F2012: chiamatela la “Tigre di Maranello”

3 febbraio 2012 15:00 Scritto da: Antonino Rendina

Lo slancio delle forme manda in estasi per l’aggressività, squadrata con un muso bruttino ma cattivo, basta guardarla pochi secondi questa F2012 per scorgere nelle sue linee decise tutta la rabbia e la voglia di riscossa degli uomini Ferrari

Stavolta al tavolo da disegno Nick Tombazis, sotto la regia del d.t. Pat Fry e con il velato aiuto di Rory Byrne, non si è risparmiato. La Ferrari ha mantenuto le promesse sfornando una monoposto innovativa, discontinua con la tradizione (come voleva Domenicali), a suo modo “estrema”.

Con un’anno di ritardo si è compiuta a Maranello quella rivoluzione progettuale che molti attendevano già da un po’. Con un’infornata di tecnici anglosassoni, lavorando sulla nuova vettura con la giusta spregiudicatezza e il doveroso coraggio.

Efficienza, creatività, unità di intenti. Erano i tre ingredienti base per ripartire bene nonchè quelli fondamentali per un team che deve tornare a dettare i tempi, a fare l’andatura.

Lo chiede la storia, lo vuole la tradizione. Dieci anni fa nasceva la F2002 una delle monoposto più performanti di sempre. A bocce ferme è impossibile sapere se questa Rossa potrà tornare a fare scuola ma almeno, se dovesse rivelarsi un flop, sarà giusto ammettere che Maranello stavolta ci ha provato. Fino in fondo, rischiando a testa alta.

Le pance sono affusolate e strette, le sospensioni sono innovative (pull rod sia davanti che dietro), l’aerodinamica è curatissima. Dai deflettori, ai deviatori di flusso, passando per le piccole alette all’altezza del cockpit.

Lo stesso muso scalinato è tutto pensato in funzione del grip aerodinamico e il doppio air scope è di una prepotenza inusuale.

La 150° Italia era la “Bella e italiana“, pulita nelle forme, morbida, dolce. La F2012 è invece dura, minacciosa, spietata a priori. Incute il giusto timore.

Una “Batmobile” da F1, al cui cospetto la vettura del 2011 appare come un’innocua berlina, seppur di classe.

La stessa McLaren Mp4-27, per quanto affascinante, in confronto sembra una macchina più “tranquilla”. Sarà ovviamente la pista a darci le dovute risposte ma questa Ferrari sembra davvero voler mordere avversari e asfalto.

Con quei piloni a sostengo dell’alettone anteriore che sembrano due zanne. E’ nata la “Tigre di Maranello”. Aprite la gabbia, accendete i motori, sguinzagliate la belva.

37 Commenti

  • ragazzi vedendo lo scalino ferrari cosi pronunciato non si puo smussarlo un po ocreare una specie di punta in modo che l aria che arriva non impatti e scivoli sul corpo vettura o non si puo

  • Anche la Lotus ha lo scalino, un pò più “scavato” al centro, ma c’è.

  • we la lotus a lo scalino meno ma c e

  • anchio sono convinto che questo muso non sarà determinante poi chi lo sa staremo a vedere

  • Probabilmente lo scalino così netto e all’apparenza poco aerodinamico e’ stato reso necessario per poter essere conformi ai crash test, immagino che se avessero scavato la scocca nella parte anteriore per renderla più sinuosa avrebbero dovuto rinforzare o disegnare altre componenti, magari più determinanti, in modo meno performante.

    • non credo, i problemi la Ferrari li ha avuti nel crash test laterale..

      • non mi riferivo al problema che hanno avuto, anche perche hanno dichiarato diaver aggiunto delle tele alla struttura per risolvere la questione, ma proprio al concetto stesso che hanno voluto dare alla scocca dall’inizio. Non penso che avrebbero scelto lo scalino “alla Lego” se ci fossero state altre soluzioni. Mi spiego, mi sembra un sacrificio fatto per favorire altre zone della scocca

      • mah, io penso sia semplicemente un sacrificio fatto per adottare la configurazione a muso alto, altri motivi plausibili non me ne vengono in mente..

  • piola dice che la red bull avra lo scalino quindi per lui è punto a favore della ferrari in comparazione alla mclaren che sembra sara l unica monoposto senza questo famoso scalino..

    • secondo me si da troppa importanza a questo scalino, nn credo priprio che sara questo l emento di discrimine tra vettura vincente e non… a fare la differenza saranno secondo me scarichi appendici flex assetti picchiatti forse il correttore d assetto anche se sembra vietato piu qualche altra diavoleria a noi sconosciuta…

      • john pero chi l ha adottato l ha fatto perche in teoria da dei vantaggi…!!

      • beh sicuramente i vantaggi d avere scocche cosi alte sono sulla quantita d aria maggiore che puoi far arrivare al diffusore alimentadolo di piu … gli svantaggi sono che quel cosa sicuramente ti crea un ostacolo all avanzamento e e ti incasina un po i flussi in quella zona alla fine le 2 cose si bilanciano per cui averlo o no nn fa sta differenza secondo me poi per carita nn sono un areodinamico puo darsi pure invece che sto scalino averlo o meno è vitale vedremo ma nncreo sia fondamentale ….la meclaren segue la sua filosofia ed è giusto cosi visto che i risultati del 2011 sono stati piu che buoni…

  • si é fatto vivo Newey? qualcuno ha notizie a riguardo? l´anno scorso a quest´ora aveva giá pronosticato la fine della F-150 di Costa.

  • Innovativa, estrema, e aggressiva, quale che sia il risuktato non si puo dire che in ferrari non ci abbiano provato.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!