Verstappen: “Schumacher nel 94 vinceva con una vettura irregolare”

9 dicembre 2011 12:54 Scritto da: Andrea Facchinetti

L’ex pilota di Formula 1, Jos Verstappen, in un’intervista rilasciata in patria a ‘Nusport‘ non ha avuto parole tanto dolci nei confronti del suo ex compagno di scuderia Michael Schumacher. Secondo l’olandese, compagno alla Benetton del tedesco per metà stagione 1994, il sette volte iridato avrebbe conquistato il primo titolo della sua carriera grazie ad una vettura palesemente irregolare.

Secondo Jos the Boss, la Benetton, allora guidata da Flavio Briatore, schierava in pista due vetture, una regolare, la sua, e una irregolare, quella del compagno Michael. “So quello che succedeva quando io e Michael eravamo compagni in Benetton” ha esordito l’olandese al ‘Nusport’.
La gente crede che io stia cercando delle scuse, ma io so che la sua vettura era differente dalla mia. Ho sempre creduto che fosse impossibile, io frenavo oltre il limite in ogni curva, come poteva Schumacher riuscire a fare meglio di me? C’era qualcosa di diverso, un aiuto elettronico illegale. Non l’ho mai detto, ma sono stato convinto della sua esistenza da sempre. Quando ne ho parlato anni dopo a Briatore, Flavio mi ha risposto:’Non c’è nulla da dire’. Ne so abbastanza. Come tutti gli altri, Schumacher dipende dalla vettura che ha a disposizione, per molta gente è forte, ma non è superman, col kart non mi ha mai battuto” ha accusato duramente Verstappen.

La stagione 1994, funestata dall’incidente mortale di Ayrton Senna che fece cambiare regolamento tecnico durante la stagione, vide la Benetton di Schumacher e lo stesso tedesco più volte sotto la lente di ingrandimento per sospetti di illecito tecnico, come la vittoria revocata a Spa per fondo irregolare o i punti non assegnati alla Benetton in Brasile per benzina non conforme.

A distanza di 17 anni si torna a parlare quindi di una delle stagioni più tragiche per la Formula 1, aggiungendo altri particolari di una vicenda mai chiarita fino in fondo e che spesso passa in secondo piano rispetto agli eventi tragici di quell’anno. Già nel corso di quella stagione, infatti, più volte la Benetton fu accusata di montare un’elettronica irregolare, ma le indagini FIA non riuscirono mai a dimostrarlo.

L’unico sistema che la Federazione riuscì a scoprire sulla B194 fu una valvola che permetteva un rifornimento più rapido in seguito al celebre pit stop di Hockenheim, quando lo stesso Verstappen rimase intrappolato tra le fiamme durante un rifornimento di carburante. La Benetton in quella circostanza riuscì ad evitare sanzioni ricorrendo in appello, ma più di una volta dovette pagare multe per illeciti, come l’aver imposto a Schumacher di non rispettare la bandiera nera in seguito al sorpasso fatto dal tedesco nel giro di formazione.

Le accuse di Verstappen non sembrano essere quindi così infondate, anche se è certo che se l’olandese avesse parlato prima, forse avremmo avuto più chiarezza. E, magari, un “licenziamento” in più…

39 Commenti

  • Carlo65

    ZioTure
    La favoletta di Hamilton che potrebbe diventare il nuovo Senna fa comodo ai media e agli sponsors per creare nuovi idoli , ma la realtà’ è ben diversa, che poi Button sia diventato un fenomeno da quando guida in Mclaren confrontato con Hamilton fa ridere. Button rimane un pilota onesto, veloce e continuo Punto ! meglio di Massa ma come seconda guida. Questa situazione conferma la mia teoria, Hamilton rimane comunque un campione mediatico e tale lo rimarrà, se la stampa e i media continuano a pomparlo qualsiasi cosa’ fara’ sara’ sempre amplificata, ma basta prendere i dati e vedere tutto, non solo i sorpassi ma anche i continui errori per giudicarlo bene con tutti i suoi limiti. E’ solo un pilota che rischia di piu’ ed ogni tanto riesce ad avere la meglio, ma i campioni come Senna o Shumacher sono su un altro pianeta

    non sono d’accordo, hamilton è un fuoriclasse puro, lo ha dimostrato ampiamente nelle scorse stagioni, una stagione storta capita a tutti, mi ricorda moltissimo un pilota che piu di tutti mi è entrato nel cuore:il LEONE D’INGHILTERRA dove quando era in giornata le suonava pure a senna

