Sutil condannato a 18 mesi di reclusione! Carriera finita?

31 gennaio 2012 12:58 Scritto da: Davide Reinato

Il Tribunale di Monaco si è espresso sulla controversa vicenda che ha visto sul banco degli imputati il pilota di F1 Adrian Sutil: colpevole!

Il pilota tedesco, nella notte successiva al GP di Cina 2011, è stato protagonista di una rissa nel corso della quale ha anche ferito Eric Lux con un bicchiere rotto. Lux, CEO di Genii Capital e co proprietario della Lotus, ha denunciato Adrian convinto che quel gesto era stato più che intenzionale.

Sutil, che aveva sempre sostenuto che si trattasse di un incidente, ha più volte chiesto scusa ma senza ottenere grandi risposte dalla parte lesa.
Adesso, il giudice ha sentenziato: Adrian Sutil è stato condannato a 18 mesi di reclusione con la condizionale per lesioni aggravate. In più, il tedesco è stato multato con una ammenda di 200.000 euro che saranno devoluti in beneficenza.

Un duro colpo per l’immagine del tedesco che, adesso, rischia seriamente di essere allontanato dal Circus della Formula 1. Molto probabilmente il prossimo passo lo farà la Federazione Internazionale che potrebbe revocare la SuperLicenza a Sutil.

16 Commenti

  • Vorrei arricchire la discussione con un precedente simile. Ringrazio Red Bull Forever per la “dritta” su Gachot. Questo pilota francese nel 1991 venne arrestato per aver spruzzato uno spray urticante ad un taxista. Fu in prigione per circa 3 mesi e riuscì a rientrare in F1 addirittura nel corso della stessa stagione 1991 partecipando anche alle qualifiche dell’ultima gara, anche se con una scuderia diversa da quella con cui iniziò la stagione. Continuò poi la sua carriera fino al 1995 in F1 e partecipò anche alla 24 ore di Le Mans per due volte nel 1991 e 1997. In questo caso non ci fu la revoca della Superlicenza, la quale solitamente viene revocata ai piloti o alle squadre, solo per comportamenti che mettano in serio pericolo della vita di un altro pilota.

    • scusate ancora non si sa niente della mc laren

    • Però i tempi cambiano.
      Non voglio fare filosofismi, però questo blog è diverso e rischio.
      L’ipocrisia mediatica è molto più forte oggi di un tempo, e il ’91 è lontanissimo.
      Oggi, l'”autenticità” di un personaggio pubblico è marketing puro, nel bene e nel male. E oggi, quello dei piloti deve essere il “bene” assoluto. Un pilota deve essere combattivo, veloce, grintoso e “puro”. Se ti allontani da questi cliché vieni messo alla gogna, o comunque ti guardano storto perché la tua luce si riflette su quella della scuderia.
      Non conta più solo quanto sei veloce e quanto puoi crescere, ma anche se la tua immagine è così “casta” da rappresentare anche quella del team che ti ha assunto. Da qui, tutte le interviste “telefonate” e sorridenti a cui siamo abituati ad assistere. Tanto che un buffetto sulla spalla di un Massa imbufalito su un Hamilton rilassatissimo, a Singapore, fa subito notizia.

    • forse per questo vogliono adottare un pugno duro contro adrian sutil, perchè in passato si è messo in mostra con atteggiamenti simili e quindi per me è giusto che paghi le sue colpe.

  • ancora dubbi sulla colpevolezza di sutil?

  • Fonte “La Gazzetta dello Sport”:
    “Lux aveva accettato le scuse di Sutil, ma stamattina la pubblica accusa si è opposta all’accordo, insistendo sulla sua richiesta di colpevolezza: “Anche se l’imputato è pentito, quanto ha commesso è molto grave ed un pilota di tale livello ha anche una funzione di esempio soprattutto per i più giovani” ha detto la procuratrice Selzam.”

    Be’, in effetti, non poteva che finire così. Un personaggio pubblico come Sutil, pur se resta una persona unica con pregi e difetti, ha la responsabilità che deriva dall’ascendente sui più giovani.
    L’educazione è fatta anche di esempi.

