FIA: il correttore d’assetto dichiarato legale

12 gennaio 2012 10:41 Scritto da: Davide Reinato

Appena due giorni fa abbiamo avuto modo di parlarvi di una particolare soluzione tecnica studiata alla Lotus. Si tratta di un vero e proprio correttore d’assetto meccanico, inserito nella sospensione anteriore. L’obiettivo di tale sistema è quello di contrastare l’abbassamento eccessivo del muso in frenata e il suo innalzamento in fase di accelerazione, ovviamente dovuti ai trasferimenti di carico.

Appena si è parlato di correttore d’assetto, in tanti hanno storto il muso, pensando ad una soluzione illegale. In effetti, lo sarebbe se fosse stato gestito direttamente dal pilota tramite un manettino o tramite elettronica.  La FIA ha voluto subito chiarire la questione, confermando che la soluzione tecnica introdotta dalla Lotus e già provata nei rookie test di Abu Dhabi, è perfettamente legale.

Come si muoveranno gli avversari adesso? Probabilmente copiando il prima possibile questa soluzione, nonostante essa sia implementata in una zona particolarmente insidiosa, dove l’aumento delle masse può portare ad avere più svantaggi che vantaggi. Gli ingegneri dei team ci staranno già perdendo il sonno?

9 Commenti

  • Come al solito la Fia non sa che pesci pigliare, impone un altezza più bassa dell’alettone anteriore per la sicurezza…. :- )
    Secondo me era più’ sicura la vecchia Caterham che questa, visto che il muso e sottilissimo ed in caso di collisione con un ostacolo come le gomme potrebbe non servire a niente, anzi potrebbe essere piu’ pericoloso.

    L’ultima sciocchezza della FIA è stato il correttore d’assetto, hanno dichiaro legale prima il correttore d’assetto della Lotus, quando la Ferrari ha presentato il suo la FIA è tornata sui suoi passi.
    Adesso i correttori d’assetto Lotus e Ferrari sarebbero illegali perche’ all’improvviso gli uomini FIA hanno capito che l’influenza del correttore di assetto era anche aerodinamica per cui si sono rimangiati la parola vietando il sistema Lotus e quello Ferrari.

    Mi chiedo allora perchè gli scarichi soffiati non influivano sulla aerodinamica della vettura, era SOLO una questione di sicurezza!

    Fosse stata una soluzione targata Newey, sarebbe stata una genialata difficile da interpretare, perchè lui è abile a torvare soluzioni innovative… bla bla bla… e avrebbero esitato 5 o 6 mesi per valutare la legalità… com’è stato per gli scarichi soffianti… lo vietiamo… non lo vietiamo… massì usatelo… tanto ormai la stagione è andata…

    Credo sia chiaro ora mai che la FIA sia in guerra con la Ferrari ora mai da tre stagioni.

    • sono d’ accordo con te,la FIA magari anche involontariamente negli ultimi anni ha danneggiato soprattutto la ferrari, per via di decisioni che finivano sempre per sfavorire la rossa. Secondo me ci vogliono regole precise dettagliate e imprescindibili che si facciano a inizio stagione e che non creino equivoci; ma soprattutto non stravolgano il campionato.

  • riecco far capolino uno dei mali atavici della f1, l’interpretabilità del regolamento, che di solito sfocia in ingerenze fia per “pilotare” i mondiali…cmq una così repentina decisione della fia a sdoganare un “elemento controverso”, mi fa pensare che non sia un sistema così fondamentale da portare enormi vantaggi, in caso contrario non si sarebbe sbilanciata così presto per potersi giocare la carta “intervento supremo” a campionato iniziato e magari indirizzare un campionato verso altre mete più gradite ai loro scopi.

  • alla fine non è detto che funzioni..bisognerebbe vedere quali sono gli effettivi vantaggi di questo sistema e se vale la pena copiarlo.
    la renault non è nuova a certe innovazioni,ma poi non è detto che diano i frutti sperati..
    l’uniCA cosa buona,è che si preannuncia un campionato interessantissimo..

    • Ok questo è chiaro, potrebbe funzionare o addirittura rendere la vettura piu’ lenta. Ma io non sopporto questi strane interpretazioni del regolamento. Credo che gli stessi diffussori soffiati siano piu’ regolari di questo congegno, che bypassa il regolamento per un insignificante dettaglio.

  • Il problema è che in questo caso il regolamento è aggirato in maniera troppo palese come per l’alettone Ferrari l’anno scorso ma come al solito due pesi e due misure

  • Ecco era come avevo pensato, come al solito la fia fa ridere i polli. Se il pilota aziona il correttore con la mano è irregolare se invece azione questo sistema con il piede assieme al freno è legale, una cosa indecente, come era il sistema F-duct secondo la fia era legale perchè il pilota non azionava direttamente il congegno ma tappava un buco che a sua volta faceva stallare l’aria. Io rimango della mia opinione, la Ferrari nel 2011 ha voluto fare una provocazione portando un alettone posteriore ” Regolare ” sulla carta ma palesemente irregolare per lo spirito del regolamento e come al solito la Fia ha fatto da arbitro giudicando irregolare la soluzione…
    Questo è quello che mi fa alterare, basta cambiare ” l’interruttore ” ed il gioco e’ fatto !

  • il nuovo termentone tecnico del 2012…

  • Credo che non perderanno il sonno perchè non credo che la bontà di una vettura sia solo nel fatto che il muso resta ad una certa altezza in entrata e uscita delle curve, certo aiuta, ma è solo un particolare che farebbe volare ancora di più una red-bull e farebbe restare in fondo alla griglia una hrt

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!