    Giustissimo. Ricordo ancora una volta che io non ho mai paragonato Lewis ad Ayrton, semplicemente ho detto che gli somiglia nel modo in cui corre, un modo non conservativo sempre all’attacco, nel bene e nel male. I risultati sono diversi però vorrei solo ricordare che la McLaren di Senna,con la quale vinse 3 mondiali, non era lontanamente paragonabile alla McLaren di Hamilton, fatte le debite proporzioni rispetto alle vetture avversarie. La McLaren biancorossa era un vero siluro, più forte della RB dei giorni nostri, (basti pensare che nel 1988 su 16 gare i piloti McLaren fecero 15 pole e 15 vittorie) mentre l’attuale McLaren di “Gino” in alcune gare di questa e della passata stagione dalla RB (e anche dalla Ferrari solo nel 2010) si beccava un secondo al giro. Poi il caro Lewis è ancora giovane, sebbene Zio Ture dica che un 26enne sia ormai da rottamare, quindi magari può dimostrare ancora qualcosa.

  • Carlo65

    ZioTure
    La favoletta di Hamilton che potrebbe diventare il nuovo Senna fa comodo ai media e agli sponsors per creare nuovi idoli , ma la realtà’ è ben diversa, che poi Button sia diventato un fenomeno da quando guida in Mclaren confrontato con Hamilton fa ridere. Button rimane un pilota onesto, veloce e continuo Punto ! meglio di Massa ma come seconda guida. Questa situazione conferma la mia teoria, Hamilton rimane comunque un campione mediatico e tale lo rimarrà, se la stampa e i media continuano a pomparlo qualsiasi cosa’ fara’ sara’ sempre amplificata, ma basta prendere i dati e vedere tutto, non solo i sorpassi ma anche i continui errori per giudicarlo bene con tutti i suoi limiti. E’ solo un pilota che rischia di piu’ ed ogni tanto riesce ad avere la meglio, ma i campioni come Senna o Shumacher sono su un altro pianeta

    non sono d’accordo, hamilton è un fuoriclasse puro, lo ha dimostrato ampiamente nelle scorse stagioni, una stagione storta capita a tutti, mi ricorda moltissimo un pilota che piu di tutti mi è entrato nel cuore:il LEONE D’INGHILTERRA dove quando era in giornata le suonava pure a senna

    Guarda che se leggi il mio post sotto, ho detto la stessa identica osa. Hamilton assomiglia a Mansell ma come tale’ riamarra’ è inutile farsi illusioni.

  • Grazie Zonta62 la Gru comunque è solo uno dei tanti episodi che hanno caratterizzato l’arrivo di Hamilton in F1, fosse solo quello ! :-)

    Dopo il mio post sicuramente qualche tifoso di Hamilton rispondenza’ dicendo che nella stagione 2011 è stato più’ volte penalizzato… Beh è allora ?
    Sarebbe sbagliato il contrario, il fatto è che era diventato normale che Hamilton sia puntualmente graziato come sembra del tutto normale l’episodio su Massa con la punizione al contrario. Poi è del tutto normale ed equo che i direttori di gara siano solo ed esclusivamente Inglesi… La cosa strana è pero’ che quando si torna indietro nel tempo chi tifava Senna si lamentava che Balestre potesse favorire Prost perche’ della stessa nazione.
    Invece la Ferrari dovrebbe essere favorita da Toddt ah ah abbiamo visto come sono andate le cose negli ultimi 3 anni, la Ferrari non ha nessun potere politico, le sue soluzioni tecniche vengono spesso penalizzate prima, invece Red-bull Mlcaren e Brawn hanno avuto sempre vita facile.

