La FIA ha deciso: 20 gare per il campionato 2012

7 dicembre 2011 13:01 Scritto da: Davide Reinato

Il Consiglio Mondiale della FIA si è riunito oggi a Nuova Delhi per discutere del calendario di Formula 1 2012. Gli argomenti caldi erano la possibile cancellazione del GP del Bahrain e di quello degli Stati Uniti, ma la FIA ha deciso di confermare tutto.

Dunque, il campionato 2012 avrà ben 20 gare in calendario. Si salva all’ultimo momento utile il GP degli Stati Uniti ad Austin, che fino a qualche giorno fa sembrava destinato ad una sicura cancellazione. Dopo un nuovo ultimatum sul pagamento delle tasse di partecipazione, pare che i proprietari del circuito siano riusciti a risolvere i problemi e regolarizzare la loro posizione per ospitare il GP nel 2012.

Per quanto riguarda il Bahrain, i disordini civili che hanno impedito lo svolgimento dell’edizione 201 non si sono fermati. Tuttavia, Ecclestone ha ricevuto un rapporto di oltre 500 pagine sulla situazione attuale nel paese, che sembra permettere senza grandi problemi il ritorno della F1 in Bahrain.

CALENDARIO UFFICIALE FORMULA 1 2012

EVENTOCIRCUITODATA
GP AustraliaMelbourne18 Marzo
GP MalesiaSepang25 Marzo
GP CinaShanghai15 Aprile
GP BahrainSakhir22 Aprile
GP SpangaBarcellona13 Maggio
GP MonacoMontecarlo27 Maggio
GP CanadaMontréal10 Giugno
GP EuropaValencia24 Giugno
GP Gran BretagnaSilverstone8 Luglio
GP GermaniaHockenheim22 Luglio
GP UngheriaBudapest29 Luglio
GP BelgioSpa-Francorchamps2 Settembre
GP ItaliaMonza9 Settembre
GP SingaporeSingapore23 Settembre
GP GiapponeSuzuka7 Ottobre
GP Corea Yeongam14 Ottobre
GP IndiaNew Delhi28 Ottobre
GP Abu DhabiYas Marina4 Novembre
GP Stati UnitiAustin18 Novembre
GP BrasileInterlagos25 Novembre

19 Commenti

  • principesco88
    non è solo un fatto di pista, ma anche del “calore” che il pubblico sa dare; brasiliani, monegaschi, italiani, belgesi (l’ho scritto apposta) , tedeschi e inglesi questi si che fanno parte dello spettacolo, come d’altronde le piste notturne e svavillanti danno il loro spettacolo. Se guardo un gp e sugli spalti non c’è nessuno, mi prende a male. Ai turchi poco importa della f1..
    una pista non deve essere solo ben disegnata (certo ben vengano piste con curvoni veloci tipo spa e monza) ma deve esssere anche sentita come la casa di qualcuno.

    Sì è un punto di vista interessante..che ci sia sempre stato poco pubblico in Turchia o altri paesi è vero..anche se, secondo me, basterebbe una buona promozione dell’evento e pochi altri accorgimenti per portare gente all’autodromo.

  • principesco88
    io toglierei:
    cina
    spagna
    valencia
    ungheria
    india

    quoto tutto pero barcellona è un tempio della f1…anche s eil circuito nn è il massimo!!!

  • principesco88

    non è solo un fatto di pista, ma anche del “calore” che il pubblico sa dare; brasiliani, monegaschi, italiani, belgesi (l’ho scritto apposta) , tedeschi e inglesi questi si che fanno parte dello spettacolo, come d’altronde le piste notturne e svavillanti danno il loro spettacolo. Se guardo un gp e sugli spalti non c’è nessuno, mi prende a male. Ai turchi poco importa della f1..
    una pista non deve essere solo ben disegnata (certo ben vengano piste con curvoni veloci tipo spa e monza) ma deve esssere anche sentita come la casa di qualcuno.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!