  • Quoto IronMC.E’ un peccato perdere un pilota che in questi anni si è ben distinto,ma devo anche aggiungere che in termini di giustizia,tutti siamo uguali di fronte alla legge ed il verdetto è quanto mai equo.Più perplesso sul possibile ritiro della SuperLicenza:
    Un fatto grave,ma privato,non può incidere sulla carriera di un pilota,il quale ,dall’altro canto,deve trovarsi in condizioni di assoluto equilibrio.
    La Force India ha capito subito la gravità della situazione e ha preferito,ipotizzo,essere subito pronta in vista di questa sentenza,che inevitabilmente avrebbe colpito Sutil.

    • io invece non credo sia solo un fatto privato!i piloti sono vip.sono persone che hanno un certo pubblico e quindi devono essere da esempio..un pilota da questo punto di vista ha molte responsabilità,e questo credo che sutil lo sappia bene!

      • Sinceramente io penso che la Superlincenza andrebbe revocata solo nel caso in cui manchi uno dei requisiti per averla. Ora, non so di preciso se la fedina penale pulita rientri tra questi requisiti, però io credo che il fatto di aver commesso questo particolare reato non abbia pregiudicato le capacità psico-fisiche del pilota Sutil e pertanto credo che al tedesco non dovrebbe essere revocata la Superlicenza, ma al massimo dovrebbe essere sospesa fino a quando non abbia scontato la sua pena. Poi comunque non dimentichiamoci che per Sutil come per ogni altro pilota le corse sono un lavoro(molto remunerativo ma anche di durata molto breve) dal quale traggono il proprio sostentamento, quindi se si ritira la superlicenza per sempre vuol dire che al pilota si impedisce di fare il lavoro che si era scelto, non per suoi demeriti od incapacità, ma per una vicenda che ha ben poco a che fare con la F1.

      • Sì, la revoca mi pare un’esagerazione mediatica. La sospensione potrebbe starci. Si tratterebbe di una scelta “politica” della FIA che seguirebbe le orme della giustizia ordinaria. La mancata sospensione farebbe pensare che la FIA accetta piloti dalla rissa facile, perché ormai la figura di Sutil ha questa macchia che andrà via con difficoltà. Certo, il taglio coi bicchieri non c’entra un tubo con quello delle chicane, ma tant’è.

      • Red Bull Forever

        @ IronMc: c’é stato un precedente nel 1991, il pilota della Jordan, Bertrand Gachot che finì addirittura in carcere per una rissa con un tassista. Gachot se non ricordo male ha fatto un effettivo periodo di detenzione quindi sarebbe il caso di controllare se poi in quel caso é tornato a correre, magari in un’altra categoria.
        La superlicenza vale solo per la F1? Perché in tal caso Sutil potrebbe correre in altre categorie.
        A me comunque dispiace, soprattutto perché da quello che ho letto da diversi media tedeschi non é sicuro al 100% che fosse colpevole; le riprese video non erano chiare, quindi é stata più che altro un’interpretazione personale del giudice, visto che anche Lux alla fine sembrava voler accettare un accordo.
        Beh, non so che altro dire; magari se Hamilton si fosse presentato, lui é bravissimo a dire balle – forse avrebbe convinto anche il Giudice!

      • Red Bull Forever

        @gabriele72: allora avrebbero dovuto revocare la superlicenza anche a Raikkonen che si dice bevesse prima delle gare, o ad Hamilton che sgommava davanti al circuito.

      • se raikkonen beveva prima delle gare lo dici tu,e comunque è da dimostrare,sutil è stato condannato da un tribunale.non credo sia la stessa cosa

  • principesco88

    Si raccoglie ciò che si semina. Addio Adrian.

  • Forse la Force India aveva considerato questa eventualità quando ha scelto i piloti 2012. Comunque a parte tutte le considerazioni che si possono fare sul comportamento del tedesco, dispiace perdere un buon pilota come Sutil, anche se non condividerei il ritiro permanente della Superlicenza da parte della FIA. Proprio una brutta storia.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!