  • ZioTure
    La favoletta di Hamilton che potrebbe diventare il nuovo Senna fa comodo ai media e agli sponsors per creare nuovi idoli , ma la realtà’ è ben diversa, che poi Button sia diventato un fenomeno da quando guida in Mclaren confrontato con Hamilton fa ridere. Button rimane un pilota onesto, veloce e continuo Punto ! meglio di Massa ma come seconda guida. Questa situazione conferma la mia teoria, Hamilton rimane comunque un campione mediatico e tale lo rimarrà, se la stampa e i media continuano a pomparlo qualsiasi cosa’ fara’ sara’ sempre amplificata, ma basta prendere i dati e vedere tutto, non solo i sorpassi ma anche i continui errori per giudicarlo bene con tutti i suoi limiti. E’ solo un pilota che rischia di piu’ ed ogni tanto riesce ad avere la meglio, ma i campioni come Senna o Shumacher sono su un altro pianeta

    non sono d’accordo, hamilton è un fuoriclasse puro, lo ha dimostrato ampiamente nelle scorse stagioni, una stagione storta capita a tutti, mi ricorda moltissimo un pilota che piu di tutti mi è entrato nel cuore:il LEONE D’INGHILTERRA dove quando era in giornata le suonava pure a senna

  • @Zio Ture
    concordo pienamente e aggiungo che Hamilton ha sempre goduto della simpatia dei comissari ricordiamo un episodio fra tutti la famosa gru che lo rimise in pista cose mai viste

  • La favoletta di Hamilton che potrebbe diventare il nuovo Senna fa comodo ai media e agli sponsors per creare nuovi idoli , ma la realtà’ è ben diversa, che poi Button sia diventato un fenomeno da quando guida in Mclaren confrontato con Hamilton fa ridere. Button rimane un pilota onesto, veloce e continuo Punto ! meglio di Massa ma come seconda guida. Questa situazione conferma la mia teoria, Hamilton rimane comunque un campione mediatico e tale lo rimarrà, se la stampa e i media continuano a pomparlo qualsiasi cosa’ fara’ sara’ sempre amplificata, ma basta prendere i dati e vedere tutto, non solo i sorpassi ma anche i continui errori per giudicarlo bene con tutti i suoi limiti. E’ solo un pilota che rischia di piu’ ed ogni tanto riesce ad avere la meglio, ma i campioni come Senna o Shumacher sono su un altro pianeta

  • Iron Mc
    Anzitutto vorrei porti una domanda: la Formula 1 moderna quando è cominciata?
    Dire che la F1 del passato era più difficile di quella odierna, e sulla base di questo argomentare che i piloti attuali sono tutti piloti da Playstation è assolutamente privo di fondamento perchè non abbiamo la controprova che i piloti del passato, a parità di età e di condizioni fisiche, riuscirebbero a fare meglio dei piloti attuali con queste vetture.
    Quanto al discorso sul fatto che tutti i piloti giovani sappiano andare forte con queste macchine perchè le formule minori sono simili alla F1 è una grossa sciocchezza (non voglio essere offensivo ma non trovo una parola migliore) e ci sono esempi lampanti che lo dimostrano:
    1)Heikki Kovalainen nel 2005 fece faville in GP2, proprio come Hamilton l’anno dopo, però quando nel 2008 si ritrovarono insieme Hamilton gli diede ben 35 punti di distacco, che col punteggio vecchio erano un abisso.
    2)Timo Glock nel 2007 campione del mondo GP2 l’anno dopo in F1 si beccò 14 punti da Jarno Trulli, che tutto era tranne che un giovane.
    3)Giorgio Pantano campione del mondo GP2 nel 2008 (…) Sorvolo sulle sue avventure in F1.
    4)Pastor Maldonado campione del mondo GP2 nel 2010, nel 2011 viene clamorosamente stracciato da un Ruben Barrichello prossimo alla pensione.
    Come vedi non tutti quelli che vanno forte in GP2 o nelle formule minori poi sono automaticamente veloci in F1, perchè a dispetto di quello che pensi il salto dalla GP2 alla F1 è molto grande.
    Sulla questione di Hamilton non rispondo perchè mi ripeterei e so che abbiamo due pensieri diversissimi. Dico solo una cosa: Essere battuti da Button (solo ai punti, perchè Button ha fatto 3 vittorie, mentre Hamilton ha fatto 3 Vittorie e l’UNICA POLE non RB dell’anno) non mi sembra tutto questo disonore, anche perchè Jenson ha fatto un’ottima stagione e si è dimostrato un pilota ottimo, tanto che molti tifosi Ferrari lo apettavano con la bava alla bocca, salvo poi rimanere delusi dalla riconferma di Felipe Massa.

