Incidente per Raikkonen, ha un profondo taglio alla mano

11 dicembre 2011 00:42 Scritto da: Davide Reinato

Forse è meglio che alla Lotus Renault facciano benedire i propri piloti prima di metterli sotto contratto. Dopo aver perso Kubica per un incidente al rally di Andora, la Lotus ha rischiato grosso anche con Kimi Raikkonen.

Il pilota finlandese è rimasto vittima di un incidente durante la quinta edizione dello Swatch Snow Mobile, gara riservata alle motoslitte. Kimi è entrato in curva ad una velocità esagerata, cappottando. Il suo mezzo gli è finito sopra, procurandogli un profondo taglio ad una mano.

Gli organizzatori hanno precisato: “Un nostro medico ha avuto modo di visitare Raikkonen e c’è un profondo taglio alla mano sinistra. Per precauzione, è meglio che il pilota non prosegua con questo evento”.

Al momento, c’è solo una dichiarazione del team Lotus che arriva da Twitter, dove l’incidente viene minimizzato. Secondo la squadra di Enstone, le condizioni di Raikkonen non destano preoccupazione, ma lunedì sarà sottoposto ad una visita medica più accurata.

13 Commenti

  • Che sfiga nera..alla Lotus dovrebbero accendere qualche cero qua e là nei box..speriamo non sia nulla di grave, certo è che a forza di rally,motoslitte e quant’altro i rischi aumentano..

  • Iron Mc

    Pippo

    Simo

    Iron Mc
    Fossi io il team principal di una scuderia di F1 ai piloti sotto contratto con il mio team non farei giocare neppure le partite della nazionale piloti. Kubica che va a fare rally, Raikkonen con la motoslitta, (aldilà del fatto che dispiaccia che abbiano avuto questi incidenti) non mi sembra che questi piloti abbiano avuto gran rispetto per il team che gli paga lo stipendio.

    il fatto è che la possibilità di partecipare a questi eventi spesso è una clausula contrattuale richiesta dai piloti e forse le squadre la accettano per poter tirare un po’al ribasso sullo stipendio..( se non erro kimi quando era in mc non poteva farlo, in ferrari glie lo hanno concesso). del resto anche allenarsi sui kart è più pericoloso che correre in f1 e potenzialmente anche andare in bici(mi riferico ad alonso che mi sembra uno dei piloti più tranquilli fuori dalla pista)…

    Ricordo che Alonso quest’inverno, quando è successa quella cosa a Kubika, ha raccontato di un episodio, mentre andava in bici, che stava per essere investito da un camion… perciò può capitare…

    Sicuramente un incidente può capitare a tutti, però un conto è andare in bici, un altro è andare su una motoslitta a velocità assurde e senza alcun tipo di precauzione. Il fatto è che i piloti dovrebbero darsi una calmata fuori dalla pista di F1, nei circuiti la sicurezza è ottima mentre lo stesso non si può dire per il Rally, dove finire in un burrone non è molto difficile, o per le gare in motoslitta, dove è facile andare a gambe per aria. Sono dei professionisti e le loro schiocchezze oltre che mettere a serio rischio la loro vita, possono anche causare ingenti problemi, economici e sportivi, ai team. Poi la carriera di un pilota di F1 dura al massimo fino a 36-37 anni, con alcune eccezioni, quindi il rally o le motoslitte potrebbero farli benissimo dopo il ritiro, senza compromettere il duro lavoro di tecnici, meccanici e ingegneri per un loro personale divertimento.

    sono totalmente d’accordo…però mi viene da pensare che negli anni 60-70 i piloti prendevano parte a un sacco di gare al di fuori della f1. Il punto è che non credo che i piloti attuali siano tanto diversi in fatto di ricerca di emozioni forti, e fermarli è dura!poi sul discorso di mancanza di professionalità sono pienamente in linea con quello che dici!

