di 30 anni.
      2)è un chiaro “scoop” voluto dalla Lotus al seguito dell’ingaggio di Raikkonen, come ha fatto notare qualcuno.
      Poi se è brava ci mancherebbe! ben vengano i piloti (e le pilotesse) capaci.

  • Savio
    Quanta tristezza.
    La Ferrari per non essere da meno ingaggerà Michela Cerruti…

    scusa perchè tristezza?

  • Quanta tristezza.
    La Ferrari per non essere da meno ingaggerà Michela Cerruti…

  • magari tira fuori il calendario come la Patrick … :)

  • Beh meglio lei che Petrov…Almeno è mezza carina, se non altro. Comunque è una ventata di novità in questa F1 fossilizzata da Mr. “Parrucchino” Ecclestone…

  • beh,alla fine anche loro hanno bisogno di sponsor per realizzare una macchina decente,quindi stanno dando in pasto alla stampa questi scoop…

  • Altro spot della Lotus. Dovrebbe fare marketing, non correre in F1.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!