    Ti rispondo subito con i fatti, negli anni 90 un pilota che esordiva in f1 difficilmente riuscita a finire la gara e gli stessi piloti esperti non erano cosi’ continui come oggi, questo solo elemento la dice lunga su come sia cambiata la f1 e quando era piu’ difficile controllare una monoposto prima rispetto ad oggi.
    E’ chiaro comunque che dalla GP2 arriveranno delle ” pippe ” e dei campioni, dico solo pero’ che non ci vorrà’ più’ uno o due anni di esperienza affinché’ un pilota possa esprimersi al meglio, Kovalinen, Maldonado a parte qualche problema di affidabilità’ corrono comunque con una certa disinvoltura una volta non era cosi’ si sarebbe gridato al miracolo se avessero completato la sola gara. Credo adesso sia stato chiaro, Hamilton come Vettel e come qualunque pilota anche scarso riesco ad andare al 100% dopo al massimo 3/4 gare quindi tutte le speranze sull’eta’ credo siano del tutto ininfluenti.
    Detto cio’ Hamilton non è sicuramente un pilota scarso e non ho mai detto questo, dico solo che viene spesso sopravvalutato e che 5 stagioni siano ora mai sufficienti per giudicarlo è un Talento a meta’ io lo paragonerei a Mansell Senna e Shuamcher sono su un altro pianeta.

  • Anzitutto vorrei porti una domanda: la Formula 1 moderna quando è cominciata?
    Dire che la F1 del passato era più difficile di quella odierna, e sulla base di questo argomentare che i piloti attuali sono tutti piloti da Playstation è assolutamente privo di fondamento perchè non abbiamo la controprova che i piloti del passato, a parità di età e di condizioni fisiche, riuscirebbero a fare meglio dei piloti attuali con queste vetture.
    Quanto al discorso sul fatto che tutti i piloti giovani sappiano andare forte con queste macchine perchè le formule minori sono simili alla F1 è una grossa sciocchezza (non voglio essere offensivo ma non trovo una parola migliore) e ci sono esempi lampanti che lo dimostrano:
    1)Heikki Kovalainen nel 2005 fece faville in GP2, proprio come Hamilton l’anno dopo, però quando nel 2008 si ritrovarono insieme Hamilton gli diede ben 35 punti di distacco, che col punteggio vecchio erano un abisso.
    2)Timo Glock nel 2007 campione del mondo GP2 l’anno dopo in F1 si beccò 14 punti da Jarno Trulli, che tutto era tranne che un giovane.
    3)Giorgio Pantano campione del mondo GP2 nel 2008 (…) Sorvolo sulle sue avventure in F1.
    4)Pastor Maldonado campione del mondo GP2 nel 2010, nel 2011 viene clamorosamente stracciato da un Ruben Barrichello prossimo alla pensione.
    Come vedi non tutti quelli che vanno forte in GP2 o nelle formule minori poi sono automaticamente veloci in F1, perchè a dispetto di quello che pensi il salto dalla GP2 alla F1 è molto grande.
    Sulla questione di Hamilton non rispondo perchè mi ripeterei e so che abbiamo due pensieri diversissimi. Dico solo una cosa: Essere battuti da Button (solo ai punti, perchè Button ha fatto 3 vittorie, mentre Hamilton ha fatto 3 Vittorie e l’UNICA POLE non RB dell’anno) non mi sembra tutto questo disonore, anche perchè Jenson ha fatto un’ottima stagione e si è dimostrato un pilota ottimo, tanto che molti tifosi Ferrari lo apettavano con la bava alla bocca, salvo poi rimanere delusi dalla riconferma di Felipe Massa.