  • Pippo

    Simo

    Iron Mc
    Fossi io il team principal di una scuderia di F1 ai piloti sotto contratto con il mio team non farei giocare neppure le partite della nazionale piloti. Kubica che va a fare rally, Raikkonen con la motoslitta, (aldilà del fatto che dispiaccia che abbiano avuto questi incidenti) non mi sembra che questi piloti abbiano avuto gran rispetto per il team che gli paga lo stipendio.

    il fatto è che la possibilità di partecipare a questi eventi spesso è una clausula contrattuale richiesta dai piloti e forse le squadre la accettano per poter tirare un po’al ribasso sullo stipendio..( se non erro kimi quando era in mc non poteva farlo, in ferrari glie lo hanno concesso). del resto anche allenarsi sui kart è più pericoloso che correre in f1 e potenzialmente anche andare in bici(mi riferico ad alonso che mi sembra uno dei piloti più tranquilli fuori dalla pista)…

    Ricordo che Alonso quest’inverno, quando è successa quella cosa a Kubika, ha raccontato di un episodio, mentre andava in bici, che stava per essere investito da un camion… perciò può capitare…

    Sicuramente un incidente può capitare a tutti, però un conto è andare in bici, un altro è andare su una motoslitta a velocità assurde e senza alcun tipo di precauzione. Il fatto è che i piloti dovrebbero darsi una calmata fuori dalla pista di F1, nei circuiti la sicurezza è ottima mentre lo stesso non si può dire per il Rally, dove finire in un burrone non è molto difficile, o per le gare in motoslitta, dove è facile andare a gambe per aria. Sono dei professionisti e le loro schiocchezze oltre che mettere a serio rischio la loro vita, possono anche causare ingenti problemi, economici e sportivi, ai team. Poi la carriera di un pilota di F1 dura al massimo fino a 36-37 anni, con alcune eccezioni, quindi il rally o le motoslitte potrebbero farli benissimo dopo il ritiro, senza compromettere il duro lavoro di tecnici, meccanici e ingegneri per un loro personale divertimento.

  • Simo

    Iron Mc
    Fossi io il team principal di una scuderia di F1 ai piloti sotto contratto con il mio team non farei giocare neppure le partite della nazionale piloti. Kubica che va a fare rally, Raikkonen con la motoslitta, (aldilà del fatto che dispiaccia che abbiano avuto questi incidenti) non mi sembra che questi piloti abbiano avuto gran rispetto per il team che gli paga lo stipendio.

    il fatto è che la possibilità di partecipare a questi eventi spesso è una clausula contrattuale richiesta dai piloti e forse le squadre la accettano per poter tirare un po’al ribasso sullo stipendio..( se non erro kimi quando era in mc non poteva farlo, in ferrari glie lo hanno concesso). del resto anche allenarsi sui kart è più pericoloso che correre in f1 e potenzialmente anche andare in bici(mi riferico ad alonso che mi sembra uno dei piloti più tranquilli fuori dalla pista)…

    Ricordo che Alonso quest’inverno, quando è successa quella cosa a Kubika, ha raccontato di un episodio, mentre andava in bici, che stava per essere investito da un camion… perciò può capitare…

  • Iron Mc
    Fossi io il team principal di una scuderia di F1 ai piloti sotto contratto con il mio team non farei giocare neppure le partite della nazionale piloti. Kubica che va a fare rally, Raikkonen con la motoslitta, (aldilà del fatto che dispiaccia che abbiano avuto questi incidenti) non mi sembra che questi piloti abbiano avuto gran rispetto per il team che gli paga lo stipendio.

    il fatto è che la possibilità di partecipare a questi eventi spesso è una clausula contrattuale richiesta dai piloti e forse le squadre la accettano per poter tirare un po’al ribasso sullo stipendio..( se non erro kimi quando era in mc non poteva farlo, in ferrari glie lo hanno concesso). del resto anche allenarsi sui kart è più pericoloso che correre in f1 e potenzialmente anche andare in bici(mi riferico ad alonso che mi sembra uno dei piloti più tranquilli fuori dalla pista)…

  • Fossi io il team principal di una scuderia di F1 ai piloti sotto contratto con il mio team non farei giocare neppure le partite della nazionale piloti. Kubica che va a fare rally, Raikkonen con la motoslitta, (aldilà del fatto che dispiaccia che abbiano avuto questi incidenti) non mi sembra che questi piloti abbiano avuto gran rispetto per il team che gli paga lo stipendio.

  • gli è andata bene! certo che però Boullier ha occhio per i piloti co hobby potenzialmente pericolosi :(

  • Che pasticcione. Con le motoslitte, doveva andare a correre.
    Visti i soldi che gli danno fossi in Boullier mi arrabbierei, ma anche tanto.

  • Luca ferrarista

    Chr sfortuna… Quel sedile è destinato a Restare assegnato a un pilota di medio rango… Povero anche kimi…

  • Alexandro HAMALORAI

    Mah! Bisognerebbe tutelarli un pò di più questi piloti Mister Bouliier!

    Raikkonen e un Kubica non sono un Petrov. E dai caxxo!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!