  • Ti dico come la penso su Hamilton.
    La f1 moderna è cambiata molto rispetto al passato, la curva di apprendimento per guidare una F1 è del tutto diversa rispetto al passato. I simulatori e le formule minori sono ora mai del tutto simili alla F1 ecco perchè Hamilton il novellino ha stupito durante il suo esordio, se dobbiamo considera l’eta’ allora Vettel ha disintegrato Hamilton.
    Ora mai l’eta’ conta veramente poco, in passato Senna e Shumacher hanno veramente stupito tanto per farti un esempio Senna arrivo’ secondo a Montecarlo sul bagnato alla sua primissima esperienza di guida a Montecarlo …. NON AVEVA MAI GUIDATO PRIMA A MONTECARLO !!! Stesso discorso per Shumacher che all’esordio addirittura veniva dalle sport prototipi.
    Ora mai il discorso del pilota giovane che brucia le tappe conta veramente poco, considerando che Hamilton non solo conosceva gran parte delle piste, ma si è trovato con una vettura abbastanza simile a quella della GP2.

    Una volta chiarito questo aspetto cioè’ che ora mai un pilota giovane riesce ad andare subito forte, andiamo sull’argomento Alonso.
    Prima di tutto non è assolutamente vero che Hamilton ha vinto il confronto con Alonso, poi quel campionato è stato viziato dalla rottura del pilota spagnolo con la Mclaren dopo l’episodio dei box in cui il team inglese seguendo l’onda avviata dalla Fia inizio’ ha favorire Hamilton.
    Non voglio dire che Alonso sia superiore ne inferiore, voglio solo dire che quella stagione è di difficile interpretazione.
    Il discorso della Macchina meno performante è irrilevante, io non parlo solo dei mondiali ma anche del pilota in se. In questa stagione Hamilton ha dimostrato dopo 5 stagioni ancora grande immaturità’ e poca professionalità’, Senna anche con una Mclaren Ford o una Toleman Hart era sempre lo stesso o quasi come prestazioni. Farsi battere da Button la dice lunga sullo spessore di questo pilota, se poi vogliamo infierire ti ricordo che l’unico mondiale vinto da Hamilton è stato regalato dalla gestione sportiva della Ferrari contro un pilota come Massa e per un solo punto !. Sugli eventuali ” Meriti ” di gioventu’ che Hamilton avrebbe ti dico che quello non dipende assolutamente dalla bravura ma dalla pura fortuna, quello che pero’ posso dirti e che guardando l’andamento la F1 sta diventando sempre un ambiente pieno di piloti giovani, quello che conta oggi come oggi è la reattività del pilota io sinceramente ho molti dubbi che Hamilton come gli altri piloti della nuova generazione possano durare quanto quelli di una volta, basta vedere le prestazioni di Shumacher e dal prossimo anno quelle di Kimi per capire se un pilota di una certa eta’ sia in grado di reggere ai ritmi serrati della f1 moderna, che non regala piu’ niente ai piloti che hanno esperienza proprio perche’ la curva di apprendimento di una f1 si è drasticamente ridotta.

  • ZioTure

    Iron Mc

    ZioTure

    Concordo, Schumacher era un mastino quando inseguiva e quando era da solo faceva una serie di giri veloci senza commettere la ben che minima sbavatura.
    Non solo Shumacher rimane anche un grande pilota anche come uomo squadra, riusciva ad essere il giusto interprete delle strategie di Brawn.
    Il suo stile di guida era un tantino piu’ irruento di Senna, ma non vedo perche’ Senna avrebbe piu’ talento e Shumacher fosse solo un uomo da vittorie.
    Paragonarlo a Vettel è sminuirlo come paragonare Hamilton a Senna è sopravvalutare il pilota inglese. Senna aveva doti diverse rimane secondo me il vero Re della pole, migliore da questo punto di vista anche a Shumacher, ma il confronto in gara viene vinto anche se di poco da Shumacher imbattibile per continuità’ e velocità’ pura anche con vetture lente come la Benetton Ford con cui si è aggiudicato un titolo mondiale, un impresa incredibile per quei tempi il ford v8 era il motore piu’ economico meno potente e anche poco affidabile…
    Nessuno qui si sogna di paragonare Hamilton a Senna, nè tantomeno Vettel (e Alonso) a Schumacher. Però è altrettanto vero che Vettel, a differenza di Alonso (il quale si trova nel pieno della maturità per un pilota) ha il potenziale e il tempo per diventare il più vincente di sempre non solo in termini puramente statistici. Quanto al discorso su Hamilton e Senna: Ovviamente accostarli sarebbe sicuramente eccessivo, però dei piloti del post-Senna, Lewis è quello che sicuramente somiglia di più ad Ayrton nello stile di guida e nell’approccio alle gare. I prossimi 5-6 anni ci daranno delle risposte significative sulle reali potenzialità di Vettel ed Hamilton (24 e 26 anni) oltre a indicarci quale è la reale dimensione di Alonso (30 anni): Un grande della F1 di sempre oppure un buonissimo pilota ma nulla più?

    Ma volevo farti notare un piccolissimo particolare, ad Hamilton si concede sempre l’attenuante della gioventu’ ma spesso ci si dimentica che lui ha avuto un occasione unica, quella di guidare all’esordio in un top-team. Poi ridendo e scherzando Hamilton ha gia’ disputato 5 stagioni, che non sono poche. Poi tanto per mettere la ciliegina sulla torta in questa stagione è stato battuto da Button, facendo un paragone con Senna quest’ultimo doveva partire con la Mclaren e non con al Toleman con cui stupi’ allla sua prima gara a Montecarlo sul bagnato !!!
    Poi tanto per accostare Senna ad Hamilton non mi risulta che il brasiliano sia stato battuto da un pilota equivalente ad Button che potrebbe essere Berger.
    Insomma Hamilton è da sempre il pilota piu’ sopravvalutato dalle F1 e spesso anche graziato dalla FIA. Ha comunque un discreto talento, ma 5 stagioni non sono assolutamente poche.

    Se leggi bene vedi che ho scritto che l’accostamento tra i due è eccessivo. Sul fatto delle 5 stagioni in F1, bisogna dire che Lewis ha esordito a 22 anni appena compiuti, quindi è ancora giovane e ha davanti almeno 6/7 anni al top della condizione, sempre che non faccia come Schumi e Barrichello altrimenti si va per i 10 anni. Quanto alla questione dell’esordio in McLaren io non capisco cosa ci sia di male, anche perchè poi la decisione si rivelò ottima per la McLaren visto che il “novellino”, a parità di vettura, le ha suonate al plurititolato Alonso. Sul fatto che Lewis sia sopravvalutato, ti faccio notare solo una cosa: nei 5 anni di F1 Lewis non ha mai avuto la macchina più forte per un’intera stagione o per la gran parte di questa, eppure ha vinto un mondiale, ed ha lottato fino all’ultimo per il titolo in altre due occasioni. Poi negli ultimi 12 anni Hamilton è stato l’unico pilota che è riuscito a vincere il mondiale piloti senza che il suo team vincesse il mondiale costruttori.

  • Iron Mc

    ZioTure

    Concordo, Schumacher era un mastino quando inseguiva e quando era da solo faceva una serie di giri veloci senza commettere la ben che minima sbavatura.
    Non solo Shumacher rimane anche un grande pilota anche come uomo squadra, riusciva ad essere il giusto interprete delle strategie di Brawn.
    Il suo stile di guida era un tantino piu’ irruento di Senna, ma non vedo perche’ Senna avrebbe piu’ talento e Shumacher fosse solo un uomo da vittorie.
    Paragonarlo a Vettel è sminuirlo come paragonare Hamilton a Senna è sopravvalutare il pilota inglese. Senna aveva doti diverse rimane secondo me il vero Re della pole, migliore da questo punto di vista anche a Shumacher, ma il confronto in gara viene vinto anche se di poco da Shumacher imbattibile per continuità’ e velocità’ pura anche con vetture lente come la Benetton Ford con cui si è aggiudicato un titolo mondiale, un impresa incredibile per quei tempi il ford v8 era il motore piu’ economico meno potente e anche poco affidabile…
    Nessuno qui si sogna di paragonare Hamilton a Senna, nè tantomeno Vettel (e Alonso) a Schumacher. Però è altrettanto vero che Vettel, a differenza di Alonso (il quale si trova nel pieno della maturità per un pilota) ha il potenziale e il tempo per diventare il più vincente di sempre non solo in termini puramente statistici. Quanto al discorso su Hamilton e Senna: Ovviamente accostarli sarebbe sicuramente eccessivo, però dei piloti del post-Senna, Lewis è quello che sicuramente somiglia di più ad Ayrton nello stile di guida e nell’approccio alle gare. I prossimi 5-6 anni ci daranno delle risposte significative sulle reali potenzialità di Vettel ed Hamilton (24 e 26 anni) oltre a indicarci quale è la reale dimensione di Alonso (30 anni): Un grande della F1 di sempre oppure un buonissimo pilota ma nulla più?

    Ma volevo farti notare un piccolissimo particolare, ad Hamilton si concede sempre l’attenuante della gioventu’ ma spesso ci si dimentica che lui ha avuto un occasione unica, quella di guidare all’esordio in un top-team. Poi ridendo e scherzando Hamilton ha gia’ disputato 5 stagioni, che non sono poche. Poi tanto per mettere la ciliegina sulla torta in questa stagione è stato battuto da Button, facendo un paragone con Senna quest’ultimo doveva partire con la Mclaren e non con al Toleman con cui stupi’ allla sua prima gara a Montecarlo sul bagnato !!!
    Poi tanto per accostare Senna ad Hamilton non mi risulta che il brasiliano sia stato battuto da un pilota equivalente ad Button che potrebbe essere Berger.
    Insomma Hamilton è da sempre il pilota piu’ sopravvalutato dalle F1 e spesso anche graziato dalla FIA. Ha comunque un discreto talento, ma 5 stagioni non sono assolutamente poche.

  • ZioTure

    Concordo, Schumacher era un mastino quando inseguiva e quando era da solo faceva una serie di giri veloci senza commettere la ben che minima sbavatura.
    Non solo Shumacher rimane anche un grande pilota anche come uomo squadra, riusciva ad essere il giusto interprete delle strategie di Brawn.
    Il suo stile di guida era un tantino piu’ irruento di Senna, ma non vedo perche’ Senna avrebbe piu’ talento e Shumacher fosse solo un uomo da vittorie.
    Paragonarlo a Vettel è sminuirlo come paragonare Hamilton a Senna è sopravvalutare il pilota inglese. Senna aveva doti diverse rimane secondo me il vero Re della pole, migliore da questo punto di vista anche a Shumacher, ma il confronto in gara viene vinto anche se di poco da Shumacher imbattibile per continuità’ e velocità’ pura anche con vetture lente come la Benetton Ford con cui si è aggiudicato un titolo mondiale, un impresa incredibile per quei tempi il ford v8 era il motore piu’ economico meno potente e anche poco affidabile…

    Nessuno qui si sogna di paragonare Hamilton a Senna, nè tantomeno Vettel (e Alonso) a Schumacher. Però è altrettanto vero che Vettel, a differenza di Alonso (il quale si trova nel pieno della maturità per un pilota) ha il potenziale e il tempo per diventare il più vincente di sempre non solo in termini puramente statistici. Quanto al discorso su Hamilton e Senna: Ovviamente accostarli sarebbe sicuramente eccessivo, però dei piloti del post-Senna, Lewis è quello che sicuramente somiglia di più ad Ayrton nello stile di guida e nell’approccio alle gare. I prossimi 5-6 anni ci daranno delle risposte significative sulle reali potenzialità di Vettel ed Hamilton (24 e 26 anni) oltre a indicarci quale è la reale dimensione di Alonso (30 anni): Un grande della F1 di sempre oppure un buonissimo pilota ma nulla più?

  • Iron Mc

    ZioTure
    Volevo rispondere sul mito della Macchina su Misura di Shumacher:
    Prima di tutto anche Senna aveva una macchina su misura dopo che Prost aveva lasciato il team
    Punto secondo avete dimenticato Shumacher che partiva da seconda guida con Piquet nel 92 ? Shumacher con una macchina fuori misura ah ah riusciva ha surclassare Piquet e non solo con un motore ridicolo come il Ford infastidiva Senna con il ben piu’ potente Honda.
    Tutte stupidate per sminuire Shumacher che ritengo il piu’ grande talento di tutti i tempi.

    Quoto gran parte di quello che dici, però su una cosa non sono totalmente d’accordo:
    Non credo che Schumacher sia stato il più grande talento di tutti i tempi (perchè come talento puro credo che Senna ne avesse di più) ma sicuramente è stato il più vincente di tutti i tempi. Badate bene, io per definire vincente un pilota non guardo solo ed esclusivamente alle statistiche (che indubbiamente incoronano Schumi) ma guardo anche alla sensazione di sicurezza e di controllo del campionato che mi trasmette un pilota. In questo senso Schumacher per me è stato il migliore senza il minimo dubbio. In base a questa distinzione io classifico anche i piloti attuali: Vettel e Alonso sono entrambi due piloti vincenti in senso lato, proprio perchè mi trasmettono la sensazione che con una vettura capace sono in grado di gestire ogni singolo GP e quindi l’intero campionato, mentre Hamilton è talento allo stato puro, come dire è più un esteta che un vincente (e a me piace proprio per questo). In questo senso io dico che Hamilton somiglia a Senna, come Alonso e Vettel somigliano a Schumacher (ovviamente fatte sempre le debite proporzioni).

    Volevo aggiungere anche che Shumacher non è stato per niente un pilota che ha cercato solo le vittore anzi…
    Almeno due mondiali sono stati persi per la sua grande aggressività, basta ricordare il mondiale perso per l’incidente alla gamba.
    Shumacher rimanere per me’ il pilota che ha ridisegnato il mestiere del driver moderno.

    In grado di andare veloce come in qualifica per svariati giri senza commettere mai errori

    Perfetto interprete delle strategie e uomo squadra unico.

    Il piu’ grande pilota nello sfruttamento del mezzo anche scarso.

    I difetti sono la sua eccessiva aggressività che talvolta non riusciva a dosare, rischiando in momenti in cui non era necessario.

    Nella sua parte finale della carriera in Ferrari non era piu’ il re delle pole.

  • Carlo65
    concordo parzialmente col punto 1, senna sul giro singolo e in gara molte volte andava oltre il limite della vettura, il kaiser la portava sempre al limite e a differenza di senna non sbagliava quasi mai, i suoi giri erano sempre al limite per tutta la gare cosa che agli altri piloti difficilmente riesce.
    sul punto 2 sono in disaccordo, nella seconda parte della stagione le MC erano vicinissime e in qualche occasione superiori alla RB, ma sebastian la pole l’ha sempre strappata mettendoco molto di suo.
    sono convinto che le varie prime donne alonso/hamilton avrebbero delle brutte sorprese se un giorno se lo ritrovassero come compagno di box.

    Concordo, Schumacher era un mastino quando inseguiva e quando era da solo faceva una serie di giri veloci senza commettere la ben che minima sbavatura.
    Non solo Shumacher rimane anche un grande pilota anche come uomo squadra, riusciva ad essere il giusto interprete delle strategie di Brawn.
    Il suo stile di guida era un tantino piu’ irruento di Senna, ma non vedo perche’ Senna avrebbe piu’ talento e Shumacher fosse solo un uomo da vittorie.
    Paragonarlo a Vettel è sminuirlo come paragonare Hamilton a Senna è sopravvalutare il pilota inglese. Senna aveva doti diverse rimane secondo me il vero Re della pole, migliore da questo punto di vista anche a Shumacher, ma il confronto in gara viene vinto anche se di poco da Shumacher imbattibile per continuità’ e velocità’ pura anche con vetture lente come la Benetton Ford con cui si è aggiudicato un titolo mondiale, un impresa incredibile per quei tempi il ford v8 era il motore piu’ economico meno potente e anche poco affidabile…

  • concordo parzialmente col punto 1, senna sul giro singolo e in gara molte volte andava oltre il limite della vettura, il kaiser la portava sempre al limite e a differenza di senna non sbagliava quasi mai, i suoi giri erano sempre al limite per tutta la gare cosa che agli altri piloti difficilmente riesce.
    sul punto 2 sono in disaccordo, nella seconda parte della stagione le MC erano vicinissime e in qualche occasione superiori alla RB, ma sebastian la pole l’ha sempre strappata mettendoco molto di suo.
    sono convinto che le varie prime donne alonso/hamilton avrebbero delle brutte sorprese se un giorno se lo ritrovassero come compagno di box.

    • sul giro singolo se la gioca con loro in gara beh tutt altra storia ,per quanto riguarda il kaiser beh tanyte volte faceva gare intere andando oltre la macchina senza sbagliare quasi mai ed è per questo che è un minigradino superiore a senna secondo